Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa questa pagina

Il vapore come miglior metodo di cottura

Pubblicato in Cucina a Vapore
Letto 505 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto

Il miglior metodo di cottura possibile in un percorso di gusto e salute deve essere sempre visto nella sua interezza di forza naturale di modificazione alimentare e interpretata con intelligenza per godere a proprio vantaggio dei tantissimi aspetti positivi.

Si tratta di una forza propulsiva a 360 gradi che si ritrova indistintamente in tutte gli altri processi di trasformazione fisica degli alimenti utilizzati in cucina, anche quando le apparenze non ne fanno intravedere la presenza.

L’azione del vapore, infatti, non è presente in misura massiccia solo nella metodologia che porta il suo nome, ma ha un ruolo primario anche nella cottura a pressione, in quella al cartoccio e nella lessatura a assorbimento, mentre nelle restanti, come la cottura in padella, il passaggio in forno e il bagnomaria è un componente essenziale per uniformare ed equilibrare l’effetto del calore sul cibo.

Si tratta del più prezioso alleato di un cuoco quando la necessità è cuocere e migliorare con il calore un cibo, un alleato che però bisogna conoscere in tutta la sua specificità!