Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Sep 24, 2023 Last Updated 9:33 AM, Sep 21, 2023

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di formaggio morbido del tipo primosale,
  • pecorino freschissimo o mozzarella,
  • 500 g di fagiolini verdi,
  • 6 pomodori medio grandi,
  • 1 mazzetto di basilico fresco,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • maggiorana fresca o secca,
  • buon olio extravergine d'oliva Toscano mediamente fruttato,
  • sale

La ricotta è un ingrediente straordinario per le ricette e i piatti che quotidianamente si realizzano ai fornelli, nell’ottica di una cucina della salute è indispensabile per la sua grande duttilità e capacità di adattamento a un infinità di preparazioni oltre a risolvere in semplicità molte problematica di tenuta, struttura e trasformazione cremosa sia in piatti dolci che salati

Le qualità organolettiche che la caratterizzano sono un prezioso aiuto quando si vogliono realizzare piatti con particolari caratteristiche dove un elemento aggregante sano è indispensabile, se poi ha il grande vantaggio di mantenere a livello calorico ed energetico un profilo ottimale è sicuramente la scelta migliore.

Può essere utilizzata nelle preparazioni salate come base per ripieni di pasta, sformati di verdura, torte rustiche o veloci salse da condimento e in tutti questi casi oltre a un gradevole sapore conferisce ai piatti particolare leggerezza proprio grazie al basso contenuto di grassi.

Nei dolci se lavorata adeguatamente immettendo aria può spesso sostituire la comune panna montata con un abbattimento notevole dei grassi e una resa similare, ma con la ricotta si ottengono anche facilmente molte salsine dolci ai più svariati gusti con consistenze fluide o cremose ben dosabili.

Questo cremoso formaggio prende il nome dalla tecnica di lavorazione che consiste nel riscaldare il siero, opportunamente acidificato, ottenuto dai residui di lavorazione di latte e formaggio di origine vaccina, ovina, caprina o bufalina.

Durante le fasi di lavorazione può essere arricchita con latte e panna diventando più ricca in grassi e morbida di quella costituita da solo siero oppure può essere seccata e affumicata trasformandosi in un formaggio da grattugia vero e proprio.

E’ consigliabile comprare sempre ricotta fresca e non preconfezionata dato che quest’ultima risulta molto spesso di consistenza gessosa o eccessivamente asciutta.

Quella fresca al contrario è sempre ben visibile e a volte è possibile addirittura richiederne direttamente un assaggio per valutare meglio le caratteristiche e agevolare così la riuscita della ricetta.

In ogni caso è meglio consumarla sempre nel più breve tempo possibile a dispetto della data di scadenza che non considera mai i possibili sbalzi di temperatura o le condizioni di conservazione a cui può essere sottoposta.

Un piccolo e utile consiglio; quando volete gratinare delle verdure in forno senza caricarle troppo di condimenti invadenti frullate della semplice ricotta con latte scremato o anche semplice brodo vegetale freddo fino a ottenere una salsina, versatela sulle verdure stese in teglia e per accentuare l'aroma di gratinatura cospargete con abbondanti semi di papavero, sesamo, girasole o ancora meglio del gomasio.

La stessa combinazione può sostituire la comune besciamella come in queste “Lasagne piccanti alle cime di rapa e ricotta”, ma con molta semplicità possiamo creare veloci e buonissimi antipasti come questa “Mousse di ricotta al basilico e pistacchi con pomodori freschi”, zuppe speciali tra cui una deliziosa “Zuppetta veloce di ricotta e spinaci al profumo di salvia con julienne di sedano rapa croccante alla curcuma e pepe” e concludere in dolcezza con un sano e squisito “Dessert cremoso al profumo d'arancia con ricotta e nocciole

Ingredienti per 8 persone:

  • 400 g di farina bianca
  • 100 g di farina integrale
  • 10 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • ½ cucchiaino di sale fino
  • 250 ml circa di acqua
  • 8 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
  • 4 cipolle bianche medie
  • 400 g di fagioli cannellini lessati
  • 20 foglie di salvia fresca
  • 125 ml di latte
  • 250 g di formaggi misti a scelta (taleggio, scamorza, ecc)
  • 20 g di funghi secchi
  • 8 barattoli vuoti di legumi o pomodori ben puliti alti circa 6-7 cm.

Ingredienti per 4 persone:

  • 100 g di farina bianca,
  • 100 g di farina di grano duro,
  • ½ cucchiaino di curcuma in polvere,
  • 1 grande uovo e 1 tuorlo,
  • 70 g di mandorle sgusciate,
  • 150 g di formaggio Ragusano DOP,
  • 1 rametto di rosmarino fresco,
  • 80 g di pistacchi in guscio senza sale,
  • 4 pomodori secchi,
  • 2 cucchiai di miele d'acacia,
  • olio extravergine d'oliva,
  • pepe nero,
  • sale

Ingredienti per 8 persone:

  • 5 g di lievito di birra fresco,
  • 225 ml circa di acqua tiepida,
  • 1 cucchiaio di miele,
  • 200 g di farina Timilia,
  • 300 g di farina 0 preferibilmente di qualità Maiorca,
  • 1 cucchiaino scarso di sale fino,
  • 2 cipolle,
  • 4 grandi finocchi,
  • 200 g di formaggio ragusano DOP,
  • 1 cucchiaio di timo fresco,
  • 1 cucchiaio abbondante di semi di sesamo,
  • olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Mescolare in una ciotola l’acqua con il lievito, aggiungere la farina di timilia e formata una pastella coprirla e lasciarla riposare per 1 ora.
  2. Mescolare la farina 0 con il sale, disporla a fontana, nel mezzo mettere la pastella riposata, unire 2 cucchiai d’olio e il miele, raccogliendo man mano la farina dalla parte interna impastare gli ingredienti a lungo.
  3. Ottenuto un impasto uniforme e morbido (versare un altro poco di acqua se necessario) inciderlo con una croce superficiale e metterlo in un largo e alto contenitore con coperchio, avvolgerlo con un panno e lasciarlo lievitare per un tempo medio di 4 ore.
  4. Sbucciare le cipolle e tritarle grossolanamente, metterle in una padella insieme a 4 cucchiai di olio e rosolarle per 5 minuti abbondanti, aggiungere i finocchi tagliati in spicchi e il timo, salare, coprire e cuocere per altri 15 minuti circa bagnando con poca acqua se necessario.
  5. Stendere i 2/3 dell’impasto lievitato e rivestire una tortiera da 30 cm circa ben oliata lasciando dei bordi alti almeno 3 cm, farcire l'interno con i finocchi freddi e sopra mettere il formaggio a fettine, ricoprire con la pasta rimasta e rimettere a lievitare per 30 minuti.
  6. Riscaldare il forno fino a 190 gradi, bagnare la superficie della focaccia con poco olio allungato con acqua, cospargere con i semi di sesamo e cuocere per 20-25 minuti circa, intiepidire, tagliare a fette e servire.

Ultimi articoli

Buoni ortaggi da conoscere: i fagiolini Grisotti

Buoni ortaggi da conoscere: i fagiolini …

21-09-2023 Mangiare sano

Uno dei rimedi all’omologazione e all'appiattime...

Siconi, non altro che i buonissimi fichi ricchi di benessere

Siconi, non altro che i buonissimi fichi…

07-09-2023 Mangiare sano

Il fico è diffuso allo stato spontaneo in tutto i...

Tortelli saraceni ai profumi di erbe aromatiche, nocciole e olio extra vergine d’oliva Agata, Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Tortelli saraceni ai profumi di erbe aro…

19-08-2023 Olio di Oliva

Tortelli saraceni ai profumi di erbe aromatiche, n...

Libri in Primo Piano

Olio: crudo e cotto

Olio: crudo e cotto

Marzo 01, 2012

Le guide di Natura e Salute La multidirezionalit...

La Cucina per i Bimbi

La Cucina per i Bimbi

Luglio 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Coinvol...

Da grande farò lo chef

Da grande farò lo chef

Settembre 09, 2022

Un bella avventura tra fornelli e ricette che piac...

Invito alla Lettura

La pratica del digiuno curativo

La pratica del digiuno curativo

22-10-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Consigli, regole, indicazioni.  Parlare di d...

Prodotti naturali, conoscere per fare

Prodotti naturali, conoscere per fare

17-09-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Mangiare con gusto e far da se.  Un altro ot...

banner