Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jul 11, 2020 Last Updated 9:07 PM, Jul 8, 2020

Tortino di Orzo ai carciofi, arance e mousse di merluzzo.

tortino di orzo ai carciofi arance e mousse di merluzzo 4Qui il pregiato olio vive nel condimento di base dei carciofi trifolati nella cipolla e rivive nella mousse di pesce combinandosi con alcuni dei suoi sentori di base che ricordano appunto carciofi e arance, la mousse di pesce esalta al massimo la potenza di questo olio e si combina in maniera armonica con l'orzo

L'Azienda

La proprietà di Altomena è situata a circa 300 metri di altezza, sulle colline sovrastanti la confluenza dei fiumi Sieve e Arno, a circa 20 km a Sud-Est di Firenze.
All'interno ci sono terreni in cui primeggiano olivi, vigneti e boschi e tra i fiori all'occhiello dell'azienda ci sono i pregiati oli di olive con una accurata raccolta a mano dei frutti.
La linea produttiva ne comprende tre, tutti di alto livello: Olio extra vergine di oliva "LEGNO D’OLIVO" da olive Frantoio 100%; Olio extra vergine di oliva "TRADIZIONALE" da olive Frantoio 89%, Moraiolo 6%, Leccino 2% e Pendolino 3%; ultimo nato Olio extra vergine di oliva "MAIUSCOLO" da olive Frantoio 75% - Peranzana 25%.
Tutti gli oli prodotti sono biologici.

Sito internet: www.altomena.it

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La ricetta

tortino di orzo ai carciofi arance e mousse di merluzzoTortino di Orzo ai carciofi, arance e mousse di merluzzo

Tostare l'orzo per 4-5 minuti a calore basso, versando poco brodo caldo per volta cuocere il cereale per 40 minuti circa come un normale risotto.

A parte pulire i carciofi dalle foglie esterne più dure (da conservare eventualmente per la decorazione del piatto), dalle punte e da parte del gambo lasciandone attaccato circa 3-4 cm, pelare...

Leggi la ricetta

Millefoglie di zucchine con crema di carote, anacardi e Monocultivar Tortiglione Azienda Agricola Biologica Monaco

Millefoglie di zucchine con crema di carote e anacardi4Anche nella sua ultima versione questo olio si conferma una eccellente produzione dell'azienda Monaco che conosciamo di persona per la serietà, la dedizione l'amore incondizionato verso l'oliva e tutto il suo straordinario mondo.

Siamo di fronte a un olio esclusivo ricco in polifenoli e dal carattere molto preciso che ha bisogno di essere interpretato con cura in cucina, ma che poi offre grandi soddisfazioni finali.

La cultivar è proprio l'autoctona Tortillis, dal latino "ritorto", che ricorda la pronunciata e affascinante crescita contorta del tronco d'olivo.

Come in passato colpiscono le note di mandorle, erbe di campo e un ritorno di piccante persistente che lascia intravedere subito alcuni interessanti abbinamenti anche con la frutta secca lavorata in crema insieme agli ortaggi come avviene in questa particolare combinazione dove la qualità dell'olio viene ancora più messa in luce.

Un piatto originale, buono e salutare in cui si è dimostrato ancora una volta come l'unione tra olio di qualità e mondo vegetale consente di creare autentiche meraviglie!

L'Azienda

Azienda Agricola Biologica Monaco

Millefoglie di zucchine con crema di carote e anacardi2L'azienda MONACO è situata nel comune di Tortoreto, nella piccola frazione di Cavatassi a circa 200 mt sul livello del mare ed è stata fondata nel 1970 dal dott. Ruggero Monaco, veterinario, che, senza nessuna conoscenza delle pratiche agronomiche riguardanti l'ulivo, ma innamorato del suo frutto, fece impiantare parte dell'oliveto esistente.
In seguito, dagli anni '90, il testimone è passato al figlio Mauro che insieme alla moglie Simona si occupa dell'azienda, conducendo queste verdi colline alla produzione di un olio extravergine di oliva biologico di notevole pregio.
Gli oliveti si collocano nell'areale della D.O.P. "Pretuziano delle Colline Teramane", in una zona prettamente collinare con clima mite, dove si incontrano e mescolano le correnti ascensionali dei Monti della Laga con quelle salmastre del litorale adriatico, microclima ideale per la coltivazione dell'olivo. Le cultivar che compongono l'oliveto di 1000 piante sono il "Leccino", "Frantoio", "Dritta", "Ascolana", "Pendolino", "Carboncella" e "Tortiglione". Quest'ultima varietà è la cultivar tipica della provincia di Teramo, diffusa nella valle dei fiumi Tordino e Vomano.
Sette le varietà di oli prodotti: PENDOLINO (Monocultivar Pendolino), LECCINO (Monocultivar Leccino), TORTIGLIONE (Monocultivar Tortiglione), ASCOLANA (Monocultivar Ascolana), DRITTA (Monocultivar Dritta), Olio Monaco extra vergine d'oliva Biologico (Blend Biologico), Blend blue per la ristorazione.

Sito internet: www.oliomonaco.it

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La ricetta

Millefoglie di zucchine con crema di carote e anacardi logoMillefoglie di zucchine con crema di carote e anacardi

Pulire le carote e tagliarle in piccoli pezzi, metterle in una casseruola con 2 bicchieri abbondanti di acqua, 1 cucchiaio di olio, le foglie di alloro e un pizzico di sale.

Coprire parzialmente e cuocere a calore medio basso per 20-25 minuti circa lasciando asciugare quasi del tutto il fondo di cottura e le carote molto morbide.

Leggi la ricetta

calamarata cipolle rosse forno fagiolini peperoncino olive nere 2

Calamarata con cipolle rosse al forno, fagiolini al peperoncino, olive nere. 

Con un olio suadente e profondamente "Sud" il collegamento spontaneo è stato a elementi naturali quasi trovabili in strada, o per meglio dire nei campi, e una declinazione in apparenza "povera" di quel monumento nazionale Italiano che è la pasta. Quest'olio ha reso il minimalista incrociarsi degli abbinamenti un fortunata combinazione di aromi conquistatori e in questo si vede tutta la straordinaria forza di un buon olio extravergine di oliva e una riprova di quanto sia necessario porre in rilievo questa potente funzione aromatica in cucina, funzione profondamente sottovalutata.

calamarata cipolle rosse forno fagiolini peperoncino olive nere 4

L'Azienda

L’Azienda Agricola Doria opera sin dai primi del ‘900, ma è dal 1974 che opera come società agricola producendo in particolare oli di oliva di elevata qualità e cura.
Si trova nella Piana di Sibari in Calabria e oltre agli uliveti ha installato nei suoi terreni impianti di pescheti e agrumeti che completano il quadro della produzione.
Numerosi le varietà di oli ottenuti dalle piante presenti a iniziare dalle Monocultivar Nocellara Messinese, Nocellara Etnea, Cipressino, Carolea e Grossa di Cassano, fino ad arrivare ai Blend "1315", "Anno 2011", "Sole", "Terra", "Sud".
L’azienda cerca di rispettare i valori della natura e dell’ecosistema per offrire prodotti di alta qualità, aderisce al disciplinare di lotta integrata. Dal 2005, per quanto riguarda gli uliveti, ha abolito l’utilizzo di erbicidi, pesticidi e concimi chimici e dal 2010 è in conversione al regime di agricoltura biologica.

Sito internet: www.agricoladoriasrl.it

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

calamarata cipolle rosse forno fagiolini peperoncino olive nere

La ricetta

Calamarata con cipolle rosse al forno, fagiolini al peperoncino, olive nere

Mondare i porri da gran parte delle cime verdi, lavarli bene, affettarli finemente e metterli in una padella insieme a 3-4 cucchiai di olio e le foglie di salvia lavate e ugualmente affettate, salare, coprire e lasciare brasare a fuoco basso per 10-15 minuti circa bagnando con poca acqua solo se necessario...

Leggi la ricetta

Crema di melanzane alla menta, riso rosso e peperoni con olio Monaco monovarietale Dritta.

Crema di melanzane alla menta e olio Monaco Dritta slide 4Un ottimo olio dell'azienda Monaco ottenuto da una tipica varietà abruzzese che in qualche modo riporta nel prodotto finito molte caratteristiche del territorio.

Del nome, Dritta, dobbiamo ancora verificare insieme all'amico produttore il suo reale significato, ma possiamo dire tranquillamente che all'assaggio ci conforta da subito la sua forte personalità data dal fruttato medio con alcune punte di sensazioni intense e penetranti dove vengono fuori in maniera forte le belle sfumature di erba fresca e il piccante amaro puntualmente avvertibile in bocca.

Proprio questo amaro piacevole ci ha fatto venire in mente in parallelo l'amaro a volte avvertibile nelle melanzane che abbiamo voluto trasformare in positivo grazie a questo olio contrastando il tutto con la bella e profumata menta, completa il sensuale e aromatico riso rosso e il compagno di molte avventure estive della melanzana, il peperone.

L'Azienda

Azienda Agricola Biologica Monaco

Crema di melanzane alla menta e olio Monaco Dritta slide 3L'azienda MONACO è situata nel comune di Tortoreto, nella piccola frazione di Cavatassi a circa 200 mt sul livello del mare ed è stata fondata nel 1970 dal dott. Ruggero Monaco, veterinario, che, senza nessuna conoscenza delle pratiche agronomiche riguardanti l'ulivo, ma innamorato del suo frutto, fece impiantare parte dell'oliveto esistente.
In seguito, dagli anni '90, il testimone è passato al figlio Mauro che insieme alla moglie Simona si occupa dell'azienda, conducendo queste verdi colline alla produzione di un olio extravergine di oliva biologico di notevole pregio.
Gli oliveti si collocano nell'areale della D.O.P. "Pretuziano delle Colline Teramane", in una zona prettamente collinare con clima mite, dove si incontrano e mescolano le correnti ascensionali dei Monti della Laga con quelle salmastre del litorale adriatico, microclima ideale per la coltivazione dell'olivo. Le cultivar che compongono l'oliveto di 1000 piante sono il "Leccino", "Frantoio", "Dritta", "Pendolino", "Carboncella" e "Tortiglione". Quest'ultima varietà è la cultivar tipica della provincia di Teramo, diffusa nella valle dei fiumi Tordino e Vomano.
Quattro le varietà di oli prodotti: PENDOLINO (Monocultivar Pendolino), TORTILIS (Monocultivar Tortilis), Olio Monaco extra vergine d'oliva Biologico (Blend Biologico), Le Colline di Augusto D.O.P.

Sito internet: www.oliomonaco.it

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La ricetta

Crema di melanzane alla menta e olio Monaco Dritta 700x500 CSCrema di melanzane alla menta, riso rosso e peperoni con olio Monaco monovarietale Dritta

Sciacquare e disporre il riso in una pentola, coprirlo con il brodo vegetale e aggiungere l'alloro, coprirlo parzialmente e cuocerlo per 30-35 minuti circa a fuoco basso fino a quando non avrà assorbito tutto il liquido iniziale.

Lavare con cura le melanzane, asciugarle, disporle su una teglia e metterle a cuocere nel forno caldo a 190 gradi rivoltandole spesso.

Leggi la ricetta

Fagiolini al vapore, con datteri, mandorle, pomodorini e Olio extravergine di oliva DOP Laghi Lombardi Lario

fagiolini al vapore con datteri mandorle pomodorini olio extravergine di oliva 3Un olio dal colore giallo intenso con riflessi verdi e una sensazione di avvolgente armonia.
Spicca su tutto il bello equilibrio con note caratteristiche del miglior olio da olive, sfumature mai invadenti e una grande piacevolezza di fondo che sa accompagnare al meglio il cibo con cui viene abbinato.
Come scritto dalla presentazione ufficiale di questo olio si apprezzano pienamente le note di ortaggi e di erba verde, il sottofondo di profumi di fiori primaverili e i lievi sentori di agrumi, mentre la percezione della nota amara rimane costantemente piacevole e non invadente.

Il tutto porta ad esaltare gradualmente il cibo con cui viene incrociato, in particolare gli ortaggi ricchi di carnosità come i tipici estivi peperoni, melanzane e fagiolini e gli invernali ricchi di amidi come patate, zucca, sedano rapa, topinambur.
Per un primo approccio in cucina si è pensato di rimanere con ingredienti di stagione estiva in una sorta di insalata in cui sono mescolate verdure crude e cotte e una interessante nota agrodolce data dai datteri, frutti secchi eccellenti per molti piatti salati e secondo noi perfetti in abbinamento con l'olio da olive.

L'Azienda

Cooperativa Olivicoltori Lago di Como

fagiolini al vapore con datteri mandorle pomodorini olio extravergine di oliva 4Costituita nell'aprile 2011, la Cooperativa "Olivicoltori lago di Como" è il frutto maturo di anni di lavoro svolto con competenza, passione e continuità da 25 olivicoltori delle province di Como e Lecco, che, con l'insieme delle loro 2000 piante, costituiscono già oggi una delle maggiori realtà produttive del Lario. Sono riunite sotto l'egida della cooperativa competenze, mezzi e risorse economiche per mantenere, ed incrementare, l'eccellenza dell'olio prodotto ed offerto al consumo. Tutti gli oliveti sono censiti e controllati da un agronomo qualificato che indirizza ogni fase del ciclo produttivo, dalla coltivazione alla molitura, verso principi di sostenibilità ambientale con tecniche e prodotti consentiti in agricoltura biologica.

L'imponente massa d'acqua del lago e la protezione a nord della catena alpina permettono un lungo periodo vegetativo favorevole alla lenta maturazione delle olive. Le varietà di olivo autoctone, storicamente presenti sul territorio, sono Frantoione, Bolgegna, Leccino. L'extravergine prodotto, Olio extravergine di oliva DOP Laghi Lombardi Lario, ha acidità massima totale che arriva appena a 0,1%.

Sito internet: www.olicoop.it

La ricetta

fagiolini al vapore con datteri mandorle pomodorini olio extravergine di oliva 2Fagiolini al vapore, con datteri, mandorle, pomodorini e Olio extravergine di oliva DOP Laghi Lombardi Lario

Sbucciare le cipolle e tagliarle in spicchi spessi 1 cm circa mettendoli in una casseruola dal fondo spesso, aggiungere le foglie di alloro lavate, 3 cucchiai d'olio Bonomo e poco sale, coprire e rosolare a fuoco basso per 5 minuti.

Nel frattempo mondare i finocchi dalle sommità barbose e dalla foglia esterna più brutta, dividerli metà, lavarli e tagliarli in sottili spicchi, aggiungerli alle cipolle rosolate, coprire nuovamente e sempre a fuoco basso cuocere per 15-20 minuti circa mescolando ogni tanto...

Leggi la ricetta

Come nasce questa rubrica

ulivo

 

Creare ricette partendo dalla multidirezionalità dell'olio di olive

Questa rubrica prestigiosa nasce dalla conoscenza diretta di alcuni selezionati produttori di oli consigliati dal "Maestro Oleologo" Luigi Caricato ed è stata la spontanea conseguenza dell'arricchimento umano e professionale che il confronto con persone avvolte nella terra che coltivano e amano hanno saputo dare con estrema semplicità.

 

Libri in Primo Piano

Ipertensione: curarla a tavola

Ipertensione: curarla a tavola

Aprile 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il ruol...

Pesce e Verdure

Pesce e Verdure

Agosto 01, 2006

Un'unione gustosa e salutare Descrizione: 28 pes...

La Cucina con la Frutta

La Cucina con la Frutta

Maggio 01, 2006

Le guide di Natura e Salute Descrizione: L'impor...

Le ricette del mese

Pomodori ripieni di riso nero al profumo di limone e zucchine in gratin di mandorle e timo

Pomodori ripieni di riso nero al profumo…

08-07-2020 Antipasti

Con il riso nero si possono realizzare anche ottim...

Gnocchetti schiacciati di piselli con salsa rossa, formaggio di macadamia e nigella

Gnocchetti schiacciati di piselli con sa…

05-07-2020 Primi

L'innovazione abbastanza recenti delle farine di l...

Quinoa, carote e pistacchi con dressing di cannellini in agrodolce

Quinoa, carote e pistacchi con dressing …

30-06-2020 Primi

Pur non essendo un vero cereale la quinoa ormai è...

Invito alla Lettura

Conoscere i linguaggi della cucina

Conoscere i linguaggi della cucina

04-04-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

I messaggi lanciati dal corpo e la loro importanza...

Bambini a Tavola

Bambini a Tavola

11-11-2015 Invito alla Lettura, i libri consigliati

In cucina con Slow Food. Un recente libro ben ill...

banner