Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Mar 02, 2021 Last Updated 12:00 AM, Sep 16, 2021

Ingredienti per 4 persone:

  • 450 g di topinambur,
  • 2 scalogni medi,
  • 50 g di mollica di pane,
  • 1 bicchiere di latte,
  • 2-3 acciughe sottosale,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • 100 g di fontina valdostana,
  • 2 uova,
  • 125 g di ricotta,
  • noce moscata,
  • olio extravergine d'oliva,
  • poco burro,
  • olio per friggere,
  • sale

La categoria degli gnocchi è una delle più polivalenti in cucina in quanto le combinazioni che è possibile realizzare possono partire da una molteplicità di abbinamenti.

Se gli gnocchi di patate classici sono quelli probabilmente più conosciuti non bisogna dimenticare che ci sono ottimi impasti anche senza questo tubero a base di sole farine ad esempio, combinazioni che partono dal latte per combinarsi con semole come gli gnocchi alla romana o puree di verdure combinate con amidi per gnocchetti estremamente morbidi.

Ma restando come punto di partenza alle patate non necessariamente queste devono essere preponderanti sul resto e condizionare così anche il profilo nutrizionale finale, in questa ottima ricetta, infatti, sono affiancate saggiamente e con equilibrio da due diverse farine e da un più che originale e buonissimo condimento!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 g di patate,
  • 120 g di farina semintegrale tipo 1,
  • 80 g di farina di castagne,
  • 1 cucchiaino di curry dolce o piccante a scelta,
  • 1 uovo,
  • 2 piccole cipolle rosse,
  • 1 pera william o abate,
  • 1 cucchiaino di foglioline di timo,
  • 100 g di ricotta fresca,
  • 100 ml di latte circa,
  • 1 manciata di foglie di sedano verde tritate,
  • 40 g di arachidi sgusciate,
  • 40 g di parmigiano grattugiato,
  • olio extravergine d'oliva,
  • pepe,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire le patate, tagliarle in piccoli pezzi e cuocerle a vapore per 10-15 minuti circa, passarle subito al setaccio adagiandole su una spianatoia, aggiungere le farine, poco sale, il curry e l'uovo, impastare versando se serve un po' d'acqua, fino a ottenere una pasta omogenea da far riposare 30 minuti.
  2. Sbucciare e affettare le cipolle rosse, pulire la pera e affettarla, condire cipolle e pere con 2 cucchiai abbondanti di olio, il timo e un pizzico di sale, disporle in una teglia coperta con carta da forno e cuocerle a 180 gradi per 15-20 minuti circa.
  3. Frullare cipolle e pere con la ricotta e il latte sufficiente a ottenere una profumata salsina da regolare di sale, dividere la pasta in piccoli pezzi, formare dei rotolini simili a grissini, tagliarli in sottili fettine ottenendo dei piccoli gnocchetti piatti da infarinare, lessarli in abbondante acqua bollente salata per 5 minuti circa.
  4. Scolarli con una schiumarola direttamente nei piatti, mettere nel mezzo la salsina calda e decorare con le arachidi tritate grossolanamente, il parmigiano grattugiato e le foglie di sedano tritate.

Ingredienti per 4 persone:

  • 280 g di fusilli,
  • 200 g di ricotta vaccina,
  • 30 g di grana,
  • 30 ml di olio extravergine d'oliva,
  • 150 g di pomodorini,
  • 250 g di piselli,
  • 1 mazzetto di basilico,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 g di funghi secchi,
  • 120 g di farina bianca,
  • 400 g di cavolfiore bianco,
  • 2 piccoli porri,
  • 100 g di ricotta fresca,
  • 50 g di olive nere morbide tipo kalamata,
  • 50 g di barbabietola rossa lessata,
  • carta stagnola,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale.

Preparazione:

  1. Mettere a bagno i funghi in una tazza di acqua tiepida per 20 minuti circa, scolarli, tritarli finemente e mescolarli con la farina, impastare versando 2 cucchiai di olio, un pizzico di sale e l’acqua sufficiente a ottenere una pasta liscia e uniforme, avvolgerla in un panno e lasciarla riposare per 30 minuti.
  2. Nel frattempo pulire e dividere il cavolfiore in cimette, cuocerle a vapore o lessarle per 10 minuti circa lasciandole leggermente croccanti, tenere da parte le 4 cimette più piccole e belle schiacciando con una forchetta le restanti.
  3. Mondare i porri dalle sommità verdi, inciderli in due per il lungo, lavarli e affettarli, rosolarli con 2 cucchiai di olio per 10 minuti scarsi in una padella dal fondo spesso, aggiungere i cavolfiori schiacciati, salare e insaporirli per 5 minuti, intiepidirli, frullarli brevemente e mescolarli con la ricotta e le olive snocciolate e tritate.
  4. Frullare finemente anche la barbabietola con ½ cucchiaio di olio, poco sale e l’acqua sufficiente a ottenere una fluida salsina con cui condire le cimette di cavolfiore lasciate intere.
  5. Ripiegare più volte 4 grandi fogli di carta stagnola fino a ottenere 4 quadrati di 12x12 cm circa, avvolgerli formando dei coni e oliarli leggermente all’esterno, stendere la sfoglia di funghi, ricavare delle strisce larghe 2 cm, avvolgerle intorno ai coni e cuocere nel forno caldo a 190 gradi per 10-15 cm fino a dorare e seccare i coni, raffreddarli e sfilarli dai supporti di stagnola con delicatezza.
  6. Scaldare la farcia di cavolfiore e riempire i coni croccanti, decorare l’estremità aperta del cono infilzando una cimetta viola di cavolfiore, decorare il piatto formando dei motivi a fantasia con un pennello o un cucchiaio immersi nella salsa di barbabietola e servire subito.

Brevi note:

E’ possibile utilizzare anche i pratici supporti pronti per coni da cannoncini o cannoli siciliani in metallo; se invece avete la possibilità di trovare varietà di cavolfiore verde e violetto utilizzate le loro cime per decorare i coni evitando la necessità di preparare la salsa di barbabietola.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 rametto di rosmarino fresco,
  • 200 g di farina 0,
  • 250 g circa di ricotta di pecora,
  • ½ cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo,
  • 250 g di spinacini puliti,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione:

  1. Lavare il rosmarino staccando le sole foglie, asciugarle e tritarle velocemente, mescolarle subito con 1 cucchiaio di olio.
  2. Disporre la farina a fontana, aggiungervi l’olio aromatico, un pizzico di sale e acqua quanto basta per formare un composto omogeneo da coprire e lasciare riposare almeno 40 minuti.
  3. Mescolare la ricotta di pecora con la buccia del limone e il prezzemolo.
  4. Dividere la pasta riposata in 20-24 piccoli pezzi e con le mani dargli una forma arrotondata, stendere ogni pezzo molto sottilmente e formare dei fini tamponi, spennellare i bordi con poca acqua e distribuire equamente su una parte della pasta la ricotta.
  5. Chiudere a metà sigillando accuratamente i bordi, sbattere insieme 1 cucchiaio di olio e 1 cucchiaio di acqua, spennellare i bocconcini e cospargerli con i semi di sesamo.
  6. Cuocere nel forno caldo a 190 gradi per 15 minuti e accompagnare con gli spinacini conditi con poco olio, sale e succo di limone a piacere.