Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jan 19, 2022 Last Updated 3:05 PM, Jan 19, 2022

Ingredienti per 8 piccole merende:

  • 70 g di farina bianca,
  • 50 g di farina di riso,
  • ½ bustina di lievito per dolci,
  • 15 g di riso soffiato,
  • 50 g di uvetta piccola,
  • 2 cucchiai di miele,
  • 20 g di burro,
  • poco succo di mela

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 piccole cipolle,
  • 2 piccole carote,
  • 3 coste singole di sedano,
  • 3 chiodi di garofano,
  • 12 foglie di salvia,
  • 1 rametto di rosmarino,
  • 4 panetti di tofu da 150 g circa,
  • 200 ml di vino rosso,
  • 300 g di funghi champignons bruni,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato,
  • 2-3 semi di anice stellato,
  • 1 cucchiaio abbondante di farina di riso,
  • 250 ml di brodo vegetale,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare le cipolle e le carote, lavare con cura il sedano, tagliare tutte queste verdure a cubetti piccoli e metterle in una casseruola dal fondo pesante insieme a 2-3 cucchiai di olio, i chiodi di garofano, la salvia lavata e il rosmarino tritato.
  2. Rosolare a calore medio basso per 10 minuti circa, quindi aggiungere i panetti di tofu interi, abbassare la fiamma, salare, coprire e lasciare insaporire i panetti 5 minuti circa per lato rigirandoli delicatamente, versando il vino rosso poco per volta cuocere il tofu per 20-25 minuti circa rigirandolo a metà cottura.
  3. Nel frattempo mondare i funghi dalla parte finale terrosa e pulirli con un panno umido tagliandoli in fettine, sbucciare l’aglio e tritarlo, rosolarlo in padella con poco olio e la metà del prezzemolo, aggiungere i funghi e l’anice stellato, salare e trifolare per 10 minuti circa.
  4. Trasferire il tofu su un tagliare, eliminare i chiodi di garofano e nel fondo di cottura aggiungere la farina di riso, mescolare, allungare con il brodo vegetale e portare a ebollizione addensando il tutto, quindi frullare e regolare di sale formando una cremina semi densa.
  5. Stenderla nei piatti e adagiarvi sopra il tofu tagliato a fettine, mettere di fianco i funghi trifolati decorando con semi di anice stellato e il prezzemolo rimasto.

L’estate è il momento magico dei frutti rossi di bosco, intendendo con questo termine una bella lista di prelibatezze della natura come fragole, lamponi, ribes, alcune tipi di more e altre bacche minori meno usate e conosciute.

Approfittarne è un dovere che sfocia con molta facilità nel puro piacere e non solo in pasticceria visto che molte buone insalate, antipasti intriganti, combinazioni con alcuni pesci, simbiosi con verdure crude si avvantaggiano enormemente dalla presenza di questi frutti.

Indubbiamente però sono i dolci dove riescono a spiccare di più e mettersi in evidenza come nelle tortine che vi presentiamo di seguito la cui particolarità di fondo è essere prive sia di prodotti di origine animale e sia di glutine senza per questo sfigurare minimamente, anzi!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 g circa di frutti rossi tra fragole, lamponi o ribes,
  • 1 cucchiaio di sciroppo d’acero,
  • ½ limone,
  • 60 ml di bevanda o latte di avena,
  • 30 ml di olio di girasole,
  • 30 g di zucchero di canna,
  • 30 g di farina di riso,
  • 30 g di farina di grano saraceno,
  • 30 g di maizena,
  • 5 g di lievito per dolci

Preparazione

  1. Lavare i frutti rossi, eliminare l’eventuale picciolo, asciugarli e dividerli in spicchio anche solo a metà, mescolarli con lo sciroppo d’acero e poco succo del limone da cui si sarà prima grattugiata un poco di buccia, coprirli e lasciarli insaporire.
  2. Frullare per 1-2 minuti il latte di avena, l'olio e lo zucchero, mescolare insieme la farina di riso, la farina di grano saraceno, la maizena, la buccia di limone e il lievito per dolci.
  3. Versare gradualmente il composto liquido mescolando con una frusta fino a ottenere un impasto consistente, ammorbidirlo e renderlo più cremoso aggiungendo la frutta con tutto il liquido dolciastro.
  4. Oliare leggermente e cospargere con farina di grano saraceno 4 formine da crostatine o simili, aggiungere l’impasto con i frutti rossi, cuocere in forno a 170 gradi per 15-20 minuti circa e raffreddare completamente prima di servire decorando a piacere.

Ingredienti per 4 persone:

  • ½ cavolo verza,
  • 120 g di riso rosso integrale,
  • 2 grandi cipolle bianche,
  • 4 foglie di alloro fresco,
  • 2 cucchiai di farina di riso,
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sfogliare e lavare il cavolo verza e in abbondante acqua bollente scottare le singole foglie per 3-4 minuti travasandole poi in acqua ghiacciata, conservare l'acqua di cottura.
  2. Mettere il riso rosso in una pentola con 350 ml di acqua di cottura del cavolo, coprire e cuocere per 30 minuti circa lasciando assorbire tutto il liquido.
  3. Sbucciare e affettare le cipolle, metterle in una casseruola con 3-4 cucchiai di olio e le foglie di alloro, coprirle e rosolarle per 10 minuti, nel frattempo tagliare a striscioline 5-6 delle foglie più verdi del cavolo e a pezzettoni tutto il resto.
  4. Aggiungere la verza a pezzettoni alle cipolle, insaporire 5 minuti, unire la farina di riso, una macinata di pepe e la curcuma, mescolare e versare circa 1 l di acqua di cottura della verza, salare e cuocere per 20 minuti circa, servire nei piatti il minestrone con in mezzo il riso rosso, intorno le striscioline verdi di cavolo verza e un poco di olio a crudo.

Riprendendo una tecnica usata più volte dallo Chef Giuseppe Capano presentiamo oggi una bella ricetta in cui vengono valorizzate in maniera più incisiva le comuni carote spesso relegate solo a comprimarie o elementi di puro supporto ad altri ingredienti più “prestigiosi”.

Qui invece sono protagoniste pure insieme alle stagionali zucchine che esaltano questi delicati gnocchetti arancioni trasformandosi in gustosa salsina dal bel colore verde chiaro.

Altro pregio la mancanza naturale di glutine che dona un primo piatto senza problemi a chi purtroppo soffre di celiachia, ma la ricetta è buonissima per tutti ve lo possiamo garantire con certezza!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 650 g circa di carote,
  • 110 g di fecola di patate,
  • 80 g di farina di riso,
  • 2 zucchine medio piccole,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 1 mazzetto di timo fresco,
  • 1 piccolo spicchio d'aglio,
  • semi di papavero,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire le carote, tagliarle in piccoli cubetti e disporle in una pentola con ½ l circa di acqua e un pizzico di sale, cuocerle fino a intenerirle per 15-20 minuti circa fino a renderla tenera, se necessario versare altri cucchiai di acqua.
  2. Ridurre le carote in purea (se è rimasto del liquido scolarlo, le carote finali devono rimanere più asciutte possibili), aggiungere una macinata di pepe, la fecola e la farina di riso, mescolare fino a ottenere una crema uniforme e trasferirla in un’altra casseruola, sempre mescolando cuocerla per circa 5 minuti a calore medio basso fino a ottenere una massa solida e compatta gelificata, l’ideale sarebbe non superare troppo i 70 gradi al cuore del composto.
  3. Per facilitare l’operazione basterà osservare il composto, appena formato una sorta di unico gnocco aggregato attorno al cucchiaio che mescola spegnere e trasferire in un vassoio a intiepidire.
  4. Nel frattempo lavare le zucchine, tagliarle in piccoli pezzi e cuocerle a vapore per 10 minuti abbondanti, frullarle insaporendoli con lo zenzero grattugiato, 1 cucchiaio di olio e l’acqua di cottura necessaria a ottenere una fluida salsina.
  5. Tritare insieme il timo sfogliato con l’aglio sbucciato e rosolare brevemente con 3 cucchiai di olio, dividere l'impasto di carote in parti più piccole, formare dei rotolini sul tavolo, infarinarli bene e tagliarli in pezzi lunghi 1 cm scarso ottenendo tanti piccoli gnocchi arancioni.
  6. Lessarli per 2-3 minuti, scolarli con una schiumarola mettendoli direttamente nei piatti ricoperti con la salsina di zucchine, condirli versando l’olio al timo e decorare con i semi di papavero.

Ultimi articoli

La carenza di ferro e altri nutrienti come possibile segnale di un problema con il glutine

La carenza di ferro e altri nutrienti co…

13-01-2022 Celiachia

La carenza di alcuni sali minerali e vitamine potr...

Primi vegetali delle feste 2021, alternative chic e porta fortuna!

Primi vegetali delle feste 2021, alterna…

20-12-2021 Alimentazione

La nostra selezione 2021 di primi piatti che posso...

Rafano, l’ancestrale wasabi Europeo!!

Rafano, l’ancestrale wasabi Europeo!!

15-12-2021 Erbe aromatiche

Il Rafano ha una storia di utilizzo in cucina abba...

Libri in Primo Piano

La Cucina a Crudo

La Cucina a Crudo

Aprile 04, 2018

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Siamo a...

Prevenire il Colesterolo

Prevenire il Colesterolo

Gennaio 01, 2008

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il cole...

La Cucina per i Bimbi

La Cucina per i Bimbi

Luglio 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Coinvol...

Invito alla Lettura

Il potere delle spezie

Il potere delle spezie

17-01-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Di libri sulle spezie...

La pratica del digiuno curativo

La pratica del digiuno curativo

22-10-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Consigli, regole, indicazioni.  Parlare di d...

banner