Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

May 25, 2022 Last Updated 9:16 AM, May 24, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cucchiaio di capperi sottosale,
  • 100 g di olive nere morbide tipo kalamata,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • 400 g di tofu al naturale,
  • 1 limone,
  • 2 piccoli avocadi maturi,
  • 1 mazzetto di erba cipollina,
  • 6 pomodori secchi sottolio,
  • 150 g circa di farina gialla per l'impanatura,
  • 1-2 manciate di germogli di lenticchie, soia o altro tipo,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 rametto grande di rosmarino fresco,
  • 50 g di maizena,
  • 120 g di farina di riso integrale,
  • 50 g di farina di grano saraceno,
  • 2 piccoli scalogni,
  • 1 manciata di foglie di prezzemolo,
  • 4 carciofi,
  • 150 g di formaggio Stelvio o semplice scamorza,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare e tritare molto finemente l’aglio con le foglioline verdi del rosmarino, metterlo in un pentolino con 2 cucchiai abbondanti di olio e rosolarlo delicatamente a fuoco basso per 2-3 minuti.
  2. Sciogliere la maizena con 60 ml di acqua, aggiungerla al soffritto e far addensare fino a formare una massa molto compatta, spegnere il fuoco, aspettare 2-3 minuti e diluirla con altri 60 ml di acqua mescolando fino a formare una cremina.
  3. Impastare le due farine con questa cremina e un pizzico di sale unendo altra farina di riso o un altro poco di acqua se dovesse servire, avvolgere in un panno e lasciare riposare.
  4. Sbucciare gli scalogni e tritarli finemente con il prezzemolo, metterli in una padella con 2-3 cucchiai di olio e rosolarli a calore basso per 5 minuti abbondanti, pulire con cura i carciofi eliminando le foglie esterne e parte del gambo, dividerli a metà, togliere l'eventuale barbetta interna, affettarli e aggiungerli al soffritto, salare, coprire e cuocere per 15 minuti circa a fuoco basso bagnando con poca acqua se necessario.
  5. Stendere sottilmente la pasta riposata su un foglio di carta da forno infarinandola poco e distribuirvi sopra il composto di carciofi tiepido e il formaggio affettato sottilmente, alzando il foglio di carta arrotolare delicatamente come se si trattasse di un normale strudel dolce chiudendo le estremità, ritagliare la carta in più e adagiare il rotolo su una teglia.
  6. È anche possibile realizzare 2 strudel più piccoli da tagliare poi a metà o 4 singoli da porzione, spennellare la superficie con il fondo oleoso di cottura dei carciofi mescolato a 2-3 cucchiai di acqua e cuocere nel forno caldo a 170 gradi per 25 minuti circa.

Le patate dolci vantano una lunga serie di elementi benefici che portano grande giovamento all’organismo e malgrado il nome comune hanno ben poco da spartire con le patate classiche se non il comune attaccamento alla madre terra da dove nascono.

Ci sono molte possibilità di abbinamenti tra i diversi ortaggi stagionali e le patate dolci che vantano una lunga resistenza nel tempo e per questo si prestano a molti tipi di preparazioni diverse anche se di per se la loro stagione di elezione è l'autunno, in questo caso è la versione con polpa color arancio a essere messa in evidenza, ma anche quella a polpa bianca è ottima con un eccellente retrogusto di castagne.

Nella ricetta che vi presentiamo è stata propizia ad esaltare non un altro ortaggio, ma una salsa classica rivisitata con l’intenzione di esaltare e valorizzare un ottimo olio extravergine d’oliva di qualità che può essere sostituito in mancanza dello specifico in uno analogo a fruttato medio, ma sempre di alta qualità!

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g circa di patate dolci varietà arancione,
  • 1 mazzo di prezzemolo fresco,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 50 g di olive verdi snocciolate,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo nero,
  • olio extravergine d’oliva Vòria Podere Malvarosa,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare le patate dolci dopo averle ben lavate, tagliarle a cubetti e cuocerle a vapore per 10 minuti circa lasciandole lievemente sode all’interno.
  2. Nel frattempo mondare il prezzemolo staccando tutte le foglie, lavarle con molta cura e asciugarle, tritarle prima grossolanamente e poi metterle in un frullatore.
  3. Aggiungere l’aglio sbucciato sempre tritato grosso, poco sale, le olive verdi e la buccia del limone grattugiata, iniziare a frullare da soli gli ingredienti unendo solo all’ultimo 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva Vòria.
  4. Scolare le patate dolci e condirle con un filo dello stesso pregiato olio mettendole ancora calde nei piatti con una parte centrale dove sistemare la salsa verde.
  5. Cospargere con i semi di sesamo nero lievemente tostato e degustare le patate intrise con la salsa verde al profumo di limone e ottimo olio extravergine d’oliva.

L’uso di abbinare i frutti invernali e in particolare gli agrumi con verdure e ortaggi di rispettiva stagionalità è tipico di un po’ tutte le cucine regionali del sud Italia.

Ancora più nello specifico quelle in cui arance, clementine, limoni, mandarini, bergamotti, chinotti crescono in maniera rigogliosa e allo stesso tempo il clima mite consente buoni raccolti di gustosi e colorati vegetali.

Probabilmente l’abbinamento più conosciuto è quello tra finocchi e arance, ma altrettanto valida è l’accoppiata con la famiglia dei cavoli come i broccoletti presenti in questa ricetta completati in maniera perfetta da olive nere, mandorle e il magnifico profumo di origano!

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di cimette di broccoletti,
  • 2 arance,
  • 80 g di olive nere,
  • 40 g di scaglie di mandorle,
  • succo e buccia grattugiata di ½ limone,
  • poco prezzemolo tritato,
  • origano,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare, dividere in piccoli pezzi e lessare le cimette di broccoletti per 5 minuti abbondanti fino a renderle croccanti, travasarle con una schiumarola in acqua fredda e conservare la loro acqua di cottura per un brodo vegetale o per lessare della pasta.
  2. Sbucciare le arance, dividerle in spicchi e tagliare ogni spicchio in 2-3 parti, in una ciotolina formare una veloce salsina mescolando con cura il succo e la buccia di limone, il prezzemolo, un pizzico di origano e 2-3 cucchiai di olio.
  3. Tagliare le olive nere a metà, tostare leggermente in una piccola padella le scaglie di mandorle per 4-5 minuti a calore basso e raffreddarle.
  4. Mettere i broccoletti in una ciotola salandoli poco, aggiungere le olive e le arance mescolando delicatamente, condire con la salsina al limone e solo in ultimo unire le mandorle tostate, quindi distribuire in 4 coppette o piattini e portar ein tavola.

Ingredienti per 4 persone:

  • ½ cucchiaino di buccia d'arancia biologica grattugiata,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • 2 patate medio grandi a pasta gialla,
  • 200 g di cardi sottolio,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • pepe bianco in grani,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale.