Ti trovi qui:Home»Salute in Cucina»Ipertensione»Cucina & Salute - Cucina e Salute, Ricette Alimentazione e Benessere

Un nuovo studio rafforza il positivo e determinante ruolo delle spezie per il contenimento della dose di sale ingerita quotidianamente con un diretto beneficio sulla pressione.  

Malgrado studi che in apparenza sembrano smentire l'assioma l'esagerata assunzione di sale rimane la maggiore discriminante controllabile rispetto alla gestione della pressione alta, a oggi la maggior parte degli individui sparsi in tutti i paesi del mondo consuma una dose giornaliera di sale molto superiore ai 5 g al giorno raccomandati dall'OMS e questo continua a rimanere il problema principale rispetto al controllo della patologia legata alla cattiva pressione del sangue.

Che bisogna ricordare è probabilmente il più grande fattore di rischio per una lunga serie di complicazioni con esito deleterio come ictus, infarto miocardico e malattia renale cronica.

E le previsioni già ci dicono che con quasi assoluta certezza entro il 2020 l'ipertensione sarà la principale causa globale di morte e disabilità senza distinzione di età sesso e latitudine geografica.

Sono ormai diverse decine d'anni che tutta la comunità scientifica si sforza enormemente attraverso campagne globali di salute pubblica di sollecitare ad abbassare la quota di sale assunta con la dieta, senza però ottenere grandi risultati purtroppo.

Il problema principale ruota intorno al ruolo del sale che rimane il più potente elemento di amplificazione delle molecole aromatiche dei cibi, una potenza dovuta però essenzialmente alla facilità di accesso, a usi radicati nel tempo, a errori di abbinamenti difficili da sradicare, a un'alterazione percettiva derivante da cattiva alimentazione.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 spicchi d'aglio,
  • 1 cipolla bianca media,
  • 1 carota media,
  • 2 coste singole di sedano,
  • 1 peperoncino,
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato,
  • 100 g di lenticchie verdi piccole,
  • 250 g di riso rosso Thay,
  • 1 cipolla bianca piccola,
  • spezie miste a scelta,
  • 50 g di mandorle sgusciate tostate,
  • 100 g di spinaci freschi,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale
Lei, Grossa di Cassano Azienda Agricola Doria 2015 - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Bruschetta di pane con crema di cavolfiore e porri al profumo di alloro, carote all'olio, sesamo nero e olio "Lei" Grossa di Cassano Azienda Agricola Doria.    

E' un olio eccellente che non tradisce mai le aspettative e di nuovo anche nella versione 2015 si conferma in tutta la sua straordinaria bontà.

Anche nell'annata 2015 come in precedenza ritroviamo gli stessi elementi positivi: colpiscono i piacevoli sentori di erbe di campo, mandorla, carciofo, foglie di pomodoro, mentre l'amaro e il piccante sono sempre piacevoli al gusto senza essere invadenti rispetto agli altri pregevoli elementi aromatici.

In questa ricetta dai connottati autunnali abbiamo voluto unire la bellissima cremosità del cavolfiore accentuata magnificamante dall'eccellente olio usato con il colore e la fragranza delle carote giocando sull'aromaticità di semplici compagni come i porri e il glorioso alloro.

L'olio di qualità usato ha risposto in maniera impeccabile e una semplice preparazione potenzialmente banale è diventata una ricetta di tutto rispetto.

Grazie a questo olio speciale!

Google Plusfacebooktwitterflickrfeedcontattinewsletter

Il libro consigliato

Ipertensione: curarla a tavola

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il ruolo del sale da cucina, malgrado le opinioni controverse, sembra che continui a essere uno dei cardini centrali nella lotta all’ipertensione.La graduale limitazione nell’uso giornaliero (non solo di quello aggiunto nei cibi, ma anche di quello pres

media partner

partner-tecnichenuove partner-cucinanaturale partner-aiab partner-corriere-della-sera partner-olioofficina partner-olioofficinaff partner-legambiente partner-festambiente partner-cambiamenu partner-mandacaru

Facebook