Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jun 07, 2020 Last Updated 10:14 PM, Jun 4, 2020

Con le belle e delicate rose ben evidenziate sulla copertina del nuovo numero di Cucina Naturale e tinte dello stesso colore del loro nome si apre il capitolo dedicato a questo maggio di un anno decisamente particolare!

Sono a rappresentare con una sorta di profonda gentilezza d’animo il filo conduttore di un numero della rivista in cui protagonisti in varie vesti sono proprio i fiori che spesso ritroviamo anche in molti ortaggi che consumiamo spesso senza farci molto caso.

Non solo fiori naturalmente, le pagine sono ricche di molti argomenti interessanti e utili come è tradizioni di Cucina Naturale!

Ad esempio lo Chef Giuseppe Capano nella rubrica “Nessuno spreco” si occupa questa volta della lattuga di cui spesso si sprecano, appunto, molte parti che si ritengono non utili e che al contrario, con l’inventiva e la creatività giusta, possono diventare una buona risorsa come vedrete nelle tre ottime ricette (affiancate da preziosi consigli) di cui vi preannunciamo i nomi:

  • Insalata ricca di lattuga, farro, pomodori, asparagi e patate
  • Vellutata rinfrescante di lattuga con carote e nocciole
  • Panzerotti integrali fumè con lattuga e citronette allo zenzero

Lo chef firma anche il servizio su “come lo conservo” dedicato alle colorate, profumate e squisite fragole fornendo due ottimi spunti per prolungare la loro presenza stagionale!

Ma come dicevamo i contenuti sono molteplici e trovate una breve sintesi nella presentazione ufficiale del numero di maggio di Cucina Naturale che trovate di seguito, mentre una visione più completa potete trovarla a questo link diretto del sito di Cucina Naturale!

Cucina Naturale di maggio: i fiori in tavola
Bellezza, colore, profumi: le rose e gli altri fiori edibili sono i protagonisti di questo nostro numero primaverile. Iniziamo verificando come sceglierli, al momento dell’acquisto. Li portiamo in cucina, dove dedichiamo loro il menu di stagione. Li utilizziamo anche in ricette semplici e bellissime da realizzare con i bambini. E per finire (o per incominciare?) li coltiviamo in casa per averne sempre di appena sbocciati.
Tra i servizi di ricette: spiedini last minute, il polpettone ligure patate e fagiolini, e i noodle, ma all’italiana. E poi ricette internazionali con i piselli, come non sprecare nulla della lattuga, conservare la bontà delle fragole, sostituire la gelatina animale.
Il lungo lockdown ha fatto spostare l’ago della bilancia? Arriva in aiuto la dieta settimanale di stagione di Barbara Asprea, dedicata proprio alla remise en forme. Parliamo poi di come affrontare la cellulite, e anche di come pulire casa bene e in modo naturale.
Tra gli articoli dedicati alla spesa, oltre ai consigli sui prodotti di stagione – in particolare le fragole e fiori di zucca raccontati da Le donne dell’ortofrutta - segnaliamo un approfondimento sulle farine, grandi protagoniste di questi mesi, e sveliamo il segreto che rende l’avena così salutare.

Cucina Naturale è disponibile in edicola (a 3,40 euro) o in abbonamento nella tradizionale versione cartacea, oppure in PDF, sempre a 3,40 euro, per una comoda e immediata lettura e archiviazione su supporti digitali.

Orange oil drink con olio extravergine bio monocultivar taggiasca Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Orange oil drink con olio extravergine bio monocultivar taggiasca Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia slide1Questa originale e esclusiva composizione è frutto di una geniale intuizione dello Chef Giuseppe Capano dettata dal desiderio di immaginare come la freschezza di un frutto come l'arancia dallo spiccato aroma agrumato si poteva sposare alle note sensoriali tipiche di un olio dalla personalità distinta come questo bio monocultivar taggiasca Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia.

I chiari profumi di oliva, i sentori erbacei e mandorlati con accenno di carciofo, la percezione di equilibrio tra il piccante e l'amaro successiva all'impatto iniziale dolce favorito dalla buona fluidità hanno guidato gli accostamenti suggerendo un terzo protagonista, lo yogurt, che abbracciasse con gusto e passione i primi due, l'arancia e l'olio.

Mancava però ancora il tocco magico finale e allora è tornata protagonista una parte dell'anima dei due frutti: la buccia dell'arancia e le straordinarie olive essiccate realizzate dallo stesso di Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia.

Un apoteosi tanto da coniare un nome del tutto esclusivo e inclusivo!

Orange oil drink con olio extravergine bio monocultivar taggiasca Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia slide2Frantoio di Sant'Agata d'Oneglia

Sant’Agata d’Oneglia si trova a circa 290 m di altezza, sulla dorsale che separa la valle dell’Impero dalle piccole valli alle spalle di Porto Maurizio.

Un tipico borgo della Liguria occidentale con vista sul mare fatto di poche case e abitato da persone aperte e ospitali che, ripetendo da sempre gli stessi gesti sapienti, dedicano alla produzione dell’olio.

In questo contesto si trova il frantoio di S. Agata dove la famiglia Mela da più di 190 anni produce e coltiva le olive Taggiasche che sono tipiche della regione di ponente.

Gli alberi di olive sono curati a mano così come la raccolta che avviene poco prima della maturazione finale, prima della fine del giorno di raccolta le olive migliori vengono selezionate per procedere alla spremitura a freddo e creare così un olio profumato naturale e senza ossidanti.

Le tipologie d’olio prodotte dal frantoio sono molteplici e rispecchiano precise filosofie creative in modo da offrire un ampio ventaglio di possibilità degustative.

 

Frantoio di Sant'Agata d'Oneglia di Mela C. & C SAS
48, V. Dei Francesi
18100 IMPERIA (IM) / Italia
Tel.: +39 0183293 472

www.frantoiosantagata.com/it/benvenuti.html

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

La ricetta

Orange oil drink con olio extravergine bio monocultivar taggiasca Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Orange oil drink con olio extravergine bio monocultivar taggiasca Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Preparare il succo di arancia spremendo al momento i frutti, disporlo in una ciotola e aggiungere il miele, mescolare fino a scioglierlo.......

Leggi la ricetta

Questa originale composizione è frutto di una geniale intuizione dettata dal desiderio di immaginare come la freschezza di un frutto come l'arancia dallo spiccato aroma agrumato si poteva sposare alle note sensoriali tipiche di un olio dalla personalità distinta e precisa come un monocultivar taggiasca in questo caso in versione biologica e quindi ancora più pregiata.

L'accostamento arance e olio di qualità ha suggerito la necessità di un terzo protagonista, lo yogurt, che abbracciasse con gusto e passione i primi due, con un ulteriore tocco magico finale dato dalla buccia dell'arancia e dalle straordinarie olive essiccate, un apoteosi tanto da coniare un nome del tutto esclusivo e inclusivo!

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 ml di succo fresco di arance tarocco (circa 4-5 arance),
  • 200 g di yogurt intero molto freddo,
  • 2 cucchiai di miele d’acacia,
  • 1 cucchiaino di buccia di arancia grattugiata,
  • 10 g di olive Taggiasca essicate,
  • 40 ml di olio extravergine bio monocultivar taggiasca Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Preparazione

  1. Preparare il succo di arancia spremendo al momento i frutti, disporlo in una ciotola e aggiungere il miele, mescolare fino a scioglierlo.
  2. In uno shaker o in alternativa in un comune vaso di vetro alto con coperchio mettere lo yogurt insieme all’olio e iniziare a mescolare con cura.
  3. Unire il succo di arancia, chiudere e agitare per almeno 10 secondi i composti formando un fluido cremoso omogeneo da versare subito nei bicchieri.
  4. Completare con la buccia di arancia grattugiata e le olive essiccate sbriciolate servendo subito l’orange oil drink.

Ultimi articoli

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

04-06-2020 Spezie

Lo zenzero è una spezia fortemente radicata nella...

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavola

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavo…

27-05-2020 Mangiare sano

Anche se le dinamiche di mercato ci fanno trovare ...

La salute dei denti è condizionata direttamente dai nostri pasti

La salute dei denti è condizionata dire…

21-05-2020 Alimentazione

La salute dei denti è fondamentale come premessa ...

Libri in Primo Piano

Friggere bene

Friggere bene

Maggio 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il frit...

Olio: crudo e cotto

Olio: crudo e cotto

Marzo 01, 2012

Le guide di Natura e Salute La multidirezionalit...

La cucina a basso indice glicemico

La cucina a basso indice glicemico

Aprile 04, 2018

Le guide di Natura e Salute Cosa significa seguir...

Le ricette del mese

Coppette di ciliegie con yogurt profumato alla menta fresca e pistacchi

Coppette di ciliegie con yogurt profumat…

03-06-2020 Dolci e Dessert

Le rosse ciliegie uno dei pochi frutti che ancora ...

Ceci e ravanelli in piccolo assaggio primaverile

Ceci e ravanelli in piccolo assaggio pri…

28-05-2020 Antipasti

Un assaggio di benvenuto semplice e veloce per un ...

Gnoccheti morbidi di quinoa, sorgo e spinaci con salsa di carote allo zenzero

Gnoccheti morbidi di quinoa, sorgo e spi…

25-05-2020 Primi

Una tecnica molto speciale per questi originali gn...

Invito alla Lettura

Liberi dal dolore senza farmaci

Liberi dal dolore senza farmaci

04-09-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Come prevenire e curare il dolore muscolo-scheletr...

La cucina dei colori

La cucina dei colori

26-04-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Un bel libro, compratelo e consultatelo con calma...