Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jan 20, 2022 Last Updated 3:05 PM, Jan 19, 2022

Il profumato e aromatico riso basmati questa volta si presenta nella sua pregevole versione integrale ricca di fibre e altre sostanze normalmente perse, considerando la presenza delle lenticchie e dei carciofi la dose di fibre è in questo modo di alto livello per un pieno di vero benessere!

Ma anche il gusto non scherza e questo piatto siamo sicuri soddisferà in pieno, le lenticchie rosse si trasformano in una intrigante salsa colorata che prende forza anche dall’aggiunta finale della maggiorana.

Come del resto succede anche ai carciofi trifolati in padella, questa erba aromatica, infatti, nella versione secca in particolare è estremamente preziosa nella cucina della salute perché grazie alla sua aromaticità naturale aiuta a contenere sia i condimenti grassi che il sale in genere sempre troppo nella nostra dieta!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di riso basmati integrale,
  • 2 chiodi di garofano,
  • 2 foglie di alloro fresco,
  • 2 piccoli porri,
  • 100 g di lenticchie rosse,
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro,
  • 5 carciofi,
  • ½ limone,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • maggiorana secca,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sciacquare il riso basmati e metterlo in una pentola insieme a 750 ml di acqua, aggiungere i chiodi di garofano e le foglie di alloro fresche, coprire e cuocere per 25-30 minuti circa fino a far assorbire dal riso tutta l'acqua
  2. Mondare i porri e affettarli finemente, in una casseruola rosolarli per 5 minuti circa insieme a un poco di olio d’oliva, aggiungere le lenticchie rosse, insaporire qualche minuto, unire il concentrato di pomodoro sciolto in 1 bicchiere di acqua e cuocere 5 minuti.
  3. Versare altri 2 bicchieri di acqua e portare a ebollizione, abbassare la fiamma e cuocere per 20 minuti abbondanti salando solo negli ultimi 5 minuti, una volta pronte e tenere frullare le lenticchie (versare un altro poco di acqua se troppo asciutte) fino a formare una crema densa da profumare con un poco di maggiorana secca.
  4. Nel frattempo pulire con cura i carciofi e affettarli mettendoli in acqua acidulata con poco succo di limone, sbucciare e tritare l’aglio, rosolarlo velocemente in una padella insieme a 2-3 cucchiai di olio, aggiungere i carciofi ben scolati, salare, pepare, coprire e cuocere per 10 minuti abbondanti profumando sempre con della maggiorana secca.
  5. Una volta pronto il riso eliminare l'alloro e i chiodi di garofano, condirlo con la crema di lenticchie rosse, tritare grossolanamente i carciofi trifolati, pressare in stampi tondi ad anello uno strato di riso con sopra uno strato più sottile di carciofi, sfilare e decorare a piacere.

Un tris di buona frutta stagionale questo dessert a iniziare dalle pere che consigliamo di scegliere preferendo come varietà delle Decana o delle Williams molto mature, una condizione che ci consentirà così di limitare al minimo la dose di zucchero che abbiamo messo intenzionalmente variabile!

Fanno da contraltare alle pere i kiwi portando anche una bella nota di colore verde e il tutto è completato a livello di frutta fresca dai rossi chicchi della melagrana.

I profumi arrivano invece dagli intensi chiodi di garofano che se non piacciono possono essere sostituiti da cannella e dalla buccia di limone grattugiata con il tocco finale delle scaglie di cioccolato fondente.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 pere decana o Williams medie mature,
  • 30-50 g di zucchero di canna in base alla dolcezza delle pere,
  • 2 cucchiai di miele d'acacia o sciroppo d’acero,
  • 2 chiodi di garofano,
  • 1 cucchiaino raso di agaragar,
  • 40 g di cioccolato fondente,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 3 kiwi,
  • 1-2 cucchiai di melagrana sgranata

Preparazione

  1. Sbucciare le pere, dividerle in 4 parti eliminando i semi interni, affettarle e metterle in una pentola insieme allo zucchero di canna e i chiodi di garofano.
  2. Cuocere la frutta per 12-15 minuti fino a renderla morbida, recuperare 3-4 cucchiai del succo che fuoriesce dalla frutta in cottura mettendolo in un bicchiere, in questo succo quando freddo sciogliere con cura l’agaragar evitando di formare grumi.
  3. Sbucciare 2 kiwi, tagliarli in piccoli pezzi e frullarli velocemente con il miele o lo sciroppo e la buccia di limone formando una salsina da conservare in frigorifero.
  4. Frullare finemente le pere cotte eliminando prima i chiodi di garofano, unire alla crema l’agaragar sciolto, riportare a ebollizione e cuocere 2 minuti a calore basso.
  5. Distribuire in singole coppettine, lasciare raffreddare per almeno 3-4 ore, sformare al centro dei piatti, coprire con la salsina di kiwi e decorare con il restante kiwi a fette, scaglie di cioccolato fondente e chicchi di melagrana.

I modi di preparare degli involtini vegetali senza ricorrere necessariamente a carne e pesce sono molteplici, molti ortaggi, infatti, hanno foglie molto interessanti e utili a questo scopo come gli ottimi porri.

Sfogliati come racconta la ricetta e appena scottate le parti di porri più grandi si possono riempire con tutto quello che viene in mente, qui la scelta è ricaduta su uno dei migliori legumi che possiamo consumare quotidianamente aromatizzato bene con lo zenzero fresco, i ceci.

Si è poi voluto dare un tocco gratinato al tutto e così si è realizzata, senza per altro sprecare nulla dei porri, anche una semplice salsa di pomodoro profumata al limone cospargendo gli involtini per la gratinatura in forno con parmigiano grattugiato che volendo è possibile sostituire anche con mandorle tritate finemente!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 porri medi,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 250 g di ceci lessati,
  • 150 g di passata di pomodoro,
  • ½ cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 50 g circa di parmigiano grattugiato,
  • latte,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i porri dalla parte verde delle foglie, con un coltellino affilato incidere lievemente per il lungo e separare le prime 4 foglie bianche esterne più belle, lavare le restanti e affettarle sottilmente insieme alle parti verdi.
  2. Mettere i ¾ dei porri affettati in una padella insieme a 2-3 cucchiai d'olio e lo zenzero grattugiato, coprire e rosolare per 10 minuti circa a calore basso, aggiungere i ceci, insaporire per 5 minuti e frullarle fino a ottenere una crema densa eventualmente da allungare con poco latte.
  3. In una piccola casseruola mettere i restanti porri affettati con 1-2 cucchiai di olio e rosolarli per 5 minuti, aggiungere la passata di pomodoro allungata con dell’acqua, salare, cuocere per 5-10 minuti e infine profumare con la buccia di limone grattugiata.
  4. Portare a ebollizione poca acqua e lessare per 1 minuto una alla volta le 8 foglie di porro intere, trasferirle in acqua fredda e successivamente asciugarle dividendole a metà in modo da ottenere 16 basi rettangolari di foglie bianche.
  5. Spalmare su queste basi la crema di ceci, arrotolare a involtino e sistemare in una pirofila ricoperta con carta da forno, distribuire sopra la salsina di pomodoro, cospargere con il parmigiano grattugiato e gratinare nel forno caldo a 190 gradi per 5 minuti abbondanti.