Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jun 30, 2022 Last Updated 8:49 AM, Jun 27, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 125 g di orzo perlato,
  • 2 zucchine medio grandi,
  • 12 foglie di basilico,
  • 1 piccola carota,
  • 60 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • olio extravergine d'oliva Poldo Monovarietale di Raggia,
  • sale

Preparazione

  1. Sciacquare l'orzo, metterlo in una piccola casseruola con 400 ml di acqua fredda, portare gradualmente a ebollizione, semi coprire la pentola e cuocere per circa 30 minuti.
  2. Nel frattempo lavare le zucchine e con un pelapatate o uno strumento simile tagliare per il lungo sottili fettine, scegliere le 12 più belle e intatte e marinarle in 1-2 cucchiai di olio per almeno 30 minuti salandole appena.
  3. Tagliare a pezzi e cuocere per 5 minuti circa a vapore tutto il resto delle zucchine, quindi frullarle finemente con il basilico pulito, poco sale e 1 cucchiaio abbondante di olio, sempre a vapore cuocere la carota e tagliarla in seguito a cubetti.
  4. Tostare nel forno caldo o in un piccolo padellino a calore basso le mandorle, raffreddarle, tritare finemente la metà e a scaglie le restanti.
  5. Far assorbire quasi del tutto il liquido di cottura dall'orzo, salarlo poco, profumarlo con alcune gocce di olio e mescolarlo con le mandorle tritate lasciandolo raffreddare in un piatto.
  6. Stendere la crema verde nei piatti, formare con le fettine di zucchine degli involtini ripieni di orzo e metterli in verticale nei piatti, circondarli con le mandorle tostate in scaglie e decorare con i cubetti di carota.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 zucchine medie,
  • 250 g di ricotta di pecora,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 mazzetto di basilico fresco,
  • 1 cipolla piccola,
  • 300 g circa di salsa di pomodorini fiaschetto Libera,
  • 1 cucchiaino scarso di buccia di limone grattugiata,
  • 24 “Paccheri” di Don Diana Libera,
  • 2-3 cucchiai di pecorino grattugiato,
  • 1 cucchiaino di semi di papavero,
  • olio extravergine d’oliva Libera,
  • sale.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 grande peperone rosso e 1 giallo,
  • 2 zucchine medie,
  • 4 cucchiai di condimento al basilico
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 zucchine medie,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • ½ cucchiaino di prezzemolo tritato,
  •  40 g di pinoli,
  • 150 g di fagioli cannellini lessati,
  • 20 foglie di basilico fresco,
  • 400 g di riso integrale lessato in precedenza,
  • 1 cucchiaino colmo di curcuma in polvere,
  • brodo vegetale,
  • maggiorana,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le zucchine, asciugarle e tagliarle in piccoli cubetti, sbucciare l'aglio, tritarlo e rosolarlo velocemente con poco olio, aggiungere le zucchine, salarle e trifolarle per 10 minuti circa insaporendole alla fine con un poco di prezzemolo.
  2. Nel frattempo mettere i fagioli cannellini in un frullatore insieme alle foglie di basilico lavate e frullare fino a ridurre il tutto in crema unendo un poco di olio e eventualmente del brodo vegetale.
  3. Togliere le zucchine dalla padella e nel fondo di cottura eventualmente rafforzato con altro olio unire in i pinoli tritati grossolanamente, insaporirli qualche minuto e aggiungere il riso integrale lessato.
  4. Dopo qualche minuto bagnare con del brodo vegetale in cui si sarà fatta sciogliere la curcuma e cuocere per 5 minuti circa
  5. Unire le zucchine trifolate al riso, cuocere un altro minuto, completare con la crema di cannellini compensando la densità con altra acqua, correggere di sale e distribuire nei piatti.

 

L'utilizzo delle verdure in cucina può essere interpretato in modi diversi, ad esempio separando alcune parti dello stesso ortaggio per valorizzarle in maniera diversa.

Il principio è stato applicato in questa ricetta in maniera semplice, la belle e verde buccia della zucchine diventa funzionale alla decorazione finale mantenendo quasi del tutto inalterato l’apporto nutrizionale vista la brevissima cottura.

Per il resto abbiamo la presenza di base dell’eccellente riso integrale che dovrebbe essere sempre prevalente al massimo rispetto alle versioni più raffinate e impoverite, un elemento da tenere presente per tutti i cereali in chicchi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di riso integrale,
  • 4 foglie di alloro,
  • 3 zucchine medie,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 150 g di pistacchi non salati,
  • 12 pomodorini datterino,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Disporre il riso in una pentola insieme alle foglie di alloro lavate, bagnare con 900 ml circa di acqua fredda, portare a ebollizione, salare leggermente, coprire parzialmente e lessare il tutto a fuoco medio basso per circa 30-35 minuti lasciando assorbire tutto il liquido in cottura e mantenendo i chicchi di riso leggermente al dente.
  2. Nel frattempo lavare le zucchine, pelarle sottilmente con un pelapatate e scottare a vapore la buccia per soli 30 secondi lasciandola poi raffreddare, tagliare la polpa in piccoli dadini.
  3. Sbucciare l'aglio, tritarlo finemente e in una padella antiaderente rosolarlo per 2-3 minuti insieme a 3-4 cucchiai di olio, aggiungere le zucchine, salare, coprire e cuocere per 10 minuti circa a calore medio.
  4. Sgusciare i pistacchi e tritarli finemente, frullare le zucchine riducendole in crema e mescolarle con i 2/3 dei pistacchi, lavare i pomodorini e tagliarli a metà per il lungo.
  5. Togliere le foglie di alloro e mescolare il riso cotto con la crema di zucchine, se troppo morbido lasciarlo asciugare sul fornello a calore basso per alcuni minuti, pressarlo all'interno di un coppa pasta tondo messo al centro dei piatti formando un tortino.
  6. Decorare la superficie con i pistacchi tritati rimasti e con i pomodorini divisi a metà, guarnire intorno con le bucce di zucchina irrorate all’ultimo con un filo di olio a crudo.