Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Feb 06, 2023 Last Updated 1:17 PM, Feb 3, 2023

Ingredienti per 4 persone:

  • 5-600 g circa di cavolo verza,
  • 2 porri,
  • 150 g di tofu,
  • 300 g di ceci lessati,
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 200 g di passata di pomodoro,
  • 4 cespi di indivia belga,
  • 1 cucchiaino di timo sfogliato,
  • la punta di un cucchiaino di curcuma in polvere,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Staccare le foglie di cavolo verza eliminando la parte di coste più dure, sbollentare le singole foglie in acqua bollente per 2-3 minuti e travasarle in acqua ghiacciata, scegliere le 5-6 foglie più grandi e tenerle da parte, tritare grossolanamente le restanti.
  2. Mondare con cura i porri dalla parte verde, inciderli in due per il lungo fermandosi prima della radice finale e lavarli con cura, affettarli e metterli in una padella con 2-3 cucchiai di olio rosolandoli a calore medio basso per 10 minuti.
  3. Tagliare il tofu in cubetti grandi come i ceci e aggiungere i due ingredienti insieme allo zenzero al soffritto di porri, salare poco e continuare la cottura per altri 10 minuti.
  4. Nel frattempo sbucciare e tritare l'aglio, rosolarne la metà con poco olio in un pentolino, aggiungere la passata di pomodoro, salare e cuocere 5 minuti abbondanti, rosolare il restante aglio in una padella con 1-2 cucchiai di olio, aggiungere l'indivia belga tagliata a striscioline, il timo, poco pepe e la curcuma, cuocere per 3-4 minuti.
  5. Aggiungere alla base di tofu e ceci il cavolo tritato e continuare la cottura per 5 minuti, intiepidire e frullare finemente lasciando completamente raffreddare, con le mani formare delle piccole polpette piatte e adagiarle in un cestino per la cottura a vapore ricoperto con le foglie di cavolo tenute da parte.
  6. Coprire e cuocere a vapore per 5 minuti abbondanti utilizzando l'acqua di sbollentatura delle foglie di cavolo, togliere il coperchio, aspettare altri 5 minuti per lasciare leggermente asciugare le polpette, stendere a nido l'indivia belga nei piatti, adagiarvi sopra le polpettine di cavolo e completare con la salsa di pomodoro decorando a piacere.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 piccoli peperoni rossi,
  • 6 piccole patate a pasta bianca,
  • 300 g di fagiolini,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo nero,
  • Condimento olio extravergine d'oliva al Timorigano Monaco,
  • Condimento olio extravergine d'oliva al Basilico Monaco,
  • poco latte,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare i peperoni, asciugarli, adagiarli in una teglia, disporli nel forno caldo a 190 gradi e cuocerli per 15 minuti circa fino a che la pelle esterna sia ben scurita.
  2. Togliere i peperoni dal forno, chiuderli per 15-20 minuti in un sacchetto di carta o plastica, eliminare la pellicina esterna abbrustolita, il picciolo e i semi, se necessario sciacquarli molto velocemente, metterli in un frullatore e frullarli finemente insieme a 2 cucchiai di olio al basilico e un pizzico di sale fino a creare una crema densa.
  3. Nel frattempo lavare le patate e lessarle intere con la buccia per circa 15-20 minuti, ridurle in purea e mescolarle con 2 cucchiai di olio al timorigano, poco sale e il solo latte sufficiente a creare una crema morbida da conservare al caldo.
  4. Pulire i fagiolini e lessarli al dente fino a lasciarli molto croccanti, scolarli trasferendoli in acqua ghiacciata, condirli con un pizzico di sale, 1-2 cucchiai di olio al basilico, metterli in un foglio di carta da forno con i bordi attorcigliati e scaldarli a vapore per qualche minuto.
  5. Stendere la crema di patate calda sul fondo dei piatti e appoggiarvi sopra a graticola i fagiolini, negli spazi liberi mettere una punta di crema di peperoni rossi, versare un filo di olio al timorigano e decorare con pochi semi di sesamo nero.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di fagiolini neri o verdi,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 1 mazzetto di basilico fresco,
  • 1 cucchiaio di semi di papavero,
  • 1 cucchiaio di buccia di limone grattugiata,
  • 320 g circa di caserecce o altra pasta simile,
  • 80 g circa di pecorino semi stagionato,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 100 g di fagioli bayo messi a bagno per 12-18 ore in abbondante acqua,
  • 2 grandi porri,
  • 1 rametto di rosmarino fresco,
  • 1 peperoncino,
  • 2 patate,
  • 2 carote,
  • 150 g di mais lessato,
  • 4 pomodori,
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tritata,
  • 40 g di arachidi sgusciate,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Scolare e sciacquare ripetutamente i fagioli, pulire con cura i porri lasciando buona parte del verde normalmente scartato e lavarli con cura.
  2. Tagliarli in grosse fette mettendole in una pentola per zuppe insieme al rosmarino sfogliato e tritato con il peperoncino e 2-3 cucchiai di olio, rosolare a calore basso per 15 minuti.
  3. Pulire le patate e le carote, lavarli e tagliarli in pezzettoni, unirli alla base di porri insieme ai fagioli e al mais precotto, mescolare, coprire con 1,2 l circa di acqua e cuocere per 60 minuti complessivi.
  4. Lavare i pomodori, tagliarli a cubetti e condirli con olio sale e erba cipollina, tritare finemente le arachidi.
  5. Frullare la zuppa fino a ottenere una crema liscia e morbida da regolare di sale e densità, distribuirla nei piatti e metterci nel mezzo i pomodori all'erba cipollina decorando con le arachidi tritati.
  6. Eventualmente lasciare una parte di mais a chicchi da far vedere.

Il notevole apporto in omega 3 e altre sostanze super benefiche per l’organismo fornito dalla buonissima crema condente al pesto con semi di lino è sembrata perfetta per questa ricetta.

L’intento, infatti, era quello di riuscire a realizzare una gustosa preparazione a base di baccalà o merluzzo con un incremento interessante del livello di omega 3 e al tempo stesso valorizzante la bontà del pesce.

Possiamo dire di esserci riusciti pienamente grazie alla qualità alta del condimento che deve molto alla altrettanto alta qualità del basilico fresco utilizzato senza dimenticare il contributo fondamentale dato dalla presenza dei semi di lino alleati in questo caso con il pesce di mare!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 piccola cipolla bianca,
  • alcuni rametti di prezzemolo fresco,
  • 2 foglie di alloro fresco,
  • 300 g di filetto di baccalà ammollato o merluzzo fresco,
  • 3-4 cucchiai di crema condente al pesto con semi di lino,
  • 80 g circa di mini lingue al pesto o altri grissini di qualità,
  • grani di pepe nero,
  • olio extravergine di oliva ligure,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare la cipolla bianca e affettarla finemente, metterla in una casseruola con il prezzemolo, le foglie di alloro e poco pepe in grani, portare a ebollizione, abbassare la fiamma e lasciare cuocere per 10 minuti abbondanti, filtrare disporre in una padella grande abbastanza da contenere il pesce.
  2. Sciacquare i filetti di baccalà o merluzzo e adagiarli nel brodo profumato, a calore molto basso cuocerli per 10 minuti circa lasciandoli inseguito raffreddare.
  3. Ridurre in piccoli pezzi il pesce e disporlo in un frullatore con insieme alla crema condente al pesto con semi di lino, lavoralo con il frullatore unendo anche un poco del suo brodo di cottura fino a ottenere la consistenza di una mousse regolandola di sale.
  4. Spremere la mousse direttamente nei piatti con una sacca da pasticceria o metterla in singole ciotoline da paté e accompagnarla con le mini lingue, altri grissini simili di fattura artigianale o al limite con crostini tostati di buon pane di semola.