Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Aug 12, 2022 Last Updated 9:17 AM, Aug 12, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 zucchine medio piccole,
  • 250 g di fagiolini verdi,
  • 2 patate piccole,
  • 2 carote medie,
  • 4 pomodori maturi grandi,
  • 1 cucchiaino scarso di buccia di limone grattugiata,
  • 250 g di lupini in salamoia,
  • 20 semi circa di anice verde,
  • 90 g di olive nere,
  • buon origano,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le zucchine e i fagiolini, pelare e lavare le patate, pulire le carote, tagliare tutte queste verdure in cubetti e stenderle in un cestello per la cottura a vapore.
  2. Cuocerle per circa 10-15 minuti fino a renderle tenere ma non sfatte, quindi trasferirle in un vassoio e condirle subito con un pizzico di origano, poco sale e 1 cucchiaio abbondante di olio.
  3. Pulire i pomodori separando al parte interna con i semi (conservatela per preparare una salsa di pomodoro perché è ottima e un peccato sprecarla), tagliare la sola polpa a cubettini e condirla con poco sale, la buccia di limone grattugiata e 1 cucchiaio di olio.
  4. Sciacquare e eliminare la pellicina dai lupini, disporli in una ciotola e condirli con poco olio in cui si sarà lasciata disperdere la polvere dei semi di anice tritati o pestati finemente.
  5. Riunire insieme le verdure cotte a vapore con i pomodori, i lupini e le olive nere, aggiungere un altro pizzico di origano, regolare di sale e versare a piacere un altro poco d’olio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 mele rosse Royal Gala,
  • 1 limone,
  • 2 carote medie,
  • 60 g di olive nere grosse,
  • 60 g di olive verdi grosse,
  • 2 manciate di foglie di sedano,
  • 8 cracker integrali,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con cura le mele, tagliarle a dadini e condirle subito con il succo di limone e un pizzico di sale.
  2. Pulire le carote e tagliarle in cubetti, snocciolare le olive e tagliarle in cubetti più o meno simili, lavare le foglie di sedano, tritarle e mescolarle con 3 cucchiai d'olio, poco sale e una macinata di pepe.
  3. Riunire insieme le mele con carote e olive, condire con l'olio al sedano mescolando più volte e stendere il tutto nel mezzo dei piatti.
  4. Sbriciolare i cracker integrali e disporli ai lati dell'antipasto, versare un filo d'olio e completare con una macinata di pepe.

 

In questa ricetta il pomodoro svolge un ruolo determinante per esaltare le seppie e ancora di più l’eccellente olio extravergine d’oliva utilizzato che del pomodoro porta un’intima e profonda anima.

L’essenza interna del pomodoro ricca di umami, uno dei nuovi sapori di base ormai catalogato da decenni per quanto ancora molto sconosciuto e ignorato nei prodotti più tipicamente Italiani e associato solo a quelli esteri, sposa l’essenza olio sostituendo il classico succo di limone e portando aromi estremamente interessanti.

Il tutto per condire le seppie la cui particolare morbidezza è dovuta all’eccellente brodo insaporente, anche questo arricchito dall’umami dei pomodori, e alla brevissima cottura che non ne indurisce i tessuti.

Accompagnano le seppie delle croccanti zucchine e la particolarmente sapida e profumata polvere di olive nere secche!

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 g circa di pomodorini datterino,
  • 4 foglie di alloro,
  • 1 mazzetto di prezzemolo,
  • 15 g di olive nere secche,
  • 2 zucchine medie,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 800 g di seppie pulite,
  • bacche di ginepro,
  • pepe nero in grani,
  • olio extravergine d'oliva L’essenza Nocellara del Belice,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con cura i pomodorini, dividerli a metà e svuotarli da tutta la parte interna comprendente semi e mucillagine, recuperarla totalmente e passarla attraverso un colino schiacciandola in modo da recuperare l’acqua di vegetazione con prevalenza di umami, conservare invece la polpa dei pomodori temporaneamente in frigorifero.
  2. Portare ad ebollizione 1 l circa di acqua con poco sale, le foglie di alloro, i gambi del prezzemolo, alcuni grani di pepe nero, le bacche di ginepro schiacciate e un poco dell’acqua di vegetazione dei pomodori cuocendo il tutto per 10 minuti.
  3. Tritare finemente le olive nere secche, tritare le foglie del prezzemolo, tagliare in filetti la polpa rossa dei pomodori, lavare bene le zucchine, tagliarle in lunghe striscioline e saltarle in padella per pochi minuti con lo spicchio d’aglio schiacciato, poco sale e 1 cucchiaio abbondante di olio.
  4. Tagliare le seppie in sottili striscioline, scottarle per un solo minuto nel brodetto aromatico, scolarle e lasciarle intiepidire condendole in seguito con un poco dell’acqua di vegetazione dei pomodori, la buccia grattugiata del limone, il prezzemolo tritato e 3 cucchiaio di olio.
  5. Mettere le seppie condite al centro dei piatti con sopra la polpa dei pomodori e le olive secche tritate, circondarle dalle zucchine in filetti, unire poche gocce di olio e servire subito.

Siamo di fronte a un sandwich davvero molto, molto speciale essendo interamente vegetale grazie all’interazione collaudata tra melanzane e ceci e neanche a dirlo buonissimo oltre che facile e alla portata di chiunque.

Del resto non a caso fa parte delle ricette del libro “Semplicità in cucina” dello Chef Giuseppe Capano dove si possono trovare molte altre ottime ricette su questo stile in cui la semplicità fa rima con salute e piacere a tavola!

Accompagna il nostro sandwich speciale un altrettanto semplice salsina a base di yogurt e olive insieme alla discreta presenza della lattuga che può essere sostituita senza problemi da qualsiasi altra insalata a vostra disposizione, ancora meglio se coltivata da voi!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 grande melanzana da 5-600 g circa,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 1 rametto di rosmarino fresco,
  • 250 g di ceci lessati,
  • 12 foglie grandi di lattuga e 6 piccole,
  • 8 olive nere morbide,
  • 125 g di yogurt magro,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare la melanzana e tagliarla a fette alte ½ cm abbondante, grigliarle su una piastra calda alcuni minuti per lato, raffreddarle e salarle leggermente.
  2. Sbucciare e tritare l'aglio insieme al rosmarino fresco sfogliato, rosolarlo velocemente in una padella con 2 cucchiai di olio, aggiungere i ceci lessati e le foglie di lattuga grandi tagliate a pezzi, cuocere per 5 minuti abbondanti e frullare il tutto riducendolo in crema densa.
  3. Snocciolare le olive e affettare finemente la lattuga piccola ben lavata, frullare insieme olive, lattuga e yogurt fino a creare una salsina dal colore uniforme.
  4. Farcire le fette di melanzane grigliate due a due con in mezzo la crema densa di ceci e lattuga, adagiarle nei piatti e servirle con la salsina alle olive e un poco di altra lattuga a julienne per decorazione.

Una nuova gustosa e sana combinazione di quel pregevole filone che vede la strategica alleanza tra le verdure della terra e i prodotti del mare, un tema affrontato molto bene dallo Chef Giuseppe Capano nel suo libro “Pesce e Verdure”!

Si valorizza per prima cosa il pregevole sedano che spesso viene relegato a semplice comparsa in basi insieme ai compagni cipolla e carota, mentre in realtà è un ottimo ortaggio con il quale si possono realizzare eccellenti piatti senza per nulla sfigurare rispetto a verdure più blasonate.

Insieme viene affiancato dai calamari con il rinforzo non secondario di ravanelli e olive nere, mentre a profumare il tutto ci pensano le bacche di ginepro, l’alloro e i semi di anice stellato!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 calamari da 150-200 g l’uno,
  • 600 g circa di sedano molto fresco,
  • 4 foglie di alloro,
  • 10 bacche di ginepro,
  • 2-3 semi di anice stellato,
  • 100 ml di vino bianco,
  • 1 limone,
  • 150 g di ravanelli,
  • 80 g di olive nere morbide,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire con molta cura i calamari separando la sacca dal ciuffetto con i tentacoli, tagliare la sacca pulita in sottili striscioline e dividere in 4 parti i ciuffetti.
  2. Mondare il sedano separando tutte le foglie dai gambi, lavare con molta cura questi ultimi e tagliarli a julienne o in sottili striscioline, lessarli in 1 l abbondante di acqua bollente leggermente salata per 1 minuto circa, scolarli con una schiumarola e adagiarli in un vassoio a raffreddare.
  3. Abbassare l'acqua di cottura del sedano al minimo, aggiungere l’alloro lavato, le bacche di ginepro schiacciate, i semi di anice stellato, il vino bianco e tutte le foglie più vecchie del sedano, lasciare cuocere il brodetto per 5 minuti abbondanti.
  4. Unire i calamari e cuocerli per 1 minuto circa, scolarli, raffreddarli e separarli dagli aromi del brodo di cottura, quindi mescolarli con il sedano cotto.
  5. Tritare finemente le foglie più tenere e giovani del sedano mettendole in una ciotola, aggiungere il succo del limone, 3-4 cucchiai di olio, una macinata abbondante di pepe e poco sale, sbattere con una forchetta per diversi minuti fino a creare un emulsione profumata.
  6. Lavare i ravanelli e tagliarli in sottili spicchi, snocciolare e tagliare in piccoli pezzi le olive nere, aggiungere questi ingredienti al sedano con i calamari, condire con la salsa di limone e servire in coppette di vetro accompagnando con altro limone da spremere al momento.

Ultimi articoli

Cucinare e mangiare bene, un aiuto concreto contro i dolori articolari

Cucinare e mangiare bene, un aiuto concr…

11-08-2022 Reumatismi

Oltre al sole dell’estate che se non si eccede p...

Melanzane e alleati vegetali

Melanzane e alleati vegetali

28-07-2022 Mangiare sano

Celebriamo e raccontiamo brevemente in questo arti...

Unioni aromatiche: aglio e prezzemolo

Unioni aromatiche: aglio e prezzemolo

16-07-2022 Alimentazione

All’interno della nostra cucina grazie ai lascit...

Libri in Primo Piano

Naturalmente dolci

Naturalmente dolci

Agosto 29, 2014

Le guide di Natura e Salute Il ruolo dei dolcific...

I dolori Reumatici

I dolori Reumatici

Novembre 01, 2006

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Disturb...

Friggere bene

Friggere bene

Maggio 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il frit...

Invito alla Lettura

The China Study

The China Study

24-09-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Sorprendenti implicazioni per la dieta, la perdita...

Il pane

Il pane

07-07-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

70 Ricette classiche e innovative di pani fatti in...

banner