Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

May 28, 2022 Last Updated 8:46 AM, May 27, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 finocchi,
  • 250 g di ricotta fresca di pecora,
  • 3 uova,
  • 250 ml di latte,
  • 40 g di pecorino stagionato,
  • 1 limone,
  • 1 grande avocado molto maturo,
  • 1 piccola fettina di cipolla rossa,
  • 8-10 pomodori secchi sottolio,
  • 1 cucchiaio di semi di zucca sgusciati,
  • maggiorana,
  • farina di mais,
  • pepe in grani,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Si può raggiungere un alto grado di raffinatezza anche con un piatto di pasta ripiena? Certamente si e lo dimostriamo con questa ottima ricetta che a fronte di un lavoro un po’ più impegnativo del solito garantisce risultati estremamente gradevoli.

Si parte dai broccoletti rappresentanti di una famiglia che a livello di effetti benefici sulla salute non ha rivali, ortaggi che oltre ad essere sani e belli sono estremamente adattabili a molte combinazioni potendo diventare creme, salse, zuppe, vellutate, farce, insalate, sformati, focacce, torte salate, accompagnamento di cereali in chicchi e così via!

Broccoletti nella sfoglia e nel ripieno insieme ai valorizzanti funghi secchi e all’avvolgente ricotta fresca per dei ravioli serviti in un ottimo brodo vegetale con la chicca finale della caciotta al tartufo che sa esaltare al massimo la bella combinazione di questo piatto.

Ingredienti per 4 persone:

  • 10 g di funghi porcini secchi,
  • 200 g di broccoletti verdi,
  • 80 g di spinaci freschi,
  • 100 g di farina 0,
  • 80 g di semola di grano duro,
  • 1 piccolo uovo,
  • 1 piccola cipolla,
  • 50 ml di vino bianco,
  • 100 g circa di ricotta fresca molto soda,
  • 25 g di mandorle tostate,
  • 900 ml circa di brodo vegetale intenso,
  • 100 g di caciotta al tartufo o un formaggio simile,
  • pepe rosa,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno i funghi secchi in una tazza di acqua tiepida, mondare i broccoletti dividendoli in piccole cimette e lavarli, cuocerli a vapore a vapore per 10 minuti unendo negli ultimi 2 anche gli spinaci ben lavati.
  2. Separare i gambi più duri dei broccoletti dalle infiorescenze verdi che andranno frullate insieme agli spinaci ben strizzati lasciando raffreddare, mescolare le due farine con i broccoletti frullati, poco sale e l’uovo fino a ottenere un impasto morbido da lasciare riposare per 30 minuti in frigorifero.
  3. Nel frattempo sbucciare e tritare la cipolla facendola rosolare per 5 minuti abbondanti con 2 cucchiai di olio, scolare i funghi dall’acqua pulendoli con cura, tritarli e aggiungerli alla cipolla lasciandoli insaporire brevemente, bagnare con il vino e farlo evaporare.
  4. Unire i gambi dei broccoletti affettati, cuocere 2 minuti, raffreddare, frullare e mescolare con la ricotta e le mandorle tritate finemente.
  5. Stendere la pasta fresca in sfoglie rettangolari sottili, porre a distanza regolare mezzo cucchiaino di ripieno, ricoprire con l'altra metà e con un tagliapasta rigato formare dei piccoli ravioli quadrati, adagiarli su un vassoio ben infarinato e lasciarli asciugare per 20 minuti.
  6. Portare a ebollizione il brodo e cuocervi dentro i ravioli per meno di 5 minuti, distribuire nelle fondine e completare con la caciotta al tartufo tagliata molto sottile e alcuni grani di pepe rosa macinati.

Parlando di lenticchie l’associazione immediata è con i preziosi legumi e subito dopo con le fondamentali proteine vegetali che rispetto a quelle animali sono in assoluto da preferire.

Le lenticchie nelle ricette proteiche all’interno dei secondi piatti recitano sempre un ruolo di primo piano, sono per lo più secondi piatti sfiziosi che meritano grande attenzione e riescono a soddisfare pienamente una dieta sana rispettando i canoni di un alimentazione corretta.

Ne è un esempio questa nostra proposta dove le lenticchie diventano un goloso tortino accompagnato dalla sempre ottima scarola e da una speciale salsa speziata!

Ingredienti per 4 persone:

  • ½ cespo circa di scarola,
  • 400 g circa di lenticchie di Colfiorito già lessate,
  • 1 cipolla medio piccola,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 1 rametto di rosmarino fresco,
  • 4 uova,
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato,
  • 500 g di ricotta fresca,
  • 1 cucchiaio di pinoli,
  • cannella,
  • cardamomo,
  • noce moscata e zenzero in polvere,
  • 100 ml circa di latte,
  • poco burro e farina di mais,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con cura e affettare finemente la scarola, sbucciare la cipolla e l'aglio e tritarli finemente insieme al rosmarino sfogliato, rosolarli in una padella insieme a 2-3 cucchiai di olio per 10 minuti circa a fuoco basso, unire prima la scarola e dopo pochi minuti le lenticchie cotte, cuocere per 10 minuti circa.
  2. Sbattere le uova con il parmigiano, il pepe e un pizzico di sale, aggiungere 350 g circa di ricotta e dopo averla amalgamata scarola e lenticchie intiepidite.
  3. Mettere il composto in uno stampo da plumcake da 20x10 cm circa di diametro imburrato e cosparso di farina di mais, cuocere nel forno caldo a 160 gradi per almeno 30 minuti.
  4. Nel frattempo in un mortaio pestare i pinoli con un pizzico di cannella, cardamomo, noce moscata e zenzero in polvere regolando le spezie secondo i propri gusti, frullare la ricotta rimasta con il latte fino a creare una salsina da profumare con la polvere speziata e scaldare.
  5. Lasciare consolidare a temperatura ambiente per 10 minuti circa il tortino, tagliarlo a fette e servirlo con la cremina speziata.

Fra le tante possibilità che abbiamo per gustare le ottime melanzane estive c’è anche la possibilità di trasformarle in ottimi secondi vegetariani seguendo una pre cottura molto sana e vantaggiosa, potremmo anzi definirla la migliore cottura in assoluto delle melanzane.

Intere nel forno, infatti, conservano tutte le loro caratteristiche sia organolettiche che nutrizionali sacrificando la sola buccia esterna, l’unico lato negativo di questa cottura visto che in realtà la buccia è sempre meglio utilizzarla quando è possibile.

In questo piatto la polpa delle melanzane viene esaltata dai profumi del basilico, rinforzata in strutture e proteine da uova e ricotta, esaltata e resa più accattivante da una salsa a base di funghi che ben si sposano con l’ortaggio estivo!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane medie,
  • 20 g di funghi secchi,
  • 1 mazzo di basilico fresco,
  • 1 scalogno medio,
  • 2 cucchiai di pecorino grattugiato,
  • 250 g di ricotta fresca,
  • 250 ml di latte fresco,
  • 3 uova,
  • ½ cucchiaino di origano secco,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le melanzane, disporle intere in una teglia e cuocerle nel forno caldo a calore medio per circa 20-25 minuti. Lasciarle intiepidire, sbucciarle, mettere a colare la polpa ricca di acqua in un colino e aiutandosi con le mani schiacciarle bene in modo da renderla asciutta.
  2. Nel frattempo mettere a bagno i funghi in poca acqua tiepida, sfogliare il basilico, lavarlo, sgrondarlo dall'acqua in eccesso e spezzettarlo finemente, sbucciare lo scalogno e tritarlo finemente, grattugiare il pecorino.
  3. Frullare finemente la polpa di melanzane con i 2/3 della ricotta e del latte, le uova, il pecorino, il basilico e un pizzico di sale, distribuire questa crema in 4 formine lievemente oliate e cuocere nel forno caldo a 180 gradi per 25 minuti circa.
  4. A parte rosolare lo scalogno tritato con 3-4 cucchiai d'olio e l'origano per 5 minuti a calore medio basso, aggiungere i funghi tritati, cuocere per altri 5-10 minuti a fuoco basso e frullare finemente il tutto insieme alla ricotta e al latte rimasti.
  5. Lasciare asciugare 10 minuti a temperatura ambiente gli sformati, capovolgerli nei piatti, ricoprirli con la salsina di funghi e decorarli a piacere.

Un buon piatto di pasta è sempre una proposta perfetta per la cucina della salute malgrado il forte tentativo di mettere in cattiva luce il ruolo dei carboidrati e di piatti classici nati in realtà già ottimizzati dal punto di vista nutrizionale.

Con un formato integrale di pasta abbiamo ad esempio già un bel carico di prezioso fibre che prosegue con la presenza dei fagiolini e dei pomodori oltre che delle mandorle che in dono ci portano anche sostanze super protettive e utili.

Ma in più abbiamo anche il contributo della curcuma nella sua versione fresca con tutte le prerogative positive di questa gloriosa spezia, un unione complessiva di ingredienti e cibi che va ben al di la del piacere e del gusto di un buon piatto di pasta integrale!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 cipollotti freschi,
  • 40 g circa di curcuma fresca,
  • 250 g di ricotta fresca,
  • 120 ml di latte,
  • 40 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • 250 g di pomodorini,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 4-5 rametti di maggiorana fresca,
  • 350 g di fagiolini,
  • 300 g di mezze penne integrali,
  • semi di sesamo nero,
  • pepe,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire i cipollotti conservando in questo caso solo la parte del bulbo bianca da affettare e mettere in una padella con 2 cucchiai di olio e un pizzico di sale, utilizzare la restante come erba aromatica in sostituzione dell’erba cipollina, per delle zuppe, salse, frittate o brodi.
  2. Cuocere a calore medio basso per 10 minuti scarsi, nel frattempo sbucciare e grattugiare la curcuma, unirla al soffritto insieme a un pizzico di pepe e continuare la cottura per 1-2 minuti, infine frullare con la ricotta e il latte in modo da ottenere una salsina gialla da regolare di sale.
  3. Mettere le mandorle in un altra padella piccola e a calore basso tostarle per 5 minuti circa, una volta pronte raffreddarle e tagliarle in scaglie grosse.
  4. Lavare i pomodorini, tagliarli in piccole parti e condirli con poco sale, 1 cucchiaio d’olio e la buccia grattugiata del limone lasciandoli marinare, pulire e sfogliare la maggiorana fresca.
  5. Mondare e lavare i fagiolini, lessarli in abbondante acqua bollente salata per 5 minuti circa lasciandoli croccanti e sodi, scolarli con una schiumarola conservando l’acqua di cottura e intiepidirli, tagliarli in piccoli pezzi e condirli con la maggiorana e 1 cucchiaio d’olio.
  6. Lessare al dente le penne nell’acqua di cottura dei fagiolini, scolarle non troppo asciutte e mescolarle con i pomodorini insieme al proprio succo, i fagiolini e le mandorle, distribuirle nei piatti e nel mezzo mettere la salsa di cipollotti e curcuma decorando con alcuni semi di sesamo nero.

Ultimi articoli

Il gustoso e sano bulgur: caratteristiche e usi in cucina

Il gustoso e sano bulgur: caratteristich…

11-05-2022 Mangiare sano

Conosciamo meglio l’ottimo bulgur un prodotto ve...

Più erbe e spezie meno pressione

Più erbe e spezie meno pressione

03-05-2022 Ipertensione

Una generosa presenza e il relativo uso abbondante...

Tecnica di cucina: roux e combinazioni addensanti

Tecnica di cucina: roux e combinazioni a…

24-04-2022 Alimentazione

Quando si tratta di addensare dei liquidi per i va...

Libri in Primo Piano

La Cucina Mediterranea delle Verdure

La Cucina Mediterranea delle Verdure

Maggio 02, 2006

Consigli e ricette di uno chef Descrizione: Nuov...

La pasta fatta in casa

La pasta fatta in casa

Ottobre 01, 2013

Le guide di Natura e Salute La pasta fresca emble...

Senza Sale

Senza Sale

Marzo 14, 2020

Scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a...

Le ricette del mese

Ceci e patate in forma con profumo di timo, pomodoro e limone

Ceci e patate in forma con profumo di ti…

27-05-2022 Secondi

In questa ricetta abbiamo diversi elementi che por...

Orzo, aglio e peperoncino con fagiolini, olive nere e pomodori

Orzo, aglio e peperoncino con fagiolini…

24-05-2022 Primi

Uno dei cereali che con il caldo risulta più grad...

Cacik turco rinfrescante all’aroma di menta

Cacik turco rinfrescante all’aroma di …

23-05-2022 Antipasti

La manciata degli ingredienti del cacik, una eccel...

Invito alla Lettura

Tutto sul pane fatto in casa

Tutto sul pane fatto in casa

17-10-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Parliamo volentieri d...

Alimentazione naturale dallo svezzamento all'adolescenza

Alimentazione naturale dallo svezzamento…

15-09-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

I prodotti biologici sulla tavola del bambino Il ...