Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Oct 03, 2022 Last Updated 12:26 PM, Oct 2, 2022

La stagione delle fave fresche è abbastanza breve e quindi bisogna saperne approfittare per godere in pieno della loro bontà che è unica allo stato fresco e imparagonabile alle versioni congelate o secche.

E non solo a crudo come vengono saggiamente spesso consumate insieme a formaggi tipici, buon olio extravergine d’oliva e erbe aromatiche appena colte, anche nelle preparazioni cotte mantengono le loro peculiarità soprattutto quando sono abbinate ad altri ortaggi.

Qui ne abbiamo un ottimo esempio in sinergia con gli spinaci, profumate dall’alloro e dalla buccia di limone, il supporto dell’aglio fresco e di uno speciale olio piccante speziato che si trova all’interno del libro dello Chef Giuseppe CapanoSenza Sale” come del resto questa stessa ricetta che riesce benissimo a fare a meno dell'abusato sodio!.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 foglie di alloro fresco,
  • 1 piccola cipolla fresca,
  • 250 g di fave sgusciate equivalente a circa 900 g di peso lordo,
  • 400 g di spinaci freschi,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 8 pomodori secchi sottolio,
  • 2 cucchiai di olio piccante speziato,
  • 2 spicchi di aglio fresco,
  • 30 g circa di anacardi al naturale,
  • olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Portare a ebollizione 1 l circa di acqua, aggiungere le foglie di alloro e la cipolla sbucciata e affettata, cuocere a calore medio per 10 minuti circa, unire le fave e dopo 5 minuti di cottura spegnere il fornello e lasciare intiepidire il legume nella sua acqua di cottura.
  2. Nel frattempo lavare con cura gli spinaci e spezzettarli con le mani, preparare la buccia di limone, tagliare in sottili filetti i pomodori secchi dopo averli colati bene dal loro olio di conservazione.
  3. Scolare le fave dal loro brodetto ed eliminare la buccia conservando solo il cuore tenero, metterle in una grande ciotola e aggiungere la buccia di limone e l'olio piccante speziato mescolandole bene.
  4. Sbucciare l’aglio fresco, tritarlo e metterlo in una padella con 2 cucchiai di olio d’oliva, rosolarlo velocemente, aggiungere gli spinaci e cuocerli per 5 minuti circa.
  5. Adagiarli caldi in un piatto e mettere sopra le fave al limone, decorare con gli anacardi e i filetti di pomodoro secco unendo altra buccia di limone grattugiata. Per una sapidità maggiore tostare gli anacardi e tritarli.

Ingredienti per 4 persone circa:

  • 500 g di broccoletti verdi,
  • 200 g di bulgur,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 20 mozzarelline,
  • 10 pomodori secchi sottolio,
  • ½ cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 2-3 cucchiai di sesamo nero,
  • zenzero fresco per decorare,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire i broccoletti riducendoli in cimette molto piccoli, lessarli per 5 minuti circa in 1,2 litri di acqua bollente salata, scolarli con una schiumarola su un vassoio senza buttare la loro acqua.
  2. Recuperare 400 ml dell'acqua di cottura dei broccoletti e metterla in una pentola, aggiungere il bulgur e cuocerlo a fuoco basso per 10-15 minuti fino a fargli assorbire tutto il liquido.
  3. Nel frattempo mescolare insieme lo zenzero con 2 cucchiai scarsi di olio d’oliva e mettere a marinare le mozzarelline.
  4. Scolare bene dall'olio e tagliare a dadini i pomodori secchi, tritare grossolanamente i broccoletti lessati e con questi due ingredienti condire il bulgur pronto regolandolo di sale e completandolo con 1-2 cucchiai di olio a crudo e la buccia di limone.
  5. Stendere il bulgur nei piatti, impanare le mozzarelline nei semi di sesamo nero e metterle sul cereale a propria fantasia, completare con dello zenzero fresco tagliato in striscioline sottili dosandolo secondo i propri gusti e decorare a piacere.

 

Trovate questa e altre fantastiche ricette nel libro dello Chef Giuseppe Capano "La cucina a basso indice glicemico"

Un piatto di pasta molto semplice, veloce e realizzabile praticamente in ogni periodo dell’anno ci offre l’opportunità di soffermarci su alcuni ingredienti di qualità che possiamo tenere nella nostra dispensa e utilizzare con grandi vantaggi di gusto e salute.

A iniziare dalla pasta che va alternata frequentemente con i cereali in chicchi per una buona dieta ed è quindi molto meglio sceglierla di alta qualità in termini di grano usato e provenienza senza cercare inutili e relativi risparmi, nel caso di questo piatto è stata provata una speciale varietà di penne rigate alla canapa!

Ci sono poi gli ottimi pomodori secchi frutto di antiche pratiche di conservazione che sono sempre una grande risorsa che sa portarci in qualche modo il sole dell’estate, i pistacchi con tutte le loro innumerevoli proprietà nutrizionali oltre al bellissimo colore verde, la profumata maggiorana, i croccanti semi di papavero e come sempre un olio extravergine di alto profilo sensoriale!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 pomodori secchi,
  • 1 spicchio di aglio,
  • 1 cucchiaino di maggiorana secca,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 1 cucchiaio abbondante di semi di papavero,
  • 90 g di pistacchi non salati,
  • 320 g circa di mezze penne rigate,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con cura i pomodori secchi, metterli in una ciotola insieme a ½ l circa di acqua molto calda e lasciarli in infusione per 5 minuti.
  2. Sbucciare l’aglio e tritarlo finemente, metterlo in una piccola casseruola con 4 cucchiai di olio e lasciarlo molto lievemente rosolare a calore basso, l’aglio non deve soffriggere ma solo ammorbidirsi e profumare l’olio.
  3. Scolare i pomodori secchi dall’acqua tamponandoli leggermente con carta assorbente, tagliarli in piccoli dadini e condirli con l’olio all’aglio, la maggiorana e la buccia di limone.
  4. Tostare i semi di papavero in un padellino a calore basso per 4-5 minuti, sgusciare e tritare grossolanamente i pistacchi.
  5. Lessare al dente le mezze penne rigate e scolarle non troppo asciutte, condirle con i pomodori aromatici e i semi di papavero tostati, infine distribuire nei piatti completando con i pistacchi tritati.

I finocchi riservano sempre gradite sorprese anche perché spesso sono totalmente sottovalutati e considerati al più degni di un pinzimonio o uno spuntino.

Malgrado siano ricchi di acqua, invece, il loro sapore è del tutto peculiare e caratteristico tanto da poter risaltare in molte preparazioni sia crude che cotte in abbinamento a un lungo elenco di altri ingredienti e su quasi tutte le portate di cucina a iniziare dagli antipasti per finire con secondi anche importanti.

Qui l’abbinamento è con le proteiche e buone lenticchie rosse con un rafforzamento di gusto dato dai pomodori secchi, dal profumato rosmarino, dalla piacevole buccia di limone e dall’ottimo olio extravergine d’oliva usato!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 finocchi medio grandi,
  • 1-2 rametti di rosmarino fresco,
  • 150 g di lenticchie rosse decorticate,
  • 2 foglie di alloro fresco,
  • 8 pomodori secchi sottolio,
  • ½ cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i finocchi conservando comunque gambi verdi e foglie esterne meno coriacee, dividere il cuore in 4 spicchi e lavare il tutto conservando da parte le foglioline verdi, con un coltello ridurre i finocchi in cubetti.
  2. Lavare e sfogliare il rosmarino fresco, tritarlo finemente mescolandolo con 3 cucchiai di olio, condire i finocchi e metterli in una padella, cuocere alcuni minuti e unire le lenticchie rosse decorticate.
  3. Insaporire brevemente, versare 600 ml di acqua, aggiungere le foglie di alloro fresco, coprire e cuocere per 20-25 minuti lasciando molto asciutto il composto (versare comunque acqua se dovesse servire).
  4. Salare leggermente in ultimo e lasciare intiepidire, tritare con un coltello i pomodori secchi sottolio scolati bene e aggiungerli al composto di lenticchie e finocchi mescolando il tutto.
  5. Completare con la buccia di limone grattugiata, disporre in piccole ciotole, decorare con le foglioline verdi dei finocchi e accompagnare con fette di pane integrale tostate.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 finocchi,
  • 250 g di ricotta fresca di pecora,
  • 3 uova,
  • 250 ml di latte,
  • 40 g di pecorino stagionato,
  • 1 limone,
  • 1 grande avocado molto maturo,
  • 1 piccola fettina di cipolla rossa,
  • 8-10 pomodori secchi sottolio,
  • 1 cucchiaio di semi di zucca sgusciati,
  • maggiorana,
  • farina di mais,
  • pepe in grani,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Ultimi articoli

Carpacci, il piacere di consumare gli alimenti a crudo

Carpacci, il piacere di consumare gli al…

22-09-2022 Alimentazione

Le caratteristiche salienti di una preparazione ch...

Risi lunghi e profumati: cottura, consigli e ricette

Risi lunghi e profumati: cottura, consig…

17-09-2022 I cereali in cucina

Le tipologie di riso presenti al mondo sono davver...

Un abito per il cibo tra gusto, croccantezza e sorpresa

Un abito per il cibo tra gusto, croccant…

09-09-2022 Alimentazione

Possiamo cucinare il cibo nudo e crudo prendendo a...

Libri in Primo Piano

Cibi in conserva

Cibi in conserva

Settembre 09, 2022

Un libro di straordinario valore quello appena usc...

Prevenire il Colesterolo

Prevenire il Colesterolo

Gennaio 01, 2008

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il cole...

Senza Sale

Senza Sale

Marzo 14, 2020

Scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a...

Invito alla Lettura

Tutti dicono maremma maremma

Tutti dicono maremma maremma

31-07-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Un libro curato da Luigi Caricato, “Tutti dicono...

Fantasia di zuppe

Fantasia di zuppe

15-05-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Cucinare naturalmente per la salute Le zuppe e le...

banner