Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Sep 25, 2023 Last Updated 9:33 AM, Sep 21, 2023

Ingredienti per 4 persone:

  • 2-3 carote medie,
  • 60 g circa di olive nere morbide,
  • ½ cucchiaino scarso di buccia di limone grattugiata,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 1 cucchiaino di dragoncello secco,
  • 1 cucchiaio di zucchero,
  • 2-3 cucchiai di buon aceto,
  • 8 fette di pane integrale,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire le carote e tagliarle in sottili striscioline, snocciolare e tritare grossolanamente le olive nere, preparare la buccia di limone.
  2. Sbucciare e tritare l'aglio, rosolarlo velocemente con alcuni cucchiai di buon olio d'oliva, aggiungere le carote, le olive nere e il dragoncello secco, salare un poco e cuocere per circa 5 minuti a calore vivace.
  3. Aggiungere lo zucchero e dopo un minuto l'aceto lasciandolo sfumare, spegnere e lasciare intiepidire regolando di sale e aggiungendo la buccia di limone regolandola secondo i propri gusti.
  4. Farcire le fette di pane leggermente calde e accompagnare a scelta con del formaggio affumicato tagliato in sottili fettine.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 carote medie,
  • 10 semi di anice,
  • 250 g di di cavolfiore già pulito,
  • 250 g di ceci lessati,
  • 1 rametto grande di rosmarino fresco,
  • 100 g di couscous integrale,
  • 100 g circa di pangrattato per impanare,
  • sesamo nero,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Vi presentiamo un bel piatto colorato e ricco di profumi in cui la pregevole e molto benefica catalogna, verdura solo in apparenza povera, si abbina molto bene alle carote lievemente cotte a vapore.

Terzo protagonista è una buona mozzarella fresca che insieme alle nocciole porta struttura proteica e tanto gusto a completamento delle note sensoriali già soddisfacenti dei due ortaggi bicolore, senza dimenticare però anche il contributo della profumata menta.

Ma la differenza reale la fa l’eccellente condimento scelto in cui la curcuma, che vi consigliamo se la trovate nella versione fresca grattugiata, si esprime al meglio ben esaltata dalle molecole dell’olio e dall’immancabile presenza del compagno pepe!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 piccolo scalogno,
  • ½ cucchiaino di curcuma in polvere o 1 cucchiaino di fresca grattugiata,
  • 1 piccolo rametto di rosmarino fresco,
  • 8 piccole carote primaverili,
  • 1 manciata di foglie di menta fresca,
  • 500 g circa di cicoria catalogna,
  • 400 g di mozzarella fresca a propria scelta,
  • 40 g di nocciole tostate,
  • pepe,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare lo scalogno, dividerlo in 4 spicchi e scottarlo per per un minuto nell’aceto di vino, scolarlo e raffreddarlo.
  2. Lasciare in infusione per qualche ora in 4-5 cucchiai d’olio d’oliva extravergine la curcuma insieme allo scalogno scottato, al rosmarino pulito e a un pizzico di pepe.
  3. Pulire con cura le carote, con l’aiuto di una grattugia a 4 facce o uno strumento simile tagliarle in sottili e corte striscioline, disporle in un cestello e cuocerle a vapore per 2-3 minuti circa lasciandole un poco croccanti e profumando l’acqua con le foglie di menta fresca.
  4. Pulire e lavare con molta cura la cicoria catalogna e affettarla, metterla in una pentola con poca acqua e cuocerla per 10 minuti circa fino a intenerirla, scolarla strizzandola un poco e conservarla al caldo.
  5. Conservare possibilmente la mozzarella a temperatura ambiente toglierla dal frigorifero almeno 2 ore prima, scolarla con cura dall’acqua e tagliarla a fette, tritare grossolanamente le nocciole.
  6. Disporre secondo la propria fantasia carote, catalogna e mozzarella nei piatti alternando i colori o sovrapponendo le diverse componenti, salare a propria discrezione, farvi calare sopra l’olio alla curcuma, completare con le nocciole e un poco di pepe, infine decorare con altre foglie di menta fresca.

Queste piccole polpette piatte mettono al centro della loro bontà gli ottimi ceci tra i legumi meglio tollerati e poliedrici che è possibile utilizzare in cucina e che andrebbero sempre più usati.

Arricchiscono la composizione le carote in un mescolamento tutto a crudo senza cottura preliminare che invece avviene alla fine con un fritto che se ben eseguito non è mai invasivo e realmente problematico malgrado la cattiva nomea ricca di pregiudizi!

A profumare abbiamo invece un bell’elenco di aromi, aglio e cipolla per cominciare, prezzemolo, coriandolo in grani e buccia di limone per completare dei gustosissimi bocconcini che a seconda delle dosi possono essere un buon aperitivo antipasto o anche un sostanzioso secondo piatto!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 220 g di ceci lessati,
  • 150 g di carote,
  • ¼ di cipolla bianca,
  • 1 piccolo spicchio d’aglio,
  • 1 grossa manciata di foglie di prezzemolo fresco,
  • 1 cucchiaino scarso di coriandolo in grani,
  • 50-60 g di pangrattato,
  • 1 uovo,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • olio d’arachide,
  • sale.

Preparazione

  1. Riunire insieme in un tagliare le foglie di prezzemolo lavate e asciugate, l’aglio e la cipolla sbucciati, i grani di coriandolo, con un coltello tritare tutto finemente.
  2. Sbucciare le carote e tagliarle in piccoli pezzi, metterle in un frullatore e frullarle fino a renderle tritate ma senza esagerare, trasferirle in una ciotola e nello stesso frullatore mettere i ceci con il trito di prezzemolo.
  3. Frullare finemente gli ingredienti e aggiungerli alle carote, unire l’uovo, un pizzico di sale, la buccia di limone e inizialmente quasi tutto il pangrattato, mescolare fino a ottenere un composto morbido uniforme da completare con il restante pangrattato se troppo molle.
  4. Formare delle polpette tonde della dimensione di una piccola noce e appiattirle un poco, friggerle in abbondante olio caldo, scolarle su carta assorbente e accompagnarle con del limone da spremere al momento e un insalatina verde da condire a piacere.

Una bella combinazione per presentare, gustare e apprezzare le carote a crudo in maniera diversa grazie alla piacevole presenza dei porri cotti in agrodolce dopo essere stati profumati con l’ottimo rosmarino fresco.

Contribuisce alla gradevolezza dell'insieme un frutto stagionale che in cucina porta sempre note positive oltre che un carico di salute, le arance con il loro succo e la loro buccia.

Completano il piatto le olive nere e l’insalata verde di stagione spaziando dalla classica lattuga fino alle varietà più locali tra le tante che per fortuna ancora ci sono e sanno fare la differenza soprattutto di derivazione biologica!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 arancia biologica,
  • 1 cucchiaino di rosmarino tritato,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • 50 g di olive nere kalamata,
  • 2 porri medi,
  • 1 cucchiaio di zucchero,
  • 3 cucchiai di aceto,
  • 4 carote medie,
  • 1 cespo di insalata verde di stagione,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare e asciugare l'arancia, grattugiare 1 cucchiaino scarso della buccia e spremere il succo, preparare il rosmarino e il prezzemolo, snocciolare e tritare le olive nere.
  2. Mondare i porri da quasi tutta la parte sommitale verde e dalle prime foglie esterne più brutte e fibrose, inciderli per il lungo con un coltellino affilato, sfogliarli completamente, lavarli con cura e affettarli.
  3. Rosolarli per 10 minuti abbondanti in una padella insieme a 3-4 cucchiai d'olio e il rosmarino, aggiungere lo zucchero sciolto nell'aceto, cuocere ancora 1 minuto e lasciare intiepidire il tutto.
  4. Pulire le carote e tagliarle in sottili striscioline o a julienne aiutandosi eventualmente con una grattugia a 4 facce, disporle in una terrina e condirle con un pizzico di sale, i porri, il prezzemolo, le olive, il succo e la buccia dell'arancia.
  5. Coprire e lasciare marinare per almeno 1 ora.
  6. Servire le carote fredde o tiepide pressate in uno stampo tondo e decorate con germogli freschi, circondarle con l’insalata verde tagliata sottilmente versando su questa un filo d’olio.