Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

May 22, 2019 Last Updated 7:18 AM, May 22, 2019

Rimane l'avocado un frutto davvero straordinario per le ampie possibilità creative che offre in cucina grazie alla sua polpa incredibilmente polivalente, le diverse consistenze con cui è possibile usarla e la cremosità che può offrire, base di eccellenti preparazioni salate e dolci.

Se poi andiamo oltre la sola cucina scopriamo come questa polpa porta in dote una carico ancora più prezioso di sostanze utili alla salute, non a caso dalla ricerca internazionale è un continuo di scoperte e conferme in questo senso.

Di un frutto così prezioso è sempre risultato strano però che le altre parti oltre la polpa non esprimessero altrettante doti e proprietà, pensiamo per esempio alla particolare buccia o al grande seme interno.

Ci hanno pensato gli studiosi del Center for Plant and Mushroom Foods for Health della Penn State University a portare alla ribalta proprio il seme svelando una serie di risvolti positivi e benefici.

Si è partiti da un uso già consolidato del seme come fonte primaria di un estratto utilizzato come colorante alimentare arancione di cui si era già notata la tendenza a limitare la produzione di mediatori pro infiammatori.

Approfondendo le verifiche e le sperimentazioni queste doti non solo sono state confermate, ma hanno suggerito ai ricercatori la possibilità di ampliare ancora di più il potenziale antiinfiammatorio della sostanza.

In prospettiva soprattutto come concreto aiuto per le problematiche che ruotano intorno all’artrite e a tutte le tante altre degenerazioni organiche scatenate da situazioni di infiammazione cronica.

Potremmo avere presto quindi un nuovo e potente antinfiammatorio derivato dal magico frutto dell'avocado grazie al suo seme di cui probabilmente si arriveranno presto a scoprire nuove e interessanti proprietà!

A livello produttivo abbiamo a disposizione una lunga lista di verdure a foglia verde da consumare a crudo per il piacere di ritrovare freschezza e gusto da declinare secondo i condimenti che più possono soddisfare il palato personale.

Tra tutte le verdure a foglia verde quella che sicuramente rimane l'insalata di riferimento per tutte le preparazioni di questo tipo è la lattuga conosciuta praticamente da tutti.

Non una singola varietà però perché sul mercato sotto questa denominazione ci sono diverse tipologie che è sempre opportuno non confondere, ma conoscere almeno nei loro tratti salienti singolarmente perché solo in apparenza sono uguali le une alle altre.

Essendo un argomento molto vasto qui ci si limita a segnalare le varietà principali sapendo che tante altre sono presenti a livello locale: la Trocadero, la Meraviglia di inverno e estate, la Regina di maggio, quella brasiliana meglio nota come Iceberg, la Batavia, la Canasta, la notissima Romana a cespo lungo con diverse varianti locali, la Gentilina, la Lollo.

Lo scopo di questo breve articolo non è esaminarle tutte nei loro dettagli, piuttosto mettere in evidenza come questo diffuso ortaggio non sia una sola cosa da usare in maniera indistinta visto che in una preparazione scegliere una tipologia piuttosto che un'altra può cambiare molto il risultato finale.

La nota interessante a livello nutrizionale e di salute è che tutte hanno comunque in comune un interessante quadro funzionale che ne fa capire bene l'importanza all'interno della dieta quotidiana.

Sono ad esempio un eccellente alimento reidratante contenendo ben il 95% di sostanza in acqua, consumare una buona insalata è un modo perfetto per portare liquidi sani all'organismo e lo è ancora di più in estate o in presenza di climi caldi dove il consumo di altri alimenti più secchi può portare in parallelo al consumo di bevande spesso poco salutari.

Oltre all’acqua però abbiamo anche un abbondanza di betacarotene, pectine, acido folico, vitamine A, B, C, E, minerali importanti come calcio, magnesio, potassio, ferro, tante e preziose fibre che sono un vero toccasana per l'intestino.

Un insieme di elementi che portano grande vantaggio al cuore e all’apparato cardiovascolare nel suo complesso con una buon controllo dell’efficienza e regolarità del battito cardiaco, aiuto attivo nella gestione della pressione sanguigna, dei livelli di colesterolo nel sangue e smaltimento dei grassi dannosi all’organismo che passano attraverso il filtro del fegato.

Ci sono poi spiccate proprietà sedative e carminative utili in caso di gastrite e colite grazie all’inulina presente che calma le turbolenze intestinali di vario tipo contribuendo attivamente al lavoro della flora intestinale.

Il suo consumo è spesso gradevole quando sono presenti insieme tante altre verdure crude, ma anche come sola verdura fresca principale la lattuga può far fare un figurone a chi si cimenta in cucina ed essere estremamente gradevole e stuzzicante come in questa ricetta presente nella nostra sezione insalate!

 

Gli articoli sotto la supervisione dello Chef.  

Pronto da sfogliare e leggere con grande piacere vi presentiamo il nuovo numero di Cucina Naturale di maggio che teoricamente dovrebbe portarci nel pieno della primavera se non fosse che il tempo di queste settimane dia l’impressione di vivere ben altre stagioni dell’anno!

Ma se proprio non possiamo goderci sole e primi caldi consoliamoci con la nostra bella rivista che presenta tantissimi articoli molto interessanti e intriganti.

Un elenco dettagliato che lasciamo raccontare in sintesi alla presentazione ufficiale, ma voi sapete bene che la rivista contiene molte altre sorprese in più!!!

Cucina Naturale di maggio: La stagione dell’orto
Piselli, carote asparagi, barba di frate, fragole! La primavera è esplosa con tutti suoi magici prodotti, e noi la decliniamo in mille modi.
Le variazioni di carbonara di Barbara Toselli, che fa spazio a piselli e fiori di zucca; il menu leggero di Rita Megna, con gli sformatini di cicoria e cannellini con spuma di carote allo zenzero e altre idee golose e light come la Charlotte di fragole in gelatina con granella di pistacchi. Troverete poi 4 ricette diverse di cuscus, per tutti i gusti e tutte le esigenze dietetiche, senza glutine compreso. Piselli, naturalmente, anche nella ricetta tradizionale di risi e bisi, commentata dalla nostra cuoca e storica dell’alimentazione Diletta Poggiali.
Diletta è anche l’autrice di un servizio dedicato alle ricette dei grandi romanzi. Dai pakora de La maga delle spezie al dolce di fragole ispirato a Piccole donne, c’è da far correre la fantasia.
Stefano Navaro, cuoco bolognese, è invece l’autore del servizio sulle polpette, di cui potete vedere un appetitoso esemplare in copertina, mentre Rossella Venezia ci insegna a preparare e a gustare il labna, formaggio fresco molto usato in Medio Oriente, e a cucinare con yogurt e kefir.
Vi piacciono gli strudel salati? La nostra Marianna Franchi ne ha preparati tre versioni, anche in formato mignon, con diversi ripieni di ortaggi.
Il kombucha, bevanda fermentata a base di tè, non avrà più segreti per voi, dopo che avrete letto il nostro articolo in cui spieghiamo anche come prepararlo a casa.
Se amate i fiori, e non solo guardarli, troverete un servizio dedicato al loro uso in cucina, pianta per pianta. Se invece vi chiedete cosa abbiano di particolare i semi di chia, la rubrica 5 domande su… vi spiegherà come usarli in cucina.
È la stagione anche dei ravanelli, e vi raccontiamo com’è semplice coltivarli in vaso e farne conserve. Invece il nostro esperto di vini ci racconta cosa sono i pet-nat.
L’arrivo del caldo ci porta in viaggio nella magica Ischia e il vip del mese è Mirco Bergamaschi.

 

Cucina Naturale è disponibile in edicola (a 3,40 euro) o in abbonamento nella tradizionale versione cartacea, oppure in PDF, sempre a 3,40 euro, per una comoda e immediata lettura e archiviazione su supporti digitali.

Ultimi articoli

L'avocado magico, oltre la polpa le virtù antiinfiammatorie nascoste del seme

L'avocado magico, oltre la polpa le virt…

21-05-2019 Reumatismi

Rimane l'avocado un frutto davvero straordinario p...

Il latte e i suoi derivati potrebbero essere un aiuto per affrontare meglio il diabete

Il latte e i suoi derivati potrebbero es…

14-05-2019 Diabete

Tra i tanti alimenti che possono svolgere un qualc...

Prevenzione dell'ipertensione, il grande aiuto dello yoga

Prevenzione dell'ipertensione, il grande…

05-05-2019 Ipertensione

Non solo il cibo e l’alimentazione possono esser...

Libri in Primo Piano

I dolori Reumatici

I dolori Reumatici

Novembre 01, 2006

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Disturb...

La pasta fatta in casa

La pasta fatta in casa

Ottobre 01, 2013

Le guide di Natura e Salute La pasta fresca emble...

Dolci senza glutine

Dolci senza glutine

Aprile 06, 2016

Le guide di Natura e Salute La sorpresa di quanto...

Le ricette del mese

Piccole tortine alle fragole e nocciole

Piccole tortine alle fragole e nocciole

22-05-2019 Dolci e Dessert

Ingredienti per 8 persone: 300 g di fragole, 6...

Ciriole con luppolo selvatico, mandorle, limone e pomodori secchi

Ciriole con luppolo selvatico, mandorle…

18-05-2019 Primi

Ingredienti per 4 persone: 50 g di mandorle sgu...

Agretti marinati all’arancia con carote agliate

Agretti marinati all’arancia con carot…

14-05-2019 Antipasti

Ingredienti per 4 persone: 1 arancia, 80 g di ...

Invito alla Lettura

Una via alternativa alla sola lotta contro i microbi

Una via alternativa alla sola lotta cont…

10-11-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Ascoltare il proprio corpo per migliorare il benes...

Buone, belle e naturali

Buone, belle e naturali

02-08-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le preziose ricette di Cucina Naturale.  &nbs...