Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa questa pagina

Cucina Naturale Novembre 2011

Pubblicato in Articoli 2011
Letto 1726 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)

Gli Articoli dello Chef

Iniziamo a entrare nella vera stagione fredda e per scaldarsi e provare piacere niente di meglio di calde e gustose ricette cariche di profumi e aromi, come quelle presenti nel numero di novembre di Cucina Naturale.

All'interno 3 articoli quanto mai interessanti scritti dallo Chef. Nell'articolo di apertura sulle ricette di stagione un interessante carrellate di preparazioni con protagonisti due ottimi ortaggi un po' meno conosciuti rispetto ai soliti "noti" autunnali, i topinambur e le patate dolci, se già non li conoscere scoprirete sapori sorprendenti e intriganti che vi conquisteranno al primo colpo.

Tempo di raccolta di olive e produzione di olio nuovo, l'olio appena franto e ricchissimo di profumi e aromi dell'oliva, il secondo articolo è tutto dedicato alla valorizzazione di questo puro nettare naturale dai colori giallo verdi.

Nel servizio sulle ricette light ci sono 3 eccellenti ricette dolci a basso impatto calorico che valorizzano la frutta nei dessert, senza costringere a sentirsi in colpa se si desidera concludere un pasto con una meritata gratificazione sensoriale.

Infine nella ricetta filmata troverete un'ottima ricetta di lasagne farcite con un'intrigante combinazione di radicchio rosso, buona ricotta e mandorle.

La Ricetta del Mese

Mini lasagne con radicchio rosso, ricotta e mandorle

mini-lasagne-radicchio-rosso-ricotta-mandorle

Preparazione:

Sfogliare e lavare con cura il radicchio, tritare la parte rossa di 3-4 foglie insieme a una punta dello spicchio d'aglio sbucciato e mescolarle subito con 3-4 cucchiai di olio, affettare il restante radicchio e con una centrifuga asciugarlo il più possibile.

Tritare l'aglio rimasto e in una padella dal fondo spesso rosolarlo velocemente insieme a poco olio, aggiungere il racchio, salare, pepare e cuocere a calore alto per 5 minuti abbondanti mescolando e...

Leggi la ricetta

 

Anteprima articolo

Topinambur & patate dolci

topinambur-patate-dolciTopinambur e patate dolci hanno in comune la stessa provenienza Americana, una polpa chiara di consistenza simile alla classica patata e comuni metodologie di cottura. Si differenziano principalmente per le dimensioni esterne e il sapore interno, i primi sono di grandezza medio piccola e hanno un aroma che ricorda molto da vicino i carciofi, le seconde sono decisamente più grandi e come dice il nome il loro gusto è dolciastro.

Sono ingredienti tipicamente autunnali, ma meno diffusi e usati di altri, in particolare la patata dolce, ciò non toglie che possano essere usati per la preparazione di ricette interessanti e buone aiutando a variare il menu quotidiano, arricchendo di sostanze protettive e sapori nuovi l’alimentazione quotidiana.

 

Anteprima articolo

Il gusto dell'olio

olio-paneNovembre e dicembre sono i mesi dell'olio nuovo di olive, il condimento per eccellenza che appena spremuto rivela tutta la sua fragranza.

L’invito è ad approfittare di questo periodo per conoscere meglio un olio che non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole e che spesso non ha nulla a che vedere con l’economico condimento comprato a buon mercato per risparmiare, un risparmio fittizio in realtà in quanto il potere condente di un buon extravergine è sempre superiore e dalla grande resa.

Andare a conoscere direttamente nei frantoi e nelle aziende il nuovo prodotto può servire a far decadere i molti preconcetti che l’olio di olive a volte si porta dietro, le sorprese saranno molteplici e certamente il ricordo dell’assaggio e della degustazione indelebile nel tempo, anche perché solo in questa occasione si è in grado di apprezzare al massimo il ridotto grado di acidità, l’elemento che distingue un buon olio da un altro.

Ma limitarsi ad assaggiare in semplice bruschette di pane questo eccellente prodotto è troppo riduttivo e rischia di non rendergli pienamente omaggio, sono invece molti gli abbinamenti olio cibo, soluzioni culinarie sempre pratiche e di semplice preparazione.

Possono essere usate come antipasti, per accompagnare la degustazioni di vini, come merenda originale, per una assaggio fantasioso di sfiziosità e golosità a base di olio, spuntini fuori orario e molto altro.