Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jun 30, 2022 Last Updated 8:49 AM, Jun 27, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 20 g di funghi secchi,
  • 160 g di gorgonzola dolce,
  • 50 ml di latte,
  • 4 porri medio piccoli,
  • 20 noci intere,
  • 1 cucchiaio abbondante di prezzemolo tritato,
  • 4 cucchiai di pangrattato,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 320 g di bavette,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno i funghi secchi in una tazza di acqua tiepida per almeno 20 minuti, tagliare il gorgonzola in pezzi e scioglierlo a bagnomaria con il latte.
  2. Togliere la parte verde dei porri, dividerli in due parti per il lungo, lavarli con cura sotto l'acqua corrente e affettarli finemente facendoli rosolare per 10 minuti a fuoco dolce in una padella con 4 cucchiai d'olio d'oliva.
  3. Nel frattempo sgusciare le noci, tritarne grossolanamente i 2/3 e finemente le restanti, scolare i funghi dall'acqua di ammollo e tritarli, aggiungere le noci tritate grosse, i funghi e la metà del prezzemolo tritato al soffritto di porri, mescolare e cuocere per altri 5 minuti.
  4. In un padellino tostare il pangrattato a calore basso per alcuni minuti fino a dorarlo, raffreddarlo e mescolarlo con il prezzemolo rimasto, le noci tritate fini e la buccia di limone.
  5. Lessare in abbondante acqua le bavette, scolarle al dente non troppo asciutte e metterle subito nella padella dei porri lasciandole insaporire brevemente, unire il gorgonzola sciolto e mescolare.
  6. Mettere nei piatti le bavette e cospargerle con la granola di pangrattato aromatizzato decorando con delle noci a piacere.

Una versione di piccoli muffin profumati intensamente all’arancia con il contributo aromatico delle ottime nocciole e dell’uvetta che serve anche per non caricare troppo di zucchero il dolce.

Per il grasso di base questa volta si è scelto di dare spazio al burro limitandone però anche qui il quantitativo rispetto agli standard classici.

Mentre per le farine c’è una bella sinergia tra una più raffinata e una più integrale in un bell’equilibrio tra esigenze nutrizionali e quelle di morbidezza finale dei muffin per un risultato finale davvero molto gradevole!!

Ingredienti per 12 muffin:

  • 100 ml di latte,
  • 100 g di uvetta,
  • 75 g di burro,
  • 50 g di nocciole sgusciate tostate,
  • 1 cucchiaio di buccia di arancia grattugiata,
  • 50 g di zucchero di canna,
  • 1 uovo,
  • 100 g di farina 0,
  • 100 g di farina tipo 2,
  • ½ bustina di lievito per dolci,
  • 12 piccoli stampini da forno,
  • poco burro e farina per gli stampini

Preparazione

  1. Scaldare il latte, tritare grossolanamente l'uvetta e metterla in infusione nel latte caldo per almeno 20 minuti.
  2. Ammorbidire il burro lasciandolo a temperatura ambiente per 30 minuti circa, tritare le nocciole, preparare la buccia di arancia, imburrare e infarinare 12 piccoli stampini o pirottini da muffin.
  3. Con l’aiuto di una frusta mescolare bene il burro morbido con lo zucchero e la buccia di arancia fino a ottenere una soffice crema, aggiungere l'uovo e dopo averlo ben amalgamato le due farine setacciate insieme al lievito.
  4. Non unirle tutte in una volta però, ma alternarle con un poco di uvetta insieme al latte in modo da facilitare il mescolamento complessivo, quando ottenuta una massa morbida e cremosa incorporare anche le nocciole.
  5. Distribuire l'impasto negli stampini da muffin, cuocerlo nel forno caldo a 180 gradi per 20-25 minuti circa, raffreddare e servire con eventualmente un poco di zucchero a velo.

Una buona preparazione vegetariana che a seconda delle dosi servite può essere utilizzata come sfizioso antipasto o interessante secondo piatto.

A base di patate e cipolle, una coppia spesso usata nella cucina regionale Italiana, profumate con la salvia fresca un erba aromatica troppo spesso ed erroneamente relegata solo alla carne si arricchisce poi con uova e parmigiano.

Non certo da consumare tutti i giorni, rimane però molto utile quando si vogliono trovare gustose alternative di secondi vegetariani da abbinare possibilmente a porzioni abbondanti di verdure seguendo lo schema esemplare di iniziare con una proposta cruda come un insalata seguita da una cotta in base agli ortaggi di stagione presenti sul mercato!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 10-12 foglie di salvia fresca,
  • 500 g di patate,
  • 1 cipolla medio piccola,
  • 6 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato,
  • 4 grandi uova,
  • 1 bicchiere di latte,
  • semi di papavero,
  • paprica in polvere,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare e asciugare le foglie di salvia, sbucciare e tagliare in piccole fette spesse 1-2 mm le patate, sbucciare e affettare altrettanto finemente la cipolla.
  2. Condire le due verdure con la salvia intera, un pizzico di sale e 2-3 cucchiai d'olio d'oliva, metterle in una padella e cuocerle per 15-20 minuti circa a calore medio saltandole di frequente senza però mai mescolarle con un cucchiaio.
  3. A parte preparare il parmigiano, sbattere bene le uova con un pizzico di sale, intiepidire le patate eliminando o lasciando a scelta le foglie di salvia, conservarne da parte 2 cucchiai e mescolare le restanti con le uova unendo in ultimo 4 cucchiai di parmigiano.
  4. Traferire in una tortiera tonda bassa da 26 cm circa rivestita con carta da forno e cuocere nel forno caldo a 190 gradi per altri 20 minuti circa.
  5. Nel frattempo frullare le patate messe da parte con il restante parmigiano, abbondante paprica (dosandola secondo i propri gusti) e il solo latte necessario a ottenere una fluida salsina.
  6. Lasciare assestare 10 minuti e tagliare il tortino in spicchi, accompagnare con la salsina alla paprica e decorare con i semi di papavero.

Un buon flan vegetariano questo che vi presentiamo oggi con l’elemento di base che sono i dolci e delicatamente aromatici finocchi, ortaggi molto poliedrici e ottimi sia a crudo che a cotto.

La struttura al flan viene data oltre che dalle classiche uova da una buona ricotta soda e compatta e dal pecorino che in maniera originale viene frullato in precedenza con le mandorle aumentando così anche la quota nutrizionale nobile.

Il tutto è concluso da una gradevole salsina a base di funghi la cui semplicità e velocità la rende anche adatta per accompagnare molte altre ricette simili o anche condire vantaggiosamente un buon piatto di pasta!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 10 g di funghi porcini secchi,
  • 3 finocchi medi,
  • 1 cucchiaino raso di maggiorana secca,
  • 50 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • 120 g di pecorino a media stagionatura,
  • 3 uova,
  • 250 ml di latte,
  • 250 g di ricotta fresca,
  • farina di mais grossa,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno i funghi secchi in una tazza di acqua tiepida, lavare gambi verdi, foglie esterne dure e il cuore interno dei finocchi conservando da parte le foglioline verdi, affettare il tutto condendo con 3 cucchiai d'olio, la maggiorana e un pizzico di sale.
  2. Trasferire in una padella, coprire e cuocere per 10 minuti circa a calore medio, a parte mettere le mandorle in una piccola teglia e tostarle nel forno caldo a 160 gradi per più di 5 minuti, quindi raffreddarle.
  3. Frullare i finocchi cotti finemente in crema lasciandoli intiepidire, tagliare il pecorino in piccoli pezzi e frullarlo finemente insieme alle mandorle tostate.
  4. In una ciotola sbattere bene le uova con il latte, aggiungere la crema di finocchi insieme alle mandorle e al pecorino frullati, unire i 2/3 della ricotta, oliare leggermente 4 stampini da forno in terracotta da 10 cm circa di diametro, cospargerli con la farina di mais, distribuire il composto di finocchi e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 25 minuti.
  5. Scolare i funghi dall’acqua di ammollo, frullarli finemente con la ricotta rimasta, 1 cucchiaio di olio, un pizzico di sale e l’acqua di ammollo stessa sufficiente a ottenere una salsina da scaldare a bagnomaria.
  6. Lasciare consolidare a temperatura ambiente per 5 minuti i flan, sformarli disponendoli in piatti piani, servirli ricoprendoli con la salsa calda di funghi decorando con le foglioline verdi e delle altre mandorle tostate ridotte in scaglie.

Ingredienti per 4 persone:

  • 6-700 g di cardo gobbo,
  • 2 foglie di alloro,
  • 2 limoni,
  • 250 g di topinambur,
  • 3 cucchiai di farina bianca,
  • 400 ml di latte,
  • 4 piccole patate a pasta bianca,
  • 250 g di filetti di merluzzo,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 175 g di ricotta soda e asciutta,
  • 4 uova,
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato,
  • sale.