Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Feb 18, 2020 Last Updated 9:35 PM, Feb 16, 2020

Le guide di Natura e Salute

L’indice glicemico è diventato un parametro importante per valutare nella sua completezza la qualità della dieta seguita e le conseguenze che scelte errate possono portare.
Inizialmente strettamente legato alle problematiche inerenti il diabete, questo indice ha via via esteso il suo ambito perché è di fatto un’ottima sentinella che segnala anomalie funzionali di grande importanza.

Allo stesso tempo ha avuto il merito di mettere nella giusta evidenza il ruolo super positivo di una lunga serie di alimenti integrali, del ruolo delle verdure integralmente consumate, dei danni causati da un eccesso di zuccheri ingeriti e molto altro.
Capita però spesso che venga citato a sproposito o per secondi fini poco intonati al suo reale significato, per questo è necessario conoscere bene cosa significa “indice glicemico”.

Un modo affidabile può essere quello di consultare libri ben scritti che di questo tema sanno dare le corrette coordinate alimentari.
È il caso del libro in oggetto che cerca di aiutare a capire tramite un linguaggio semplice ed elementare la problematica glicemica basandosi su studi seri e affidabili e soprattutto contando sulla supervisione di esperti della materia, come il Dottor Franco Berrino.

Il libro si apre affrontando subito la questione zuccheri, non demoni nella loro totalità, ma nutrienti da capire e saper consumare con cognizione di causa in base a mille variabili diverse e soprattutto in relazione alla singola fisiologia individuale.

Si prosegue poi con una corretta analisi sui principali nutrienti di cui sono composti gli alimenti, su cosa porta a diventare grassi e sulla qualità funzionale dei diversi grassi alimentari, sul ruolo del glucosio nel sangue, su fibre, vitamine, Sali minerali e la fondamentale acqua.

Ci sono anche una serie di piccole pillole di saggezza dietetica e naturalmente una lunga serie di ricette a corredo, con un’analisi precisa di cosa le diverse portate dovrebbero avere per arrivare a controllare con correttezza l’indice glicemico.

Di seguito la nota ufficiale che accompagna il libro

Il metodo per togliersi di dosso in modo duraturo il grasso di troppo esiste ed è abbastanza semplice: bisogna imparare a mangiare cibi che non facciano ingrassare e farne una regola di vita per la linea e la bellezza e, soprattutto, per la salute.

L'alimentazione deve essere a base di cereali, soprattutto integrali, legumi, verdura, olio d'oliva, frutta, cui si possono aggiungere pesce, carne bianca e un po' di latticini (soprattutto quando si è giovani), talvolta, se si desidera, carne rossa e, più raramente, dolciumi, soprattutto se industriali.
Il tutto con poco alcol, molta acqua e l'indispensabile movimento.

Questo tipo di alimentazione ha il vantaggio di essere "a basso indice glicemico", cioè di mantenere basso il livello di glucosio nel sangue e di conseguenza anche quello dell'insulina, proteggendo sia dal sovrappeso sia dalle patologie del benessere.
Ispirato agli insegnamenti di Michel Montignac e confortato dall'esperienza del dottor Franco Berrino, un testo agile e pratico che aiuta a scegliere l'alimentazione più salutare senza rinunciare al gusto.

Acquista il libro on-line

Supera la tempesta con saggezza

La recensione di questo libro in apparenza poco intonato con gli argomenti abitualmente trattati nel contesto del portale non può che partire da un cameo liberamente tratto dal volume.

..... Per riuscire ad aiutare gli altri dobbiamo avere almeno un po' di calma, un po' di gioia, un po' di compassione ..... le otterremmo praticando la consapevolezza meditativa ..... non è solo nella stanza meditativa che possiamo dedicarci a questa pratica ..... possiamo praticarla anche in cucina ..... è qualcosa cui dovremmo dedicarci ogni giorno ed è possibile farlo mentre svolgiamo tutte le nostre attività quotidiane .....

Ecco così che torniamo a riaffermare, grazie a questo libro, come la cucina sia tutto e tutto serva a saper ben cucinare, servono il confronto, l'apprendimento, la capacità di capire come il "fare della cucina" sia anche un fare meditativo che aiuta a superare le tante difficoltà della vita oltre a godersela attraverso il gusto organolettico.

Può servire anche a superare le paure? Certo perché è un ottimo campo di prova e sperimentazione che grazie all'aiuto dell'energia positiva degli alimenti ci porta a toccare confini lontani confrontandoci con l'operatività pratica di un bellissimo mestiere artigianale, come tutti i mestieri artigianali.
Come si intuisce dal titolo il tema del libro è la paura e l'intento è insegnare a superarla trasformandola da forza negativa a forza positiva.

Ma la vera protagonista è la consapevolezza, una consapevolezza del qui e ora molto profonda che può portare a cogliere moltissime cose che generalmente ci lasciamo sfuggire vivendo nel passato o proiettandoci inutilmente nel futuro, in ogni caso non contemplando minimamente il presente.
Essere consapevoli è indispensabile per superare le paure e lo è anche per essere un bravo cuoco, come un bravo medico e così via, di fatto un passo essenziale per provare a migliorarsi sempre.
Ecco l'utilità vera di questo libro che si legge agevolmente e in maniera chiara inducendo a un'ampia riflessione delle personali dinamiche di vita.
Per essere bravi cucinieri la formazione è necessaria a 360 gradi e molto si può imparare anche leggendo libri di questo tipo evitando di fermarsi alle apparenze e alle proprie presunzioni.

Acquista il libro on-line

Le guide di Natura e Salute

Parliamo volentieri di questo libro perché lo riteniamo ben scritto e chiaro, ma in particolare perché si sente palpabile la passione che il bravo autore ha messo nel raccontare tutti gli aspetti importanti che sono alla base della preparazione di un buon pane.
Pane che è tutt’ora base della nostra sana alimentazione se non fosse che spesso quello che si compra produce più effetti negativi che positivi e di conseguenza viene additato di colpe che in realtà sono di chi lavora male il prodotto.
Che, invece, di per se mantiene tutta la sua intrinseca validità alimentare.

Il libro ci svela con ricchezza di particolari tutti i segreti e gli aspetti a cui prestare attenzione per produrre con facilità in casa un ottimo pane, le tecniche di panificazione, i tipi di lievito usabili, i meccanismi della lievitazione, la qualità e scelta delle farine, gli accessori, l’impatto nutrizionale e molto altro ancora.
Saggiamente le ricette sono ridotte all’essenziale, siamo, infatti, d’accordo che sia molto più importante acquisire prima la necessaria preparazione e capacità di lavorazione, viene da se che poi basterà basarsi su ricette traccia per creare da se personali e più gratificanti pani autoprodotti.

Pane pasta madreÈ servito molto anche a noi per capire meglio meccanismi che conoscevamo solo parzialmente e migliorare la tecnica di panificazione.
Per altro è un testo da consultare con continuità perché offre numerose opzioni di sperimentazioni di impasti di ogni tipo.
Vivamente consigliato.

Per completare aggiungiamo la didascalia che accompagna il libro.
Qui invece potete trovare il link dove acquistarlo.

I problemi del pane moderno sono noti: farine inadeguate che richiedono l’uso di additivi, lievitazione frettolosa, con il risultato di un prodotto che dura poco, non ha un buon sapore, e per di più ha un indice glicemico elevato. Come rimediare? Da un lato imparando a conoscere come si fa il pane in modo da acquistare il prodotto giusto, dall’altro cominciando a farselo a casa da sé. La prima parte del libro affronta la tecnica di panificazione artigianale, spiegando i differenti metodi e gli indici di qualità, aiutando quindi il lettore a comprendere a fondo i vari procedimenti e le differenze tra i pani in commercio, differenze che stanno soprattutto nelle materie prime utilizzate e nelle tecniche di lievitazione.

Nella seconda parte invece troverete molte ricette per farsi il pane a casa propria, con la macchina del pane o nel forno normale da cucina, dal pane tradizionale, ai grissini, ai pani dolci. Chi già pratica la panificazione casalinga, troverà in questo testo numerosi spunti per approfondire meglio la propria tecnica e per riconoscere e correggere gli errori in cui potrebbe essere incorso

Acquista il libro on-line

Natura e Salute

In apparenza un libro di questo tipo ha poco a che fare con la cucina, non ci sono ricette, consigli alimentari, diete, analisi nutrizionali, trucchi, segreti, spiegazioni chimiche o strategie organizzative professionali.

Perché allora recensirlo e consigliarne la lettura attenta memorizzando molto di quello che racconta?

Per il semplice motivo che molti degli incidenti che capitano ai bimbi sono spesso in relazione con le attività di cucina e con il cibo, direttamente o indirettamente, e sapere come comportarsi nel malaugurato caso in cui ci si trovi in queste situazioni può fare la differenza, e di molto.

Ad esempio le ustioni hanno molto a che fare con l’agire in cucina, sono una delle cause più frequente di incidenti, i liquidi che possono provocare ustioni sono diversi, acqua, oli, salse, la fiamma stessa o le parti caldi di pentole e utensili ne sono responsabili in molti casi.
Allora è bene sapere come comportarsi, agire prontamente, quali medicamenti avere a disposizione nella cassetta del pronto soccorso, quali azioni non fare, chi chiamare e quali informazioni essenziali riportargli.
Per altro anche se il libro e rivolto a soggetti specifici come i bambini la sua utilità si può tranquillamente estendere a tutti e quindi non essere genitori non è un buon motivo per evitarne la lettura.

Certo un libro di per se non fa diventare esperti e provetti soccorritori, può però evitare che si cada nel panico più totale agendo in maniera sbagliata e peggiorando situazione altrimenti rimediabili.
In ogni caso il libro è ben fatto, organizzato in base alle patologie illustrate in ordine alfabetico, spiega chiaramente i tratti essenziali di ogni episodio critico, le semplici operazioni che un non medico può effettuare, quello che non deve fare mai, le misure essenziali di primo soccorso.

Nei luoghi di lavoro e quindi anche nelle cucine professionali sono previste apposite sessioni di formazione specifica sul pronto soccorso, nell’ambito domestico questo non è obbligatorio, ma sicuramente sarebbe auspicabile un analoga prassi formativa.

Nell’attesa leggetevi almeno un libro di questo tipo, non necessariamente se avete bambini, ma a maggior ragione se li avete, e ancora di più se cucinate spesso e i vostri piccoli vi ronzano intorno e un giorno magari cominceranno a impratichirsi nella bellissima avventura che è cucinare.
Con amore, sapienza e consapevolezza di tante, tante cose.
Di seguito la nota informativa che accompagna il libro che trovate in vendita qui.

A casa, all’asilo o a scuola: i bambini sono spesso vittime di piccoli incidenti, in genere senza conseguenze. I genitori e coloro che trascorrono molto tempo con i bambini devono però essere preparati ad affrontare anche emergenze più gravi. Questa guida li aiuterà ad agire in modo tempestivo e competente al momento opportuno.

Dai disturbi meno preoccupanti (diarrea, emorragia nasale, malori di pancia, malori dovuti al caldo…) agli incidenti di varia gravità (distorsioni, fratture, inserimento di corpi estranei, ustioni…), le situazioni d’emergenza più frequenti sono elencate in ordine alfabetico. In queste pagine si spiega come intervenire a seconda dei casi. I box riassuntivi elencano i sintomi principali e le misure di soccorso adeguate. La parte del libro evidenziata in rosso fornisce indicazioni sulle misure immediate ed efficaci da adottare nelle emergenze più gravi, in attesa dell’intervento del medico.

Acquista il libro on-line

Vista, salute e qualità nutrizionale preventiva degli alimenti.   

Tutto è collegato con l'alimentazione e la cucina dovrebbe essere il cavaliere che porta l'esercito degli alimenti a difendere e proteggere l'uomo inteso in senso lato, forse meglio dire l'umanità sociale del mondo.
Questo purtroppo non è vero o è vero solo in parte, la cucina spesso preferisce giocare solo sulle apparenze e dedicarsi solo a un presunto lato artistico che non si può negare gli appartenga per alcuni versi, ma è però solo una componente.

Riteniamo la meno importante benché oggi imperi in ogni luogo, bello sarebbe invece che la cucina fosse soprattutto più cultura sociale e della nutrizione corretta strenua paladina.

In ogni caso tutto è collegato all'alimentazione, anche la salute degli occhi malgrado risulti difficile istintivamente trovare un collegamento.

E questo libro pur parlando degli occhi è un ottimo testo che aiuta a sensibilizzare sul ruolo importante dell'alimentazione e degli stili di vita più corretti.
Gli elementi che dovrebbe essere le vere e uniche medicine da prendere fin dalla nascita come terapia preventiva!

Un libro molto interessante, intanto per conoscere tutto ciò che ruota intorno agli occhi, capirne le caratteristiche, le diramazioni, l'importanza estrema rispetto alla salute complessiva.
Poi per riflettere con cognizione di causa sui possibili danni che con le nostre scelte possiamo portare agli occhi, quali elementi temere e quali invece prediligere, quale la differenza tra infiammazione oculare e congiuntivite, quanto importante sia la regolazione idrica e cosa sia esattamente il glaucoma.

E ancora cosa porta alla cataratta in una situazione di perdita di trasparenza del cristallino, come colpiscono le maculopatie nell'anziano, il grande dramma dell'ipovisione, i consigli pratici e elementari per alleviare le situazioni più comuni come la miopia e l'astigmatismo.
Ritornando infine al punto di partenza dell'alimentazione ribadito nell'appendice delle ultime pagine del libro di cui riporto uno stralcio molto chiaro:


".........la salute degli occhi passa anche dalla strada di una buona alimentazione,...........non è difficile spiegarlo: l'organo della vista..............è espressione di diverse correlazioni fra cui quella più nota è con l'apparato digerente e il sistema di filtrazione epatobiliare.........non deve stupire se molti oculisti, per impostare alcune terapie.........pensino anche alla disintossicazione e al ripristino della flora intestinale mediante.................consigli a livello di dieta e di idratazione corporea".

E oltre ai più noti cibi protettivi l'organo della vista come i preziosissimi mirtilli e le classiche carote capostipiti di tutti gli alimenti ricchi di betacarotene imparerete, leggendo questo libro, la grande importanza della Luteina piuttosto che del Glutatione, il più importante e potente antiossidante prodotto dal nostro organismo, ma che allo stesso tempo si può ritrovare in alcuni alimenti vegetali come avocado, cocomeri o asparagi.

Un nesso quindi diretto con ciò che mangiamo e in quale quantità rispetto alla sua qualità nutrizionale e preventiva, specificatamente per la salute degli occhi e in generale per tutte le funzione organiche dell'organismo.
 

Di seguito la presentazione ufficiale.

La medicina tradizionale nel corso dei secoli e della storia è stata sicuramente il fulcro della maggior parte del ragionamento clinico e diagnostico in campo scientifico e sanitario, tuttavia esistono sostanze e preparati complementari, omeopatici, fitoterapici, naturali ecc. che svolgono delle azioni molto similari a quelle dei farmaci più tradizionali oppure che possono contribuire a un maggiore effetto di disponibilità di alcune sostanze farmacologiche e di farmaci nei confronti dell'organismo.
Alcune di queste sostanze fanno parte di un bagaglio culturale medico molto antico, conservato per anni e tramandato nel corso dei secoli.
Questo libro ha lo scopo di portare alla conoscenza dei lettori il mondo dell'omeopatia abbinato a quello dell'oculistica al fine di considerare una serie di prodotti e di sostanze con proprietà medicamentose e curative che potrebbero risultare utili come scelta o semplicemente come "potenziamento" nelle impostazioni terapeutiche delle principali affezioni a carico del prezioso organo della vista.

 

Per l'acquisto e approfondimenti:

http://www.tecnichenuove.com/il-benessere-per-i-nostri-occhi.html

Ultimi articoli

Denti e carie ovvero l’influenza negativa dell’eccesso di zuccheri nella dieta

Denti e carie ovvero l’influenza negat…

13-12-2019 Alimentazione

L’influenza negativa dell’eccesso di zuccheri ...

Spirulina, un aiuto contro l'ipertensione

Spirulina, un aiuto contro l'ipertension…

04-12-2019 Ipertensione

La spirulina è un alga conosciuta da molti secoli...

Giornata mondiale del diabete 2019

Giornata mondiale del diabete 2019

14-11-2019 Diabete

Oggi 14 novembre si celebra la Giornata mondiale d...

Libri in Primo Piano

Dolci senza glutine

Dolci senza glutine

Aprile 06, 2016

Le guide di Natura e Salute La sorpresa di quanto...

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo mangiato

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo man…

Maggio 01, 2003

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non ci ...

Cucina a Vapore

Cucina a Vapore

Ottobre 01, 2012

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Possiam...

Le ricette del mese

Tortino di lenticchie e scarola con salsina bianca speziata

Tortino di lenticchie e scarola con sals…

16-02-2020 Secondi

Parlando di lenticchie l’associazione immediata ...

Biscottini speziati allo zenzero, curcuma, pepe e cioccolato fondente

Biscottini speziati allo zenzero, curcum…

12-02-2020 Dolci e Dessert

Questi ottimi biscotti da pasticceria pur rientran...

Barchette di indivia belga con riso indica, broccoletti, olive e mandorle

Barchette di indivia belga con riso indi…

09-02-2020 Antipasti

Malgrado le apparenze questa ricetta può essere a...

banner