Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Apr 18, 2021 Last Updated 12:00 AM, Sep 16, 2021

Ingredienti per 4 persone:

  • 700 g circa di zucca tipo Delica,
  • 700 g circa di cavolfiore bianco,
  • 1 cucchiaino di maggiorana secca,
  • semi di sesamo nero,
  • olio extra vergine d'oliva Monaco Monocultivar Ascolana,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare la zucca da semi, filamenti e buccia, tagliarla in piccoli cubetti e metterla in un cestello per la cottura a vapore, cuocerla per 10-15 minuti circa fino a renderla molto morbida.
  2. Appena pronta frullarla subito con alcuni cucchiai di olio allungando se necessario la crema ricavata con un poco di acqua di cottura del vapore, regolare di sale e pepe.
  3. A parte mondare il cavolfiore dividendolo in piccole cimette, disporlo nello stesso cestello e cuocerlo a vapore per 10 minuti circa mantenendo la verdura croccante.
  4. Condirla con alcuni cucchiai di olio e la maggiorana secca regolando di sale, mettere quindi la crema di zucca sul fondo dei piatti e adagiarvi sopra le cimette di cavolfiore decorando con dei semi di sesamo nero.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di cavolfiore bianco in cimette pulite,
  • 80 g di noci sgusciate,
  • 250 g di ricotta soda,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 3 uova,
  • salsa di pomodoro pronta,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione:

  1. Cuocere a vapore il cavolfiore per 10 minuti abbondanti fino a renderlo morbido, nel frattempo tritare le noci e mescolarle con la ricotta.
  2. Preparare la buccia di limone e mescolarla con 2 cucchiai di olio d’oliva, intiepidire il cavolfiore, schiacciarlo bene con una forchetta e insaporirlo con un pizzico di sale e l’olio al limone.
  3. Unire insieme ricotta, cavolfiore e i soli tuorli delle uova, montare e neve soda gli albumi e incorporarli delicatamente nel composto.
  4. Riempire delle coppettine in terracotta leggermente oliate e cuocer nel forno caldo a 160 gradi per 15-20 minuti circa.
  5. Lasciare assestare 10 minuti a temperatura ambiente e servire.

Questo dressing prende spunto da preparazioni molto consolidate in diverse realtà regionali dove è uso da sempre unire i legumi lessati a elementi agrodolci per realizzare sia diversi tipi di salse che condimenti particolari tesi a valorizzare produzioni locali oggi giustamente tutelate da marchi come DOP e IGP.

Curiosamente per la categoria di preparazioni è relativamente ricco di proteine vegetali, una caratteristica riscontrabile ogni volta che si usano come base gli ottimi e salutari legumi.

Per la preparazione si utilizzano i teneri e cremosi fagioli cannellini, ma andrebbero bene varietà analoghe come gli eccellenti fagioli Zolfino o in mancanza i comuni borlotti di preferenza però freschi, il dressing accompagna splendidamente tutti i cereali in chicchi, le verdure alla griglia (specialmente i radicchi) e al forno, il pesce alla griglia, cotolette, hamburger vegetali e le classiche insalate.

Ingredienti per un condimento da 4 persone:

  • ½ cipolla ramata o rossa a preferenza,
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna,
  • 3-4 cucchiai di aceto di vino,
  • 80 g di fagioli cannellini lessati o in alternativa altre tipologie,
  • brodo vegetale,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Tritare la cipolla rossa e metterla in una piccola padella con 2-3 cucchiai di olio, salarla appena, coprirla e rosolarla delicatamente per 10 minuti.
  2. Alzare la fiamma e togliere il coperchio, aggiungere lo zucchero e subito dopo l’aceto, abbassare la fiamma e dopo 20-30 secondi spegnere lasciando raffreddare.
  3. Frullare con i fagioli e il brodo vegetale sufficiente a ottenere un fluido condimento da regolare di sale.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cucchiaio scarso di karkadè,
  • 10 g di mandorle sgusciate,
  • 1 bacca di vaniglia nera,
  • 100 g di frutta rossa mista tra fragole, ciliegie, lamponi e ribes,
  • 2 cucchiai di miele d'acacia

Preparazione

  1. Lasciare in infusione il karkadè in 900 ml circa di acqua bollente per 10 minuti.
  2. In un pentolino tostare leggermente le mandorle a calore basso per alcuni minuti e raffreddarle.
  3. Aggiungere all'infuso la bacca di vaniglia, le mandorle spezzettate, il miele e la frutta tagliata in piccoli pezzi, mescolare e lasciare raffreddare il tutto.
  4. Filtrare l'infuso e servirlo freddo.

Tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera le piantine della fantastica ortica cominciano di nuovo a rendere disponibili le loro gustose e benefiche foglie dalle virtù infinite.

Farne grandi scorte è un consiglio che ci sentiamo di darvi molto calorosamente e anche se non vi interessa più di tanto il loro contributo al benessere dell'organismo e alla prevenzione di molte patologie dovete sapere che sono uno straordinario sostituto dei comuni spinaci e di tutte le verdure a foglia verde.

Vi consentono di realizzare in maniera del tutto gratuita (anzi verrete ricompensati dalla serenità di una bella scampagnata tra i prati) ottimi piatti come questo ottimo riso integrale in cui vi raccomandiamo però di aggiungere le mandorle tostate solo all’ultimo in modo da creare un bel contrasto di consistenze e sapori.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di riso integrale,
  • 2 foglie di alloro fresco,
  • 4 carote medie,
  • 150 g di ortiche circa,
  • 200 g di fagioli cannellini lessati,
  • 80 g di passata di pomodoro,
  • 500 ml di brodo vegetale,
  • 30 g di mandorle in scaglie,
  • 12 ravanelli,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • finocchietto selvatico o barbette verdi di finocchi freschi,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sciacquare con molta cura il riso e disporlo in una pentola, aggiungere 700 ml di acqua e le foglie di alloro lavate, coprirlo parzialmente e cuocerlo a calore medio basso per circa 25-30 minuti fino a quando non ha assorbito tutto il liquido.
  2. A parte pulire le carote dividerle in 4 bastoncini per il lungo e affettarle, lavare con attenzione le ortiche e lessarle in poca acqua per soli 2-3 minuti, scolarle mettendole in acqua molto fredda e una volta scolate tagliuzzarle con un coltello.
  3. In una larga padella rosolare le carote inizialmente da sole per 10 minuti scarsi insieme a 2-3 cucchiai di olio e un pizzico di sale, togliere e conservare la metà delle carote, aggiungere i fagioli e dopo 2-3 minuti la passata di pomodoro, la maggiorana e 400 ml di brodo, salare e cuocere per altri 10 minuti.
  4. Nel frattempo in un padellino tostare le scaglie di mandorle a calore basso per 4-5 minuti, lavare i ravanelli, tagliarli in piccoli dadini e condirli con poco sale, la buccia grattugiata di limone e un filo d'olio.
  5. Frullare carote e fagioli fino a trasformarli in una crema da rimettere nella padella, unire il riso integrale lessato, i ravanelli al limone, l’ortica e le carote tenute da parte, cuocere mescolando con cura fino a ottenere la densità di un normale risotto, se serve versare un altro poco di brodo e regolare di sale.
  6. Solo in ultimo aggiungere le scaglie di mandorle tostate e servire nei piatti decorando con altra buccia di limone grattugiata e piccoli rametti di finocchietto.

Ultimi articoli

Bevande vegetali e utili consigli per la preparazione di una besciamella vegetale

Bevande vegetali e utili consigli per la…

15-04-2021 Alimentazione

Le moderne bevande vegetali moderne con in prima l...

Basilico Genovese Storico, poesia insaporente in cucina

Basilico Genovese Storico, poesia insapo…

06-03-2021 Mangiare sano

L’alto valore di un progetto di moderna distribu...

Foglie di cavolfiore e patate viola in olio al limone, mandorle, pepe rosa e olio extravergine d’oliva Monaco aromatizzato al limone

Foglie di cavolfiore e patate viola in o…

04-03-2021 Olio di Oliva

Condimento all'olio extravergine d’oliva aromati...

Libri in Primo Piano

Pesce e Verdure

Pesce e Verdure

Agosto 01, 2006

Un'unione gustosa e salutare Descrizione: 28 pes...

Senza Sale

Senza Sale

Marzo 14, 2020

Scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a...

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo mangiato

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo man…

Maggio 01, 2003

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non ci ...

Le ricette del mese

Seppie morbide all’umami di pomodoro e olio extravergine d’oliva con zucchine croccanti e polvere di olive secche

Seppie morbide all’umami di pomodoro e…

17-04-2021 Antipasti

In questa ricetta il pomodoro svolge un ruolo dete...

Vellutata verde con broccoletti, miglio e sesamo nero

Vellutata verde con broccoletti, miglio …

14-04-2021 Minestre e Zuppe

Siamo al cospetto di un’altra ricetta presente n...

Tagliatelle in acqua di pomodoro e crema condente al pesto con anima di piselli

Tagliatelle in acqua di pomodoro e crema…

12-04-2021 Primi

Bisogna sempre cercare di sprecare il meno possibi...

Invito alla Lettura

Metti un celiaco a cena

Metti un celiaco a cena

23-07-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Fantasie COOLinarie di una fornostar Un libro scr...

La salute degli occhi passa anche attraverso il cibo consumato

La salute degli occhi passa anche attrav…

09-07-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Vista, salute e qualità nutrizionale preventiva d...