Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Feb 06, 2023 Last Updated 1:17 PM, Feb 3, 2023

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

Possiamo pensare a una cucina di gusto che allo stesso tempo preservi e mantenga integro il più possibile il patrimonio nutritivo degli alimenti utilizzati facendoci consumare abbondanti elementi protettivi? E che magari circoscrivi alla giusta dose le calorie, preservi le qualità dei grassi vegetali usati, esalti il sapore di erbe aromatiche e spezie, non ci richieda tempi troppo lunghi di preparazione, arrivi a farci riscoprire i sapori reali di cibi che cotture sbagliate ci hanno sempre negato?
La risposta è si e la strada per raggiungere questi obbiettivi è conoscere bene le tecniche di cottura più equilibrate, sapere sfruttare con sapienza le qualità organolettiche degli oli vegetali, in primis quello extravergine d’oliva, farsi aiutare da elementi complementari come semi e frutta secca capaci di migliorare consistenza e fragranza dei cibi, ricorrere alle essenze profumate nascoste nelle piante presenti in natura, scegliere di valorizzare e consumare in prevalenza gli alimenti vegetali in tutta la loro estesa varietà ricorrendo alle proteine animali dei pesci, e solo in piccola parte della carne, come integrazione piacevole se pur non strettamente necessaria.

Il punto centrale rimane la trasformazione del cibo come elemento essenziale di ogni pratica di cucina. Se di fondo è vero che il massimo del vantaggio nutrizionale teorico si ha nel consumare i cibi a crudo è anche vero che l'esposizione all’aria e alla luce, l'ossidazione esterna, il contatto inutilmente prolungato con l'acqua possono impoverire ortaggi e frutta più di un'accurata cottura.
Quando possibile, opportuno e con le dovute accortezze, quindi, spazio agli elementi crudi, ma in parallelo e in evidenza utilizzo di cotture sane seguendo il principio base di limitata o nulla dispersione degli alimenti nutritivi e tempi di contatto con il calore riportati alla temperatura utilizzata; molto veloci per temperature alte e mediamente veloci per quelle più basse.

Tutto questo viene ricondotto nel libro a un concetto di cucina sana e leggera che poco a che fare con le imperanti diete dimagranti moderne, ma si rivolge piuttosto a chi desidera non dimenticare mai le gioie e il piacere che il mangiare può darci in quanto esseri umani e come tali creatori di alchimie e combinazioni che solo a noi sono fortunatamente concesse. Una fortuna però spesso mal amministrata e troppo condizionata dalla pura golosità, dallo stress esterno della vita, da una fretta di consumare che arriva a soddisfare la sola bocca lasciando il resto dell’organismo in balia delle tossine che una cottura sbagliata o un eccesso di grassi portano con se.
In questa ottica l’invito è a considerare la preparazione degli alimenti come un investimento portatore di guadagni in termini di salute e benessere, un investimento che invece di richiedere soldi necessità del giusto tempo e delle giuste conoscenze in modo che il rapporto tra costo e beneficio sia il più favorevole possibile.

Il vapore come elemento distintivo

Tutte le tecniche di cottura utilizzate nelle ricette del libro sono accomunate per la presenza di un potente elemento fisico distintivo che interagisce sugli alimenti trasformandone la loro composizione. L’azione del vapore, infatti, non è presente in misura massiccia solo nella metodologia che porta il suo nome, ma ha un ruolo primario anche nella cottura a pressione, in quella al cartoccio e nella lessatura a assorbimento, mentre nelle restanti, come la cottura in padella, è comunque un componente essenziale per uniformare ed equilibrare l’effetto del calore sul cibo.

Possiamo, quindi, affermare che il vero protagonista di questa cucina sana e leggera è il vapore messo in netta contrapposizione alle cotture a secco, come il tradizionale forno, a quelle con abbondanti liquidi, come la classica lessatura, a quelle in immersione di grassi ad alte temperature, come la frittura in olio.
Una contrapposizione che basa la sua ragion d’essere sulla “tutela” che il vapore consente rispetto ai numerosi nutrienti sottoposti alla forte azione del calore, mitigando innanzitutto l’innalzamento elevato delle temperature (pensiamo ad esempio a quello che succede all’interno di un cartoccio sigillato) e in secondo luogo la dispersione delle sostanze nei liquidi (tipica conseguenza di una normale lessatura).

 

 

Da grande farò lo chef

In tutte le librerie dal 24 marzo 2022, un avventura che piacerà ai bimbi di tutte le età!!!

L’ultima appassionata opera dello Chef Giuseppe Capano è tutta dedicata al mondo dei bambini con un racconto d’avventura che esplora l’universo misterioso per un piccolo dei lavori di cucina con le loro alchimie magiche e i misteri nascosti dietro a strani bottoni, macchine sofisticate, odori, profumi e fumi.

Un percorso ricco di sorprese che il piccolo protagonista vive come un avventura spaziale di esplorazione in cui troverà molte risposte ai suoi tanti e curiosi quesiti.

Come funziona la cucina di un ristorante? Come è fatta la divisa da chef? Ma per cuocere cosa si usa? Chi sono i personaggi della brigata di cucina? Lievitazione magica e i segreti della rossa salsa e moltissimo altro.

Con in più 6 ricette a misura di bimbo e adulto per provare a cucinare da se i primi piatti della propria esperienza in cucina che magari un giorno potrà portare a grandi soddisfazioni professionali!!

Ben 56 pagine a colori giocosamente disegnate e divertenti, informazioni utili anche ai più grandi per capire meglio i tanti aspetti della professione, consigli preziosi per passare il tempo in cucina nella maniera migliore con i propri piccoli futuri chef!

Ma ecco una breve sintesi di questo affascinante libro d’avventura disegnata.
Curiosando nello studio del papà, Gabriele trova una pentola misteriosa che assomiglia molto a una vecchia lanterna magica da cui si aspetta uscirà un genio dei desideri.
Alzando il coperchio si troverà, invece, proiettato in un viaggio spaziale d’avventura attraverso i profumi, i sapori, i rumori, i colori e la consistenza del cibo che lo porterà a scoprire come il suo papà è diventato uno chef, come è composta la sua speciale tuta divisa, quali sono le regole e le procedure da rispettare e chi sono i suoi compagni di viaggio abituali.
Esplorerà inoltre l’ambiente, le macchine, i bottoni, i motori e le attrezzature della speciale astronave chiamata cucina e quali sono i mondi paralleli tra ristoranti, mense, trattorie, ecc. in cui questa astronave può viaggiare.
E alla fine del suo mirabolante viaggio potrà finalmente sperimentare da sé alcuni semplici piatti con l'aiuto della sua amata mamma!

Potete trovarlo comodamente in vendita e scontato nel sito della casa editrice a questo indirizzo:

https://www.tecnichenuove.com/prodotto/da-grande-faro-lo-chef/

 Quarta di copertina def libro sale per CS

 

 

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

Disturbo molto diffuso, che si tende a collegare all’età che avanza, i dolori reumatici spesso vengono accolti da chi ne soffre come qualcosa di ineluttabile, per il quale c’è ben poco da fare.

Il libro spiega invece come questo non sia vero e come vi sia invece un notevole bagaglio di strumenti a disposizione per prevenire la comparsa del dolore, attenuarlo e curarlo quando si presenta.

Si va dagli interventi posturali, e da un corretto movimento, ai rimedi naturali cui si tende a torto a dare scarso credito, fino alla cura dell’alimentazione quotidiana, basata soprattutto sul consumo di cibi che leniscono l’infiammazione e sull’evitare viceversa quelli che innescano più facilmente processi infiammatori.

La prima parte del libro prende in analisi i dolori reumatici e le diverse caratteristiche con cui si presentano, proponendo rimedi naturali, posture da evitare o acquisire, cibi da bandire o da preferire perché favoriscono la scomparsa dei dolori.

La seconda parte è invece interamente dedicata alla cucina: consigli gastronomici e, soprattutto, menu stagionali e numerose ricette che seguono le indicazioni date nella prima parte.

 

 

 

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

L'importanza del consumo di frutta all’interno di un’alimentazione equilibrata e sana è un concetto ormai acquisito e consolidato tra tutti quelli che si occupano a vario titolo di nutrizione e per fortuna anche tra molti consumatori.
I suoi pregi dietetici sono molti, a cominciare dalla spiccata azione protettiva delle diverse sostanze che contiene tutte protese a favorire una efficace prevenzione delle malattie degenerative, una su tutte il cancro, di cui e divenuta uno dei simboli di lotta.

Questo libro, tuttavia, non è nato per propagandare le sue innumerevoli qualità nutrizionali, ci sono testi ben più prestigiosi e qualificati che ne evidenziano al meglio le prerogative, piuttosto si prefigge di gettare una luce nuova sull’uso che della frutta si può fare in cucina, in particolare nella preparazione di piatti salati.

Dal punto di vista del cuoco, infatti, questo insieme di alimenti rappresentano una straordinaria opportunità di alleggerire, rinfrescare e rinnovare sapori e aromi, valorizzare al meglio prodotti serviti sempre allo stesso modo, scoprire combinazioni inusuali e intriganti.

Nella pratica d’uso, infatti, la distinzione tra frutta e verdura è più una necessita di classificazione merceologica che una diversità reale se pensiamo, ad esempio, che i prodotti di molte piante di ortaggi non sono altro che i frutti delle stesse, per cui si tratta semplicemente di lavorare gli ingredienti in funzione del risultato gastronomico che possono offrire una volta uniti insieme e valutare con il parametro del gusto i risultati ottenuti, tutti piacevolmente sorprendenti.

Fisionomia del libro:

In sostanza il volume è diviso in tre parti principali:

  1. Le prime pagine sono dedicate alla descrizione delle tipologie poi ritrovabili nelle ricette vere e proprie in modo da aiutare il più possibile il lettore sulla scelta delle varietà più consone, fornire informazioni e consigli utili, evidenziare le caratteristiche nutritive salienti.
  2. La parte centrale si concentra su diciotto tipi di frutta e per ognuna di esse propone un antipasto, un primo piatto, un piatto di verdure, una preparazione di pesce e un dessert che valorizzano al massimo il protagonista principale. Un totale di 90 ricette equamente divise che toccano ogni stagione dell’anno e utilizzano il maggior numero possibile di ingredienti diversi.
  3. Nella parte finale del libro, invece, è presente un capitolo intero dedicato alla preparazione di condimenti, conserve e marmellate di ogni genere, sia salate che dolci.

 

 

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

Siamo arrivati alla prestigiosa terza edizione di questo fortunato libro dello Chef Giuseppe Capano, una maturità compositiva importante con l'introduzione di numerose ricette nuove studiate, create e provate appositamente per questa nuova edizione.

In origine l'idea del libro è nata dal desiderio di raccogliere una serie di ricette incentrate sulla valorizzazione degli alimenti nella loro totale integrità, si potrebbe dire come mamma natura li ha fatti, assaporando di essi non solo il gusto intrinseco, in qualche modo sempre "alterato" dalla cottura, ma anche la totalità dei preziosi nutrienti, in particolare Vitamine e Sali minerali, presenti nel prodotto fresco.
Un tema molto stimolante per un cuoco, tradizionalmente abituato al lavoro di fornelli, quasi provocatorio per certi versi eppure irresistibile perché parte di quelle sfide e ricerche professionali che sono il vero carburante della passione di cucina, una febbre creativa che spinge a percorrere strade sempre diverse e nuove.

Ancora prima un altro filone parallelo legato alla corretta alimentazione e al buon mangiare nella sua globalità nutrizionale aveva preso forma e ha contribuito a delineare l'iniziale fisionomia al libro, allargando il concetto iniziale.
Il focus principale che inizialmente è sembrato importante valorizzare era l'uso corretto dei grassi in cottura, o meglio il non uso, nell'ottica primaria di non alterare la particolare composizione di questi elementi, preservando quel gusto e aroma che ben si identifica in quel straordinario prodotto che è l'olio extravergine d'oliva.

Proprio pensando a questo grasso nobile sono state immaginate una serie di proposte che attraverso vari accorgimenti arrivano a non esporre i grassi alle normali temperature di cottura lasciando integre sostanze nutrizionali, profumi, aromi e sensazioni.

Non tanto perché grassi nobili come l'olio di oliva non siano in grado di tollerare le temperature di cottura, le molteplici sostanze protettive e antiossidanti servono anche a questo, ma per un sincero atto d'amore verso questo alimento di base simbolo della cultura mediterranea e della nostra cucina, che è stato utilizzato sempre a crudo, a fine preparazione e mai a contatto con calore e cotture.

L'inizio e la trasformazione.

Nelle prime due edizioni del libro quindi la priorità è stata questa e il concetto di crudo era declinato soprattutto verso i grassi che non subivano mai passaggi in pentola.

Nei 2/3 delle ricette presenti la cottura non compariva affatto, se non qualche volta per tostare velocemente e apprezzare meglio i semi come girasole e sesamo e la frutta secca come mandorle e pinoli, un esposizione al calore che in ogni caso si poteva scegliere di evitare.
Nelle altre ci si era imposto tempi di cottura il più possibile brevi, in ogni caso mai oltre i 25-30 minuti, tecniche rispettose dei nutrienti, come la cottura a vapore, e dove possibile la presenza di una parte della ricetta realizzata con elementi esclusivamente a crudo.

Ma col passare del tempo e l'apprezzamento esteso da parte del pubblico di questo libro in un dialogo sempre aperto con i lettori la richiesta più frequente messa in evidenza era la possibilità di usufruire di tutte le ricette interamente a crudo senza che alcuna cottura rientrasse nella preparazione.

Così in occasione di questa nuova edizione lo Chef ha voluto porsi l'obbiettivo di soddisfare in pieno questa richiesta provando una serie di nuove ricette totalmente a crudo che sono andate a sostituire quelle che in precedenza vedevano al loro interno passaggi di cottura.

Se vuoi scoprire una delle tante e buone ricette contenute nel libro segui questi link!

  1. Tartare colorata di peperoni menta e acciughe
  2. Sedano bianco arricciato con pesto di menta

 

 

 

Seguimi sul mio canale Youtube

Ultimi articoli

Puntarelle, il croccante della catalogna

Puntarelle, il croccante della catalogna

12-12-2022 Mangiare sano

Una volta assaggiata difficilmente si dimentica la...

Camomilla, a sorpresa anche in cucina

Camomilla, a sorpresa anche in cucina

10-12-2022 Erbe aromatiche

Un erba considerata spesso solo come pianta curati...

Flavonoli i difensori della memoria!

Flavonoli i difensori della memoria!

06-12-2022 Alimentazione

Anche la nostra mente e le sue molteplici funzioni...

Le ricette del mese

Focaccia con ripieno di scarola alla mediterranea

Focaccia con ripieno di scarola alla med…

01-02-2023 Focacce, Snack e Torte salate

La scarola che finisce per farcire gustosamente un...

Crema al caffè con latte di mandorle e profumo d’arancia

Crema al caffè con latte di mandorle e …

27-01-2023 Dolci e Dessert

Una piccola chicca dolce al caffè buonissima da s...

Insalata invernale di scarola con lenticchie, arance e arachidi

Insalata invernale di scarola con lentic…

23-01-2023 Insalate

Anche se il periodo per eccellenza nel consumo del...

Invito alla Lettura

Viva, viva le verdure

Viva, viva le verdure

15-10-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Un buon libro per avvicinare con intelligenza il b...

Metti un celiaco a cena

Metti un celiaco a cena

23-07-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Fantasie COOLinarie di una fornostar Un libro scr...

banner