Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Oct 03, 2022 Last Updated 12:26 PM, Oct 2, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di orzo perlato,
  • 250 g di pomodorini,
  • 200 g di ceci lessati,
  • 1 cucchiaino di rosmarino fresco tritato,
  • ½ cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Tra le grandi e principali famiglie alimentari destinate al consumo umano i cereali rappresentano una sorta di nobiltà essendo state tra le prime piante ad essere coltivate in modo esteso sulla terra grazie alle notevoli qualità nutritive e all’adattabilità delle varie specie alle diverse condizioni ambientali della terra.

Una nobiltà messa come non mai in discussione in questi ultimi decenni dove molte teorie nutrizionali strampalate hanno distorto la percezione mescolando verità a falsità e ignoranza a mistificazione.

Bisogna tenere presente che da almeno 10000 anni, dopo lunghi secoli di selezione e sperimentazione delle qualità più adatte alle esigenze di vita umane, sono diventati la base dell’alimentazione di quasi tutti i popoli, ognuno dei quali ha trovato modi di utilizzo differenti e sottoprodotti tipici, in buona parte legati a tradizioni e simbologie fortemente influenzate dall’ambiente di vita.

Un lungo processo a cui dovremmo essere grati e il modo migliore è sicuramente quello di ricominciare ad apprezzare i cereali e i loro numerosi fratelli nella versione più integra e sana, quella in chicchi.

E se nel bacino del mediterraneo, caratterizzato da un clima temperato caldo e soleggiato con zone più umide e ricche d’acqua, il cereale a più ampia diffusione è stato il grano seguito dall’orzo, dal farro, dal miglio, e in epoche più recenti dal mais e dal riso, mentre avena, segale, grano saraceno sono stati utilizzati con maggiore frequenza nei paesi e nelle regioni del nord, oggi siamo di fronte alla positiva presenza di altri cibi in chicchi interessanti e sani come il Teff o l’amaranto.

Preparare ricette con i cereali e i loro fratelli in chicchi ci offre quindi innumerevoli possibilità in cucina sapendo che nel gustare deliziosi piatti portiamo al nostro organismo tanto benessere e tanta salute!

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di piselli freschi sgusciati,
  • 150 g di orzo perlato,
  • 350 g di pomodori pachino,
  • 1 mazzo di basilico fresco,
  • 400 g di erbette,
  • 60 g di olive nere,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g d'orzo perlato
  • 2 l circa di buon brodo vegetale pronto
  • 5 carciofi di qualità a scelta
  • 1 limone
  • 1 cipolla bianca
  • 400 g di filetti di merluzzo senza pelle o altro pesce bianco a scelta
  • 2 arance
  • poco latte
  • olio extra vergine d'oliva Altomena Maiuscolo
  • sale

Uno dei cereali che con il caldo risulta più gradevole e rinfrescante è senza dubbio l’orzo che nella sua versione perlata, per quanto più impoverita, ha tempi di cottura relativamente brevi e una gestione molto facile.

In questa ottima ricetta in cui è stato inserito per dare vigore del peperoncino o ancora meglio dell’olio al peperoncino già pronto l’orzo sposa principalmente i verdi fagiolini combinandosi gustosamente con le olive nere.

Rinforza poi la sua freschezza con la buccia di limone completandosi con pomodori maturi che portano altre sostanze di salute notevoli come il licopene oltre a dare una nota di colore non indifferente!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g di fagiolini verdi,
  • 200 g di orzo perlato,
  • 100 g di olive nere snocciolate,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 peperoncino o olio al peperoncino,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 2-3 pomodori maturi,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire con cura i fagiolini eliminando le estremità, sciacquarli e lessarli per 5 minuti circa in modo da lasciarli croccanti, scolarli con una schiumarola conservando l’acqua di cottura.
  2. Sciacquare l’orzo e disporlo in una casseruola, aggiungere ½ l di acqua di cottura dei fagiolini, coprirlo parzialmente e cuocerlo per 25 minuti circa fino a fargli assorbire tutto il liquido di cottura.
  3. Una volta pronto trasferirlo subito in un vassoio e con una forchetta sgranarlo il più possibile lasciandolo raffreddare.
  4. Tagliare i fagiolini cotti in piccoli dadini, tritare le olive nere grossolanamente, sbucciare l’aglio e tritarlo da solo se si utilizza un olio già aromatizzato al peperoncino o con il peperoncino se si usa un olio d’oliva normale.
  5. Mettere il trito d’aglio in una padella insieme a 3-4 cucchiai di olio, rosolarlo velocemente, aggiungere l’orzo sgranato e lasciarlo insaporire brevemente aggiungendo i fagiolini e le olive nere, mescolarlo e regolarlo di sale.
  6. Tagliare i pomodori a spicchi, mettere l’orzo al centro dei piatti circondandolo con gli spicchi di pomodoro e in ultimo profumarlo con la buccia di limone.

Ultimi articoli

Carpacci, il piacere di consumare gli alimenti a crudo

Carpacci, il piacere di consumare gli al…

22-09-2022 Alimentazione

Le caratteristiche salienti di una preparazione ch...

Risi lunghi e profumati: cottura, consigli e ricette

Risi lunghi e profumati: cottura, consig…

17-09-2022 I cereali in cucina

Le tipologie di riso presenti al mondo sono davver...

Un abito per il cibo tra gusto, croccantezza e sorpresa

Un abito per il cibo tra gusto, croccant…

09-09-2022 Alimentazione

Possiamo cucinare il cibo nudo e crudo prendendo a...

Libri in Primo Piano

Senza Sale

Senza Sale

Marzo 14, 2020

Scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a...

Da grande farò lo chef

Da grande farò lo chef

Settembre 09, 2022

Un bella avventura tra fornelli e ricette che piac...

Naturalmente dolci

Naturalmente dolci

Agosto 29, 2014

Le guide di Natura e Salute Il ruolo dei dolcific...

Invito alla Lettura

Medicina Naturale dalla A alla Z

Medicina Naturale dalla A alla Z

08-11-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Natura e Salute Qualunque cosa pensiate della med...

La salute degli occhi passa anche attraverso il cibo consumato

La salute degli occhi passa anche attrav…

09-07-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Vista, salute e qualità nutrizionale preventiva d...

banner