Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Aug 12, 2020 Last Updated 10:18 AM, Aug 7, 2020

Ingredienti:

  • 1,2 kg di cardi giovani,
  • 2 limoni,
  • 4 foglie di alloro,
  • 1 l di vino bianco,
  • 500 ml di aceto bianco,
  • 2-3 cucchiai di olive nere kalamata,
  • 1 cucchiaino di maggiorana secca,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale.

Conservazione:

  • Vasi necessari: 2-3 da 1 L
  • Dove: luogo buio, fresco e asciutto
  • Quanto prima dell'uso: 2 mesi
  • Quanto dopo l'apertura: 2-3 mesi in frigorifero

Preparazione:

  1. Eliminare dai cardi le coste esterne più fibrose, i filamenti e le piccole spine, tagliarli in pezzi lungi 5 cm adagiandoli in acqua acidulata con il succo di un limone, lessarli per 15 minuti circa in abbondante acqua bollente salata aromatizzata con il succo del secondo limone e le foglie di alloro lavate.
  2. Travasarli nel vino bianco e l'aceto bollenti cuocendoli per altri 5 minuti, scolarli e asciugarli bene, sistemarli nei vasi con le olive nere snocciolate, coprirli con un bicchiere d'olio mescolato con la maggiorana, completare con altro olio, lasciare assestare, rabboccare con olio in più, chiudere i vasetti e sterilizzarli per 20 minuti.

Ricetta tratta dal Libro 100 cibi in conserva

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 cipolle rosse medie,
  • 2 foglie di alloro fresche,
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna,
  • 3-4 cucchiai di aceto,
  • 250 g di ceci lessati in precedenza,
  • 200 g di pomodorini,
  • 1 mazzetto di basilico,
  • 125 g di tofu affumicato,
  • 4 fette di pane casereccio,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare e tritare una cipolla, rosolarla a calore medio basso per 10 minuti, aggiungere i ceci e cuocerli per 5 minuti abbondanti bagnando, se necessario, con poca acqua.
  2. Nel frattempo sbucciare le altre due cipolle rosse, dividerle a metà e sciacquarle con cura, tagliarle in 4 spicchi e metterle in una padella insieme a poco olio, le foglie di alloro e un pizzico di sale, coprirle e iniziare a rosolarle da sole a calore basso per 5 minuti.
  3. Aggiungere alle cipolle rosolate lo zucchero di canna, cuocerle per altri 5 minuti e versare l'aceto lasciando sul fornello il tutto per un altro minuto abbondante, spegnere, lasciare raffreddare e sfogliare completamente.
  4. Lavare i pomodorini e tagliarli a dadini, sfogliare il basilico, lavarlo, asciugarlo e spezzettarlo finemente con le mani, condire i pomodorini con poco sale, il basilico e un filo di olio.
  5. Frullare i ceci cotti con il tofu affumicato fino a formare una morbida crema da pressare in uno stampino leggermente oliato, dividere le fette di pane in piccoli pezzi e tostarle sul forno o su una griglia fino a dorarle da entrambi i lati.
  6. Sformare la crema di ceci al centro dei piatti e circondarla con i pomodori al basilico, distribuire tutto intorno i crostini di pane con sopra le cipolle rosse in agrodolce sfogliate.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 grande peperone rosso e 1 giallo,
  • 1 mazzetto di menta fresca,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 2 zucchine medie,
  • 2 patate medie,
  • 2 cipolle rosse,
  • 1 cucchiaio di zucchero,
  • 3-4 cucchiai di aceto di vino,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

La versione di vinaigrette classica rimane stabile e emulsionata per pochi minuti, quelli che servono per condire e mescolare insalate e preparazioni da condire degustate espresse.

L’aceto può essere di vino, mele, riso, miele o l’ottimo umeboshi che essendo salato di suo non ha bisogno di sale aggiunto, meno consigliabile l’aceto balsamico ampiamente abusato.

La presenza di aromi come l’erba cipollina migliora molto il profilo sensoriale della vinaigrette, ma non è indispensabile.

Nella seconda versione di vinaigrette la presenza della senape stabilizza la salsina rendendo l'emulsione più stabile e duratura, malgrado condizioni il colore finale.

Ingredienti per i due distinti condimenti proporzionati ognuno su 4 persone:

  • 3 cucchiai di aceto a scelta,
  • 8 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • ½ cucchiaino di erba cipollina tritata,
  • 1 cucchiaino di senape,
  • sale

Preparazione

  1. Per la versione classica in una ciotolina mescolare 1,5 cucchiai di aceto con un pizzico di sale, utilizzando una piccola frusta versare gradualmente 4 cucchiai di olio fino a formare un emulsione uniforme aggiungendo in ultimo l’erba cipollina.
  2. Per la versione stabilizzata in un altra ciotolina mescolare 1,5 cucchiai di aceto con la senape fino a rendere uniforme la base, utilizzando una piccola frusta versare gradualmente 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva fino a formare un emulsione cremosa da conservare senza problemi in frigorifero fino al momento dell’uso, in caso di separazione basterà mescolare velocemente il tutto.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4-5 cipolle bianche fresche medie,
  • 4 foglie di alloro fresche,
  • 4 rametti di timo fresco,
  • 1 cucchiaio abbondante di zucchero di canna,
  • 4-5 cucchiai di aceto,
  • 400 g circa di lenticchie lessate,
  • semi di papavero,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione:

  1. Sbucciare le cipolle, tagliarle in 4-6 spicchi a seconda della grandezza e metterle in una padella insieme a poco olio, le foglie di alloro legate insieme ai rametti di timo e un pizzico di sale, coprirle e iniziare a rosolarle da sole a calore basso per 5-10 minuti.
  2. Aggiungere lo zucchero di canna, cuocerle per altri 5 minuti e versare l’aceto lasciando sul fornello il tutto per mezzo minuto, spegnere e lasciare intiepidire.
  3. Sfogliare completamente le cipolle cotte eliminando la radice e tagliarle a filetti, condire con il fondo di cottura agrodolce delle cipolle le lenticchie e regolarle di sale.
  4. Aggiungere buona parte delle cipolle stesse lasciando le più belle per decorare i bordi dei piatti dopo aver messo le lenticchie nel centro pressate in stampini tondi ad anello, completare con un poco di semi di papavero e servire tiepido freddo in base alla temperatura esterna.

Ultimi articoli

Orzo cereale antico di sorprendente modernità

Orzo cereale antico di sorprendente mode…

21-07-2020 Mangiare sano

L’orzo è stato uno dei primi cereali ad essere ...

Basilico, la pianta regale per eccellenza

Basilico, la pianta regale per eccellenz…

16-07-2020 Erbe aromatiche

La pianta regale per eccellenza, tale è il signif...

Noci: vero elisir per la pelle

Noci: vero elisir per la pelle

13-06-2020 Mangiare sano

Le noci vantano un lunghissimo elenco di sostanze ...

Libri in Primo Piano

Prevenire il cancro a tavola

Prevenire il cancro a tavola

Gennaio 01, 2013

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non è ...

Vapore & Sapore

Vapore & Sapore

Settembre 26, 2014

Fumi, Profumi e Buone Ricette Ottanta ricette tut...

Cucina mediterranea senza Glutine

Cucina mediterranea senza Glutine

Ottobre 01, 2010

Le guide di Natura e Salute Descrizione: La celi...

Invito alla Lettura

L'importanza dell'equilibrio acido base

L'importanza dell'equilibrio acido base

12-02-2015 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Il rapporto fondamentale tra la componente acida e...

Tutti dicono maremma maremma

Tutti dicono maremma maremma

31-07-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Un libro curato da Luigi Caricato, “Tutti dicono...

banner