Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Aug 14, 2022 Last Updated 9:17 AM, Aug 12, 2022

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

Disturbo molto diffuso, che si tende a collegare all’età che avanza, i dolori reumatici spesso vengono accolti da chi ne soffre come qualcosa di ineluttabile, per il quale c’è ben poco da fare.

Il libro spiega invece come questo non sia vero e come vi sia invece un notevole bagaglio di strumenti a disposizione per prevenire la comparsa del dolore, attenuarlo e curarlo quando si presenta.

Si va dagli interventi posturali, e da un corretto movimento, ai rimedi naturali cui si tende a torto a dare scarso credito, fino alla cura dell’alimentazione quotidiana, basata soprattutto sul consumo di cibi che leniscono l’infiammazione e sull’evitare viceversa quelli che innescano più facilmente processi infiammatori.

La prima parte del libro prende in analisi i dolori reumatici e le diverse caratteristiche con cui si presentano, proponendo rimedi naturali, posture da evitare o acquisire, cibi da bandire o da preferire perché favoriscono la scomparsa dei dolori.

La seconda parte è invece interamente dedicata alla cucina: consigli gastronomici e, soprattutto, menu stagionali e numerose ricette che seguono le indicazioni date nella prima parte.

 

 

 

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

Dietologa, dietista e chef si alleano per migliorare il cibo quotidiano dei diabetici Accanto ai consigli di comportamento generale, cento ricette e le idee per abbinarle in gustosi menu. In Italia colpisce quasi 3.000.000 di persone.
È il diabete, una malattia metabolica che provoca un'assente o insufficiente produzione di insulina, l'ormone che regola l'assorbimento degli zuccheri.
Si tratta, quindi, di una patologia strettamente legata al modo di alimentarsi e la sua prima medicina è, appunto, la dieta.

La prima parte di questo libro spiega che cosa è, come si diagnostica, in che cosa consiste la prevenzione, quali sono le terapie.
Il cuore del testo è dedicato all'aspetto alimentare e nutrizionale, con tutti i passi da compiere per controllare efficacemente il diabete, a tavola e non, anche in caso di gravidanza, nell'infanzia e per chi fa sport.

Aspetto che nell'ultima e corposa sezione del libro è valorizzato al meglio dalle ricette appositamente studiate e create dallo chef, piatti che coniugano il piacere della buona tavola con quello del mangiare sano.
Ogni ricetta è corredata dai dati nutrizionali, con il totale delle calorie e dei nutrienti più rilevanti.

Questo libro, che unisce le diverse professionalità e competenze di un medico nutrizionista, di un dietista e di uno chef, è uno strumento in più per migliorare la qualità della vita, e della tavola, delle persone diabetiche.

Approvato dalla Fand, l'associazione italiana dei diabetici.

 

 

Scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a condimenti e insaporitori

Senza sale si mangia benissimo!
Una cucina saporita, gustosa esaltante, accattivante, gioiosa e naturalmente buona senza sale è una bella realtà.

Esiste, non è una fantasia o un desiderio difficile da realizzare, ma un percorso che solo in apparenza ci pone davanti ostacoli insormontabili.

Per affrontare al meglio questo percorso abbiamo bisogno per prima cosa di chiarezza, capire la natura del sale e i motivi ancestrali del suo uso, le raccomandazioni “intelligenti” della moderna ricerca scientifica sulla necessità di limitare il sale nella propria alimentazione, le reali necessità dell’organismo per le sue normali funzioni, sicuramente i pericoli concreti dell’eccesso di sale, ma prima ancora è di bellezza che dobbiamo parlare, di gusto, di bontà, di soddisfazioni organolettiche, di gioia nello stare a tavola anche quando il sale non c’è!!!

Solo così potranno essere raggiunti i due obbiettivi importanti di un basso consumo di sale; la soddisfazione totale del palato e il benessere che si potrà toccare concretamente con mano eliminando molte problematiche che solo in apparenza nulla hanno a che fare con questo storico insaporitore usato in cucina.

Copertina def libro sale fronte per CS

Dosi e necessità
Di quanto sale abbiamo bisogno per stare bene e allo stesso tempo gustare i nostri cibi con soddisfazione?

Intanto precisiamo che il comune sale da cucina altro non è se non una combinazione di due sostanze specifiche, il sodio e il cloro nella proporzione di 40% e 60% rispettivamente, elementi assolutamente indispensabili all’organismo quando rimangono nei limiti funzionali, altrimenti il loro eccesso crea una serie di problematiche.

In genere si parla prevalentemente di sodio perché è proprio questa sostanza che se in eccesso causa una lunga serie di conseguenze negative, le indicazioni scientifiche più attendibili e verificate evidenziano come la necessità media di un adulto può essere circoscritta a solo poco più di 100 mg di sodio al giorno che viene portata a 500 mg/giorno tenendo presente le variabili dei diversi stili di vita, l’ambito geografico e climatico, le differenti necessità fisiologiche di ogni ceppo umano.

Ogni grammo di sale ci porta 0,4 grammi di sodio quindi per rimanere nei parametri corretti sarebbe sufficiente usare circa 1,2 g di sale al giorno, mentre le statistiche ci ricordano che mediamente una dieta considerata relativamente salutare come quella mediterranea degli Italiani apporta ben 12 grammi di sale al giorno, in pratica dieci volte le reali necessità.

In pratica viviamo in uno stato di esaltazione della sapidità naturale del cibo raramente necessaria e che in apparenza sembra non possibile riportare a un livello accettabile tanto le nostre abitudini sono diventate così radicate e forti intorno all’uso del sale.

Quarta di copertina def libro sale per CSEppure i danni dell’eccesso di sodio sono concretamente rilevanti, si parla spesso di ipertensione che predispone purtroppo all’insorgenza di numerose altre patologie devastanti o è essa stessa sintomo di preoccupanti alterazioni funzionali dell’organismo, ma lo spropositato uso del sale è diretto responsabile anche di alcuni tipi di tumori come quello allo stomaco e della perdite di calcio nelle ossa che favorisce l’insorgenza dell’osteoporosi, giusto per limitarsi a citare due delle altre problematiche più frequenti.

Tutto questo può essere superato seguendo una strategia alimentare che non mortifica minimamente il gusto finale dei piatti, si tratta piuttosto di riscoprire sensazioni, aromi, profumi e consistenze con l’aiuto estremamente prezioso di questo stupendo libro ricco di belle fotografie, ottime ricette e tantissimi consigli utili.

 

 

Seguimi sul mio canale Youtube

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

La celiachia è una malattia che colpisce quasi una persona su cento. La sua unica cura consiste nell’astenersi completamente da qualsiasi alimento contenente glutine, anche una minima traccia può scatenare i sintomi.

Questo significa non mangiare nessun cereale glutinoso, come il frumento, l’orzo, la segale, il farro e i loro derivati come pasta, pizza, pane, dolci, biscotti ecc. e nemmeno altri tipi di alimenti che possano essere venuti accidentalmente in contatto con essi durante il processo di lavorazione in fabbrica o a casa nelle operazioni di cucina. Nel paese della pasta e della pizza è certamente una limitazione, ma lo spazio di libertà è comunque molto ampio, come dimostra questo ricco ricettario mediterraneo.

La cucina ricalca e segue le orme della tradizione mediterranea del sud Europa e delle, gastronomicamente ricche, regioni Italiane, scegliendo gli alimenti che il mercato e la stagione offrono quotidianamente. In questa seconda edizione del libro sono state introdotti un gran numero di piatti nuovi frutto dell’esperienza di cucina di questi ultimi anni dell’autore.

Lo scopo ricercato è stato quello di dare un taglio ancora più mediterraneo e fresco alle proposte culinarie, ma tutte le ricette in generale sono state riviste e riscritte, ove necessario, per venire incontro alle esigenze e alle osservazioni indicate dai lettori delle prima edizione.

Predomina il mondo vegetale nelle sue numerose e varie sfaccettature, un mondo che oltre a rifornirci di gran parte delle sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno, ci regala preziosi e indispensabili elementi protettivi per la salute.

In sintesi si troveranno soprattutto piatti di verdura, insalate, minestre, primi, sformati e piatti unici con ortaggi, pesce, dessert e una piccola parentesi di ricette a base di carne, sempre generosamente accompagnate con verdura. Una parentesi voluta per non escludere nessun tipo di alimento, vista l’assenza di una derrata base come i cereali classici, e per dare un esempio di come arricchire con verdure questo controverso genere merceologico, che andrebbe sempre limitato e circoscritto e non dovrebbe mai ridursi alla preparazione di una semplice bistecca in padella.

Ricette revisionate a cura dell'Associazione italiana celiachia

 

 

 

Anteprima Ricette

cannelloni-vegetali-porri-ceciCannelloni vegetali di porri e ceci

Preparazione:

Mondare i porri da quasi tutta la parte sommitale verde, con un coltellino affilato incidere lievemente per il lungo e separare le prime 3 foglie esterne più belle, lavare il resto del gambo e affettarlo sottilmente...

Leggi la ricetta

 

biscotti-di-mais-con-cioccolatoBiscotti di mais con cioccolato

Preparazione:

Tagliare il burro in piccoli pezzi e ammorbidirlo per 1 ora a temperatura ambiente o più velocemente nel forno a microonde, lavare e asciugare l’arancia, grattugiare 1 cucchiaino della buccia e mescolarla...

Leggi la ricetta

 

 

Le guide di Natura e Salute

Descrizione:

Possiamo pensare a una cucina di gusto che allo stesso tempo preservi e mantenga integro il più possibile il patrimonio nutritivo degli alimenti utilizzati facendoci consumare abbondanti elementi protettivi? E che magari circoscrivi alla giusta dose le calorie, preservi le qualità dei grassi vegetali usati, esalti il sapore di erbe aromatiche e spezie, non ci richieda tempi troppo lunghi di preparazione, arrivi a farci riscoprire i sapori reali di cibi che cotture sbagliate ci hanno sempre negato?
La risposta è si e la strada per raggiungere questi obbiettivi è conoscere bene le tecniche di cottura più equilibrate, sapere sfruttare con sapienza le qualità organolettiche degli oli vegetali, in primis quello extravergine d’oliva, farsi aiutare da elementi complementari come semi e frutta secca capaci di migliorare consistenza e fragranza dei cibi, ricorrere alle essenze profumate nascoste nelle piante presenti in natura, scegliere di valorizzare e consumare in prevalenza gli alimenti vegetali in tutta la loro estesa varietà ricorrendo alle proteine animali dei pesci, e solo in piccola parte della carne, come integrazione piacevole se pur non strettamente necessaria.

Il punto centrale rimane la trasformazione del cibo come elemento essenziale di ogni pratica di cucina. Se di fondo è vero che il massimo del vantaggio nutrizionale teorico si ha nel consumare i cibi a crudo è anche vero che l'esposizione all’aria e alla luce, l'ossidazione esterna, il contatto inutilmente prolungato con l'acqua possono impoverire ortaggi e frutta più di un'accurata cottura.
Quando possibile, opportuno e con le dovute accortezze, quindi, spazio agli elementi crudi, ma in parallelo e in evidenza utilizzo di cotture sane seguendo il principio base di limitata o nulla dispersione degli alimenti nutritivi e tempi di contatto con il calore riportati alla temperatura utilizzata; molto veloci per temperature alte e mediamente veloci per quelle più basse.

Tutto questo viene ricondotto nel libro a un concetto di cucina sana e leggera che poco a che fare con le imperanti diete dimagranti moderne, ma si rivolge piuttosto a chi desidera non dimenticare mai le gioie e il piacere che il mangiare può darci in quanto esseri umani e come tali creatori di alchimie e combinazioni che solo a noi sono fortunatamente concesse. Una fortuna però spesso mal amministrata e troppo condizionata dalla pura golosità, dallo stress esterno della vita, da una fretta di consumare che arriva a soddisfare la sola bocca lasciando il resto dell’organismo in balia delle tossine che una cottura sbagliata o un eccesso di grassi portano con se.
In questa ottica l’invito è a considerare la preparazione degli alimenti come un investimento portatore di guadagni in termini di salute e benessere, un investimento che invece di richiedere soldi necessità del giusto tempo e delle giuste conoscenze in modo che il rapporto tra costo e beneficio sia il più favorevole possibile.

Il vapore come elemento distintivo

Tutte le tecniche di cottura utilizzate nelle ricette del libro sono accomunate per la presenza di un potente elemento fisico distintivo che interagisce sugli alimenti trasformandone la loro composizione. L’azione del vapore, infatti, non è presente in misura massiccia solo nella metodologia che porta il suo nome, ma ha un ruolo primario anche nella cottura a pressione, in quella al cartoccio e nella lessatura a assorbimento, mentre nelle restanti, come la cottura in padella, è comunque un componente essenziale per uniformare ed equilibrare l’effetto del calore sul cibo.

Possiamo, quindi, affermare che il vero protagonista di questa cucina sana e leggera è il vapore messo in netta contrapposizione alle cotture a secco, come il tradizionale forno, a quelle con abbondanti liquidi, come la classica lessatura, a quelle in immersione di grassi ad alte temperature, come la frittura in olio.
Una contrapposizione che basa la sua ragion d’essere sulla “tutela” che il vapore consente rispetto ai numerosi nutrienti sottoposti alla forte azione del calore, mitigando innanzitutto l’innalzamento elevato delle temperature (pensiamo ad esempio a quello che succede all’interno di un cartoccio sigillato) e in secondo luogo la dispersione delle sostanze nei liquidi (tipica conseguenza di una normale lessatura).

 

 

Ultimi articoli

Cucinare e mangiare bene, un aiuto concreto contro i dolori articolari

Cucinare e mangiare bene, un aiuto concr…

11-08-2022 Reumatismi

Oltre al sole dell’estate che se non si eccede p...

Melanzane e alleati vegetali

Melanzane e alleati vegetali

28-07-2022 Mangiare sano

Celebriamo e raccontiamo brevemente in questo arti...

Unioni aromatiche: aglio e prezzemolo

Unioni aromatiche: aglio e prezzemolo

16-07-2022 Alimentazione

All’interno della nostra cucina grazie ai lascit...

Le ricette del mese

Carote a vapore con salsa di pinoli al curry e pistacchi

Carote a vapore con salsa di pinoli al c…

12-08-2022 Antipasti

I benefici della cottura a vapore sono notevoli a ...

Pici all’aglione, alloro e profumo di limone

Pici all’aglione, alloro e profumo di …

09-08-2022 Primi

Malgrado le apparenze che possono comprensibilment...

Frullato rosso intenso con pesche, albicocche, mirtilli e barbabietola

Frullato rosso intenso con pesche, albic…

07-08-2022 Dolci e Dessert

Un vero e proprio concentrato di vitamine, sali mi...

Invito alla Lettura

Prevenire l'osteoporosi

Prevenire l'osteoporosi

12-02-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Argomento molto dibat...

Colesterolo, un prezioso libro per capire meglio

Colesterolo, un prezioso libro per capir…

07-11-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Interessi economici, salute e sbagliate visioni.&n...

banner