Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Aug 12, 2020 Last Updated 10:18 AM, Aug 7, 2020

Consigli e ricette di uno chef

Descrizione:

Nuova edizione del libro più completo e venduto dello Chef Giuseppe Capano.
Molti i miglioramenti, dall'accattivante e bella copertina. Dall'agile e intuitiva grafica interna, con una qualità di contenuti non solo rimasta invariata, ma migliorata nei suoi aspetti più importanti.

Lo Chef, infatti, ha riscritto completamente tutte le ricette, spiegando e illustrando meglio tutti i passaggi e gli accorgimenti necessari per un sicuro risultato culinario.
Una sensibilità divulgativa, in costante miglioramento, frutto dell'esperienza nel scrivere sempre nuovi articoli, insegnare a persone con esigenze diverse, esaminare e confrontarsi con le ricette di colleghi e professionisti del settore.
Un vantaggio non indifferente per i fortunati lettori del libro, che si somma a un ulteriore e gradevole sorpresa: la diminuzione del prezzo di copertina.

Fisionomia

  1. 350 pagine, 204 ricette,
  2. Indice alfabetico delle ricette,
  3. Indice per ingredienti,
  4. Tabella delle stagioni,
  5. Glossario dei termini tecnici,
  6. Gli strumenti di cucina nel dettaglio,
  7. La cucina dei sensi,
  8. L'ergonomia dell'ambiente di lavoro,
  9. Dal negozio alla tavola: caratteristiche organolettiche, spesa, conservazione, pulizia, taglio e metodi di cottura degli alimenti.

 

 

 

Anteprima Ricette

spumata-di-verdura-san-sosteneSpumata di verdura San Sostene

Preparazione:
Scolare i fagioli e lessarli per 45 minuti insieme a ½ l d'acqua e i semi di finocchio, sfogliare, lavare e affettare finemente la verza, sbucciare, lavare e tagliare in piccoli dadini le patate...

Leggi la ricetta

 

 

torta-alle-cipolleTorta di cipolle

Preparazione:
Impastare le due farine con un pizzico di sale, il lievito sciolto in poca acqua tiepida e l’altra acqua necessaria a ottenere un composto morbido da coprire con un panno umido e lasciare lievitare al caldo per almeno 90 minuti...

Leggi la ricetta

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

Non è difficile seguire un'alimentazione che aiuti a prevenire i tumori a tavola, non ci sono difficoltà tecniche particolari, le risorse gastronomiche sono infinite e raccolte all'interno della tradizione di cucina, la moderna scienza nutrizionale ci aiuta a scegliere con cognizione le sostanze migliori. Quale è allora la discriminante che spinge a non curarsi abbastanza di questo basilare aspetto di vita? La risposta è complessa, ma un ruolo determinante è da imputare alla bassa posizione nella scala dei valori personali che l'atto di cucinare riveste oggi per molte persone.

Bisogna avere amore, passione, gioia di scoprire nuovi sapori, voglia di nutrire con i profumi dei piatti il naso, la bocca, la pancia, essere disponibili a investire tempo, capire che l'ingrediente segreto è molto spesso la semplice pazienza di aspettare.

Se l'ostacolo principale è il tempo a disposizione la cura migliore è l'organizzazione preventiva; i legumi e i cereali in chicchi integrali possono essere preparati in quantità con largo anticipo e conservati ben sigillati in frigorifero, una banale centrifuga aiuta a lavare e asciugare rapidamente qualsiasi tipi di insalata e verdura a foglia, strumenti moderni come la pentola a pressione riducono di molto i tempi di cottura, impasti e paste fresche possono essere ridotti in porzioni o sfoglie e congelati in attesa dell'uso finale. Gli esempi sono molteplici e spesso le soluzioni vengono da se nel momento in cui ci si mette all’opera, l'importante è avere coscienza e consapevolezza della centralità che l'atto di cucinare ha per rendere veramente efficace una strategia alimentare di prevenzione.

Una strategia che si ritrova in tutte le ricette presenti nel libro seguendo il percorso tracciato dall'esperienza e dalla competenza del medico, ma tenendo sempre presente la qualità finale del piatto perché anche il piacere di mangiare con gusto può essere annoverato, nel suo piccolo, tra i segreti strategici per combattere le molte malattie strettamente legate all’alimentazione. E sul termine qualità e bene fare un ulteriore riflessione concentrando l'attenzione sul suo significato totale.

Qualità totale

La qualità totale (intendendo con questo termine l'utilizzo del 100 % del valore nutrizionale) dell'alimento usato per cucinare non è determinata solo dalla varietà particolare, dal colore, dall'aspetto, dalla resa, dalla stagionalità, dal corretto trattamento culinario, ma proprio perché totale è strettamente influenzata dal metodo "culturale" di coltivazione.

In questa forzatura terminologica ritroviamo il pressante invito alla scelta più vasta possibile di prodotti di origine biologica che per loro stessa natura favoriscono più che mai l'efficacia curativa degli alimenti nell'ottica di una prevenzione antitumorale fatta di gusto, salute e gioia dell'assaggio.

L'assenza pressoché totale di pesticidi e prodotti chimici di alcun tipo rende realmente possibile l'utilizzo integrale di ogni parte, come la preziosa buccia degli agrumi altrimenti da eliminare, e il vantaggio in termini di sapore e equilibrio nutrizionale finale è di fatto netta e consistente.

Per evitare qualsiasi ridondanza e ripetitività nelle ricette non viene continuamente specificata la natura degli ingredienti da usare, ma se proprio si deve o si è costretti a fare una scelta è bene cercare di reperire biologici almeno quegli alimenti di cui si utilizzano soprattutto le parti esterne o sono integralmente consumati a crudo.

 

 

Anteprima Ricette

Vellutata di fave con cipollotti allo zenzero e pomodori

vellutata-di-fave-cipollotti-zenzero-pomodori

Preparazione:

Scolare e sciacquare le fave, metterle in una pentola a pressione insieme alla patata sbucciata, lavata e tagliata a pezzettoni. Aggiungere 750 ml circa d'acqua, portare a ebollizione il tutto eliminando l'eventuale schiuma formatasi nel frattempo, salare leggermente, chiudere ermeticamente con il coperchio, abbassare la fiamma...

Leggi la ricetta

 

Crema di zucca e broccoletti con tofu marinato

crema-zucca-broccoletti-tofu-marinato

Preparazione:

Tritare grossolanamente il tofu e separatamente le nocciole, riunire i  due ingredienti in una ciotola e condirli con un pizzico di sale, poco olio d'oliva e abbondante coriandolo macinato lasciandoli marinare per 1 ora. Mondarli dalla terra residua e mettere a bagno i funghi in una tazza di acqua tiepida, sbucciare la cipolla, dividerla...

Leggi la ricetta

 

Couscous rinfrescante ai legumi e erbe aromatiche

couscous-rinfrescante-legumi-erbe-aromatiche

Preparazione:

Mondare e lavare zucchine e peperone tagliando le due verdure a dadini, sbucciare e tritare l’aglio, pulire i cipollotti conservando gran parte delle sommità verdi e affettarli sottilmente. Sfogliare, lavare e asciugare menta, basilico e maggiorana, portare a ebollizione il brodo, spegnere la fiamma, aggiungere il couscous, coprire  ...

Leggi la ricetta

Un'unione gustosa e salutare

Descrizione:

28 pesci, Tutte le verdure, 112 ricette di antipasti, primi, secondi o piatti unici.
Per scoprire gli abbinamenti più adatti tra il cibo dell’acqua e quello della terra.

Si pensa sempre al pesce e alla verdura come due soggetti distinti che possono comparire casualmente all’interno di uno stesso menu o di uno stesso piatto, ma che, di fatto, fanno parte di destinazioni diverse, di modi di alimentarsi alternativi.

Gli alimenti vegetali hanno invece un ruolo strategico, non solo per le loro comprovate qualità nutrizionali e salutari, ma per la straordinaria capacità di essere protagonisti alla pari con gli altri alimenti, dei quali mitigano e attenuano i difetti, rendendo più armonica la cucina.

Il libro nasce, quindi, dal desiderio di creare e raggruppare una serie di ricette buone e collaudate, dove sono valorizzate al meglio un gran numero di alimenti vegetali insieme ai pesci più comuni e presenti sul mercato.
Si mangia, si gusta e ci si appropria in questo modo di tutti gli aspetti positivi che i due alimenti portano con sé, senza che nessuno dei due prevalga sull’altro.

 

 

Anteprima Ricette

cannoli-farciti-gallinella-vongole-zucchineCannoli farciti con gallinella, vongole e zucchine

 

Preparazione:

Lavare con cura le vongole e tenerle a bagno con acqua e sale, sbattere a lungo l’uovo, stendere sottilmente la pasta e ricavare ...

Leggi la ricetta

 

infornata-sarde-farcia-pane-peperoneInfornata di sarde con farcia di pane e peperone

 

Preparazione:

Pulire e lavare molto bene le sarde, lavare bene il peperone, mondarlo da picciolo e semi e tagliarlo a dadini molto piccoli...

Leggi la ricetta

 

Il più recente libro dello Chef Giuseppe Capano

In tutte le librerie da inizio marzo 2020, per scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a condimenti e insaporitori

 

Il sale è uno degli elementi più abusati nella dieta quotidiana con conseguenze molto più incisive sulla salute di quanto si creda.
L’aspetto più incredibile però è che, per moltissime preparazioni di cucina, il sale non è affatto necessario, anzi ruba la scena a sapori e profumi dei cibi utilizzati alterandone le caratteristiche sensoriali e, a volte, annullandole del tutto. La sua assenza, o quantomeno drastica diminuzione, può farci ritrovare con estrema naturalezza aromi
di incredibile bontà in cui percepiamo completamente il valore del cibo consumato non più mascherato dalla sapidità aggiunta.
I piatti proposti sono vere rivelazioni in cui alleati preziosi come erbe aromatiche, spezie, olio extravergine d’oliva, semi oleosi, frutta secca e superfood hanno reso tutto più facile, sano e buono.

Potete trovarlo comodamente in vendita e scontato nel sito della casa editrice a questo indirizzo:

https://www.tecnichenuove.com/prodotto/senza-sale/

 Quarta di copertina def libro sale per CS

 

 

Le guide di Natura e Salute

La pasta fresca emblema dei primi piatti Italiani

La preparazione della pasta fresca, con uova o meno, è uno dei punti di forza della cucina Italiana, certamente la madre assoluta del concetto di primo piatto asciutto.
La combinazione tra cereali sfarinati, uova o altri liquidi, farce e salse di verdura, pesce e carne consente di realizzare numerose e sostanziose ricette aiutando a diversificare con gusto e sapore l'alimentazione quotidiana e allo stesso tempo arricchendola di preziose sostanza nutritive.

Per quanto sia pratico e in apparenza vantaggioso acquistare paste e impasti pronti è indubbio che il vantaggio evidente di una preparazione casalinga fatta con le proprie mani è nella possibilità esclusiva di poter controllare con certezza la qualità delle materie prime utilizzate.
Ma non solo, come tradizione insegna con la preparazione personale di una pasta fresca è possibile realizzare una quantità di varianti infinita combinando farine di diverso tipo, scegliendo di accompagnarle o meno con le uova, diversificando il tipo di formato finale, arricchendo con ripieni o salse particolari la pasta pronta, sfruttando la possibilità di realizzare con largo anticipo molte preparazioni o conservarle agevolmente tramite diversi sistemi.
Tutto questo richiede solo un po' di impegno e tempo, ma le regole da seguire sono tutto sommato poche e una volta acquisita una buona pratica risulta agevole e conveniente realizzare ogni tipo di impasto da se.

Un aiuto prezioso arriva da questo importante libro che segue un percorso il cui scopo è esaltare appieno il concetto di primo piatto di pasta fresca comprendendo in questo non solo la classica pasta all'uovo con i tradizionali formati lunghi, corti e ripieni, ma allargando il concetto anche agli impasti senza uova, al repertorio dei primi realizzabili con l'impasto per crespelle e al vasto mondo degli impasti per gnocchi, iniziando dai consueti con patate per arrivare a tutti gli altri.
Nella parte iniziale ci sono informazioni di base su cosa sono e come vanno eseguiti gli impasti di pasta fresca in generale sottolineando le regole comuni a tutte le preparazioni, consigli preziosi che è sempre bene tenere a mente per realizzare con soddisfazione e divertimento le ricette.

Ultimi articoli

Orzo cereale antico di sorprendente modernità

Orzo cereale antico di sorprendente mode…

21-07-2020 Mangiare sano

L’orzo è stato uno dei primi cereali ad essere ...

Basilico, la pianta regale per eccellenza

Basilico, la pianta regale per eccellenz…

16-07-2020 Erbe aromatiche

La pianta regale per eccellenza, tale è il signif...

Noci: vero elisir per la pelle

Noci: vero elisir per la pelle

13-06-2020 Mangiare sano

Le noci vantano un lunghissimo elenco di sostanze ...

Le ricette del mese

Quattro cereali ai profumi estivi con pinoli, zucchine e pomodori

Quattro cereali ai profumi estivi con pi…

07-08-2020 Primi

Mettere insieme le virtù di più varietà di cere...

Crema di zucchine con datterini marinati e ceci al curry

Crema di zucchine con datterini marinati…

03-08-2020 Minestre e Zuppe

Due ingredienti estivi di stagione, pomodori e zuc...

Crema di albicocche in forma al profumo di mandorle e limone con fondente

Crema di albicocche in forma al profumo …

29-07-2020 Dolci e Dessert

Le possibilità offerte dalle albicocche in pastic...

Invito alla Lettura

Prevenire l'osteoporosi

Prevenire l'osteoporosi

12-02-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Argomento molto dibat...

La casa naturale dalla A alla Z

La casa naturale dalla A alla Z

05-11-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Il volume presentato ...

banner