Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jan 20, 2022 Last Updated 3:05 PM, Jan 19, 2022

L'erba cipollina è una pianta erbacea, perenne, appartenente alla famiglia delle Liliacee ed è l'unica cipolla che cresce spontanea sia nel vecchio che nel nuovo mondo.

Presenta delle lunghe foglie cilindriche di un color verde chiaro, avvolte alla base da guaine biancastre, piccoli fiori rosa-lilla o color porpora, un altezza massima di 50 cm.
Si utilizzano principalmente le foglie aghiformi, che ricrescono facilmente dopo il taglio garantendo più di un raccolto stagionale.
Il sapore ricorda la cipolla, ma è meno intenso e forte tanto da risultare gradevole con numerosi alimenti come uova, formaggi, zuppe, insalate, creme e salse di verdura.
Per apprezzare interamente le sue qualità è però necessario utilizzarla possibilmente a crudo, anche per non sprecare le buone quantità di Vitamine A e C che contiene.

L'erba cipollina si acquista o si raccoglie a mazzetti, tra marzo e ottobre, e per prima cosa vanno scartati i filamenti di foglie giallastri e bruni oltre alle guaine biancastre ancora presenti.
Dopo il lavaggio si asciuga con cura e si tagliuzza finemente con l'aiuto di una forbice, ma solo poco prima dell'utilizzo effettivo. Si conserva in frigorifero per 3-4 giorni al massimo avvolta da un panno umido.

Profilo organolettico

Caratteristiche: lunghe foglie cilindriche di colore verde, fiori color porpora.
Aroma: Sentore di cipolla dolce e meno intenso.
Uso: lavare, asciugare e tagliuzzare con una forbice le foglie.
Abbinamento: ottima con a uova, formaggi, zuppe, insalate, creme e salse di verdura.

Tre suggerimenti d'uso

Condimento all'olio d'oliva e patate

Lessate una piccola patata a pasta bianca e ricavate un cucchiaio circa di purea passata, aggiungete un cucchiaio di erba cipollina tritata, un poco di latte e una quantità di buon olio extravergine d'oliva sufficiente a ottenere una fluida salsina correggendola di sale a piacere.

Condimento alla ricotta

Mescolate e stemperate 5 cucchiai di buona ricotta di pecora con una forchetta e il latte necessario a renderle ben cremosa e soffice, aggiungete 1 cucchiaio abbondante di erba cipollina tritata, una macinata di pepe bianco e correggete di sale a piacere.

Condimento al burro

Con un cucchiaio di legno mescolate a lungo 125 g di buon burro biologico lasciato a temperatura ambiente per 2 ore, aggiungete 2 cucchiai di erba cipollina tritata e un pizzico di anice macinato fine. Spremete dei cordoncini del diametro di 1,5 cm circa su un foglio di carta stagnola, congelateli e avvolgeteli nella carta stessa in attesa dell'uso.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 mazzetto di erba cipollina insieme a 4 fiori,
  • 175 g di ricotta,
  • 50 ml di latte,
  • 200 g di uva bianca a chicchi piccoli,
  • 2 carote medio grandi,
  • ½ limone,
  • 300 g di funghi porcini freschi piccoli,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale.

Il termine stufato è quasi sempre sinonimo di carne, eppure questa particolare tecnica di cottura si adatta benissimo a molti altri cibi e non ultimi quelli vegetali di stagione come carote e asparagi.

Questi due ortaggi in primavera esprimono il meglio di se e consentono molti percorsi creativi all’insegna del gusto e della salute, qui sono appunto insieme in uno speciale stufato vegetale arricchito dal sensuale zenzero e dalla piacevole nota croccante e profumata delle nocciole!

Una vera bontà della cucina della salute!

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 carote medie,
  • 60 g di zenzero fresco,
  • 2 cipolloti rossi freschi,
  • 80 g di olive nere,
  • 250 g di asparagi verdi,
  • 120 g di nocciole intere,
  • 1 cucchiaino di erba cipollina tritata finemente,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire le carote, tagliarle in bastoncini della lunghezza di 5-6 cm e ½ cm circa di spessore, sbucciare lo zenzero e grattugiarlo grossolanamente o tritarlo con un coltello.
  2. Mondare i cipollotti, lavarli con cura e affettarli sottilmente mettendoli nella cocotte insieme a 2 cucchiai di olio, coprire e rosolare a calore basso per 5 minuti abbondanti.
  3. Aggiungere le carote e lo zenzero, salare appena, coprire nuovamente e continuare la cottura per 10 minuti sfruttando il recupero del vapore che dovrebbe consentire di non aggiungere altri liquidi in cottura.
  4. Unire le olive e continuare la lenta cottura per 5 minuti, nel frattempo mondare gli asparagi dalla parte finale dura, lavarli con molta cura e tagliarli in pezzi della lunghezza delle carote.
  5. Aggiungerli nella cocotte, coprire e proseguire per altri 10 minuti circa, sgusciare le nocciole, tostarle per 5 minuti abbondanti in un pentolino a calore basso.
  6. Intiepidirle, sfregarle tra le mani per eliminare gran parte della pellicina marrone e tritarle grossolanamente, distribuire lo stufato di carote e asparagi nei piatti cosparso con l’erba cipollina e accompagnare con le nocciole aggiunte però solo all'ultimo momento in modo da conservare intatta la loro croccantezza.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di asparagi verdi,
  • 1 cucchiaio di buccia di limone grattugiata,
  • 1 mazzetto di erba cipollina,
  • 10-12 pomodori sottolio,
  • 320 g di bavette o fettucce,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Come possiamo realizzare uno spuntino sano che possa diventare anche una proposta per un aperitivo alternativo o un gustoso piccolo antipasto in chiave vegetale?

Prendiamo spunto da una bella ricetta dello Chef Giuseppe Capano presente nel suo ottimo libro “Semplicità in cucina” dove oltre al pane tostato troviamo come protagonisti i verdi fagiolini e le estive zucchine dal sapore unico.

Una grande aiuto a dire il vero arriva anche dall’erba aromatica utilizzata, l’erba cipollina, e dalla spezia particolare, i semi di anice, che vi possiamo garantire danno un effetto aromatico davvero vincente e molto, molto gradevole!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 16 piccole e sottili fette di pane pugliese,
  • 350 g circa di fagiolini verdi,
  • 1 mazzetto di erba cipollina,
  • 2 zucchine medie,
  • ½ cucchiaino di semi d'anice,
  • altra erba cipollina per decorare,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere una fetta di pane alla volta tra due strati di pellicola trasparente, delicatamente con un mattarello stendere e assottigliare le fette di pane cercando di non romperle, oliarle leggermente e lasciarle gratinare e seccare nel forno caldo a 190 gradi per 10-15 minuti circa, quando dorate lasciarle raffreddare con cura.
  2. Mondare i fagiolini, lavarli e cuocerli a vapore per 10 minuti scarsi lasciandoli croccanti e sodi, scolarli e condirli ancora caldi con un pizzico di sale e l'erba cipollina tritata finemente mescolata a 2 cucchiai di olio.
  3. Pulire le zucchine, tagliarle a dadini e cuocerle ugualmente a vapore per 5-10 minuti, schiacciarle e mescolarle con un pizzico di sale, 2 cucchiai di olio e i semi di anice macinati o pestati finemente, se ancora troppo grossolane frullarle leggermente in modo da renderle cremose.
  4. Mettere sulla metà delle fette di pane biscottate uno strato di crema di zucchine, spalmarla delicatamente per non rischiare di rompere il croccante pane.
  5. Tagliare i fagiolini all'erba cipollina della stessa lunghezza delle fette di pane e metterli stesi in uno strato unico sulla crema di zucchine.
  6. Coprire con le altre fette di pane biscottato e decorare con dei fili di erba cipollina, servire due sandwich per persona accompagnando con le parti di fagiolini eventualmente rimaste tagliati in piccoli dadini.

Ultimi articoli

La carenza di ferro e altri nutrienti come possibile segnale di un problema con il glutine

La carenza di ferro e altri nutrienti co…

13-01-2022 Celiachia

La carenza di alcuni sali minerali e vitamine potr...

Primi vegetali delle feste 2021, alternative chic e porta fortuna!

Primi vegetali delle feste 2021, alterna…

20-12-2021 Alimentazione

La nostra selezione 2021 di primi piatti che posso...

Rafano, l’ancestrale wasabi Europeo!!

Rafano, l’ancestrale wasabi Europeo!!

15-12-2021 Erbe aromatiche

Il Rafano ha una storia di utilizzo in cucina abba...

Libri in Primo Piano

Friggere bene

Friggere bene

Maggio 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il frit...

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Ottobre 01, 2016

Le guide di Natura e Salute La riscossa dei cerea...

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo mangiato

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo man…

Maggio 01, 2003

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non ci ...

Invito alla Lettura

Mangiare vegetariano

Mangiare vegetariano

27-11-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Ci possono essere mol...

Antiossidanti nel piatto

Antiossidanti nel piatto

26-05-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Ci possono essere tan...

banner