Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jun 07, 2020 Last Updated 10:14 PM, Jun 4, 2020

Un semplice esempio di abbinamento del gustoso dressing alla valerianella, in questo caso con l’ortaggio che ne funge da base iniziale.

Allo stesso tempo è questa una proficua traccia che indica come sia possibile coniugare il condimento con tutti gli ortaggi di stagione che abbiamo voglia di gustare in maniera diversa dal solito!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di cavolfiore bianco,
  • 100 g di valerianella,
  • 1 cucchiaino di miele d’acacia,
  • aceto di mele,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare il cavolfiore e ridurlo in piccole cimette, cuocerlo a vapore con l’acqua profumata da 1 cucchiaino di semi di finocchio per meno di 10 minuti mantenendolo croccante e scolarlo conservandolo al caldo, ma far continuare la cottura a 2-3 cimette in modo da lasciare queste molto tenere.
  2. Intiepidirle, spezzettarle e metterle in un ampio e alto bicchiere da frullatore, aggiungere la valerianella ben pulita e lavata e frullare fino a ottenere una crema di base.
  3. Unire poche gocce di aceto in base alle proprie preferenze, il miele e l’acqua sufficiente a ottenere una buona fluidità finale unendo solo in ultimo un pizzico di sale e 2-3 cucchiai di olio.
  4. Adagiare le cimette di cavolfiore croccanti e calde nei piatti e irrorarle con abbondante dressing alla valerianella.

Crema vellutata di ceci alla maggiorana con olio extravergine di oliva Tag-Cor e grissini Reale Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Crema vellutata di ceci alla maggiorana con olio extravergine di oliva Tag-Cor e grissini Reale Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia Slide2I ceci sono forse il legume che si lega con più intimità all'olio extravergine d'oliva di qualità, la cucina Italiana delle regioni e dei paesi riporta numerosi esempi di questa bella e gustosa sinergia che ha dentro tanta anima del territorio e di un modo di alimentarsi sano e salutare.

Da questa premessa si è partiti per coniugare una particolare selezione del Mastro oleario Antonio Mela che ha riunito nello stesso prodotto due cultivar in apparenza poco conciliabili avendo profili sensoriali di diversa caratura.

Esperienza, capacità e intuito hanno consentito una perfetta sintesi armonica in cui si avverte una bella progressione che dal dolce iniziale passa grazie alla buona fluidità complessiva a un amaro e piccante ben dosati e equilibrati, sentori di mandorla verde e tendenza a gradevoli note erbacee con una punta leggera di carciofo.

Questa meraviglia di prerogative condenti ha accolto e lasciato fondere in se la cipolla togliendoli il brutto carattere iniziale e conservando solo la dolcezza unica esaltata dalle foglie di alloro fresco, ha poi abbracciato i ceci e le patate per essere rifinita con la splendida maggiorana e esaltata al massimo dallo stesso olio di partenza aggiunto a crudo e dagli eccellenti grissini prodotti con l'olio di qualità dello stesso frantoio.

Una conclusione originale che ha varcato i confini dei classici abbinamenti finali destinati a creme, zuppe e minestre portando quella nota di croccantezza unica e ricca di soddisfazione organolettica!

Crema vellutata di ceci alla maggiorana con olio extravergine di oliva Tag-Cor e grissini Reale Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia Slide 3Frantoio di Sant'Agata d'Oneglia

Sant’Agata d’Oneglia si trova a circa 290 m di altezza, sulla dorsale che separa la valle dell’Impero dalle piccole valli alle spalle di Porto Maurizio.

Un tipico borgo della Liguria occidentale con vista sul mare fatto di poche case e abitato da persone aperte e ospitali che, ripetendo da sempre gli stessi gesti sapienti, dedicano alla produzione dell’olio.

In questo contesto si trova il frantoio di S. Agata dove la famiglia Mela da più di 190 anni produce e coltiva le olive Taggiasche che sono tipiche della regione di ponente.

Gli alberi di olive sono curati a mano così come la raccolta che avviene poco prima della maturazione finale, prima della fine del giorno di raccolta le olive migliori vengono selezionate per procedere alla spremitura a freddo e creare così un olio profumato naturale e senza ossidanti.

Le tipologie d’olio prodotte dal frantoio sono molteplici e rispecchiano precise filosofie creative in modo da offrire un ampio ventaglio di possibilità degustative.

 

Frantoio di Sant'Agata d'Oneglia di Mela C. & C SAS
48, V. Dei Francesi
18100 IMPERIA (IM) / Italia
Tel.: +39 0183293 472

www.frantoiosantagata.com/it/benvenuti.html

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

La ricetta

Crema vellutata di ceci alla maggiorana con olio extravergine di oliva Tag-Cor e grissini Reale Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Crema vellutata di ceci alla maggiorana con olio extravergine di oliva Tag-Cor e grissini Reale Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Sbucciare le cipolle e tagliarle in spicchi, metterle in una pentola per zuppe insieme a 2-3 cucchiai di olio Tag-Cor e le foglie di alloro ben lavate e spezzettate, cuocere a calore basso per 15 minuti versando 1-2 cucchiai di acqua ogni 3 minuti circa in modo di non alzare troppo la temperatura......

Leggi la ricetta

I ceci sono forse il legume che si lega con più intimità all'olio extravergine d'oliva di qualità, la cucina Italiana delle regioni e dei paesi riporta numerosi esempi di questa bella e gustosa sinergia che ha dentro tanta anima del territorio e di un modo di alimentarsi sano e salutare.

Da questa premessa si è partiti per coniugare una particolare selezione del Mastro oleario Antonio Mela che ha riunito nello stesso prodotto due cultivar in apparenza poco conciliabili avendo profili sensoriali di diversa caratura.

Un olio di qualità che ha accolto e lasciato fondere in se la cipolla togliendoli il brutto carattere iniziale e conservando solo la dolcezza unica esaltata dalle foglie di alloro fresco, ha poi abbracciato i ceci e le patate per essere rifinita con la splendida maggiorana e esaltata al massimo dallo stesso olio di partenza aggiunto a crudo e dagli eccellenti grissini prodotti con l'olio di qualità dello stesso frantoio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 cipolle bianche medie,
  • 4 foglie di alloro fresco,
  • 250 g di patate a pasta bianca,
  • 300 g di ceci lessati in precedenza,
  • 1 cucchiaino di foglioline di maggiorana fresca o meno di ½ di secca,
  • 12 grissini Reale all’olio extravergine d’oliva monocultivar “Oro Taggiasco” Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia,
  • pepe rosa,
  • olio extravergine di oliva Tag-Cor Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare le cipolle e tagliarle in spicchi, metterle in una pentola per zuppe insieme a 2-3 cucchiai di olio Tag-Cor e le foglie di alloro ben lavate e spezzettate, cuocere a calore basso per 15 minuti versando 1-2 cucchiai di acqua ogni 3 minuti circa in modo di non alzare troppo la temperatura.
  2. Nel frattempo sbucciare le patate, lavarle e tagliarle in cubetti, aggiungerle alla base di cipolle insieme ai ceci e continuare la cottura per altri 10 minuti.
  3. Unire 800 ml circa di acqua, portare a ebollizione, salare poco e cuocere per 20 minuti, eliminare le foglie di alloro e frullare fino a ottenere una crema vellutata, profumarla con la maggiorana possibilmente fresca e se necessario equilibrare la densità versando altra acqua e regolare di sale.
  4. Sbriciolare i grissini grossolanamente, distribuire la vellutata in fondine e aggiungere i grissini sbriciolati, completare con un filo d’olio a crudo Tag-Cor e decorare con granelli di pepe rosa.

Ultimi articoli

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

04-06-2020 Spezie

Lo zenzero è una spezia fortemente radicata nella...

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavola

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavo…

27-05-2020 Mangiare sano

Anche se le dinamiche di mercato ci fanno trovare ...

La salute dei denti è condizionata direttamente dai nostri pasti

La salute dei denti è condizionata dire…

21-05-2020 Alimentazione

La salute dei denti è fondamentale come premessa ...

Libri in Primo Piano

100 cibi in conserva

100 cibi in conserva

Agosto 01, 2007

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Questo ...

La cucina a basso indice glicemico

La cucina a basso indice glicemico

Aprile 04, 2018

Le guide di Natura e Salute Cosa significa seguir...

Naturalmente dolci

Naturalmente dolci

Agosto 29, 2014

Le guide di Natura e Salute Il ruolo dei dolcific...

Le ricette del mese

Coppette di ciliegie con yogurt profumato alla menta fresca e pistacchi

Coppette di ciliegie con yogurt profumat…

03-06-2020 Dolci e Dessert

Le rosse ciliegie uno dei pochi frutti che ancora ...

Ceci e ravanelli in piccolo assaggio primaverile

Ceci e ravanelli in piccolo assaggio pri…

28-05-2020 Antipasti

Un assaggio di benvenuto semplice e veloce per un ...

Gnoccheti morbidi di quinoa, sorgo e spinaci con salsa di carote allo zenzero

Gnoccheti morbidi di quinoa, sorgo e spi…

25-05-2020 Primi

Una tecnica molto speciale per questi originali gn...

Invito alla Lettura

Un dolcificante rivoluzionario

Un dolcificante rivoluzionario

04-04-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

La stevia, la sua storia, i suoi pregi e gli usi i...

Una via alternativa alla sola lotta contro i microbi

Una via alternativa alla sola lotta cont…

10-11-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Ascoltare il proprio corpo per migliorare il benes...